Riqualificazione stazione di Saronno e aree circostanti: dalla regione quasi 32ml di euro

0
528

SARONNO, 3 maggio 2022-In arrivo parecchi soldi dalla Regione Lombardia (31.916.716 euro) per riqualificare la stazione ferroviaria di Saronno, le aree circostanti e il vicino polo tecnologico manutentivo.

APPROVATO PROGETTO DI FATTIBILITÀ TECNICA ED ECONOMICA – La delibera approva il progetto di fattibilità tecnica ed economica per la riorganizzazione del polo tecnologico manutentivo posto nei pressi della stazione ferroviaria di Saronno e per il miglioramento dell’accessibilità alla stazione stessa.

LE RISORSE REGIONALI DEL PIANO LOMBARDIA – “I finanziamenti messi in campo – spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile – per l’area della stazione di Saronno sono regionali e derivano dal Piano Lombardia. La riorganizzazione generale del polo tecnologico manutentivo comprenderà anche i percorsi di accesso e le aree di parcheggio. Significativi anche gli interventi per i collegamenti ciclopedonali. L’accessibilità alla stazione di Saronno e la mobilità nelle aree circostanti diventeranno più funzionali ed efficienti, con ricadute positive per residenti e utenti del servizio ferroviario”.

GLI INTERVENTI – Il progetto prevede i seguenti interventi:

La riorganizzazione del polo tecnologico manutentivo di Saronno con adeguamento delle aree a verde, degli accessi e delle aree di parcheggio;

L’intervento di efficientamento energetico degli edifici presenti con l’utilizzo di pompe di calore geotermiche le quali funzioneranno grazie a pozzi di derivazione di acque sotterranee;

L’intervento di realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica;

La predisposizione di un percorso pedonale via Luini/Santuario;

L’intervento di restyling della stazione ferroviaria con modifiche dei manufatti adiacenti;

La connessione ciclopedonale della via Milano con la via Molino;

La realizzazione di nuovi spazi pubblici destinati a verde e a parcheggi.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui