Giornata conclusiva PCTO per sedici studenti del Liceo Artistico “A. Frattini” di Varese

0
485

VARESE, 25 maggio 2022-Venerdì 27 maggio si terrà presso il Castello di Masnago la giornata conclusiva del progetto di PCTO “Tracce di Bellezza” che ha coinvolto un gruppo di studenti del Liceo Frattini. I giovani ispirati dalla Mostra “Giappone: Disegno e Design” hanno prodotto alcuni elaborati grafici che verranno presentati all’ Assessore alla Cultura Enzo Laforgia e al personale del Museo.

Quest’incontro conclude idealmente tre esperienze di PCTO intraprese quest’anno fra le scuole del territorio e i Musei Civici che, dopo il fermo forzato dell’emergenza sanitaria, hanno ripreso a realizzare percorsi di formazione sul luogo di lavoro.

Nello specifico sono rientrati in museo gli studenti del Liceo Classico Cairoli che hanno appreso le modalità di conservazione, classificazione e divulgazione dei reperti custoditi presso Villa Mirabello ed esposti alla Mostra “La Civiltà delle Palafitte”. Mentre i giovani dell‘Istituto ITET Daverio-Casula si sono recati al Castello di Masnago per organizzare delle visite guidate alla Mostra “Giappone: Disegno e Design” che li ha visti protagonisti in tutte le fasi di elaborazione e come ciceroni.

Inoltre hanno collaborato con i Musei alcuni tirocinanti provenienti dall’Università degli Studi dell’Insubria, dalla Statale di Milano e dall’Università degli Studi di Trento che si sono cimentati in mansioni relative all’accoglienza, all’organizzazione di eventi e alla comunicazione.

L’assessore alla Cultura Enzo Laforgia afferma che “è stata una grande gioia riaprire le porte agli studenti che in questi ultimi due anni sono stati penalizzati nelle possibilità di fare esperienze sul campo. Le due grandi mostre, quella sul Giappone e quella sulla Preistoria, si sono rivelate ricche di spunti e di possibilità di approfondimento. Infine è importante ribadire la grande sensibilità del Comune di Varese verso i PCTO e gli stage che ritiene essere percorsi fondamentali di arricchimento reciproco e che ci si augura possano essere riprogrammati in futuro”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui