Varese, la morte del piccolo cigno nel degrado e nell’indifferenza. Bordonaro (Lega): “Da Città Giardino a culla del degrado.

0
611
Il piccolo cigno morto nel laghetto dei Giardini estensi

VARESE, 25 maggio 2022– “I Giardini Estensi sono sempre stati il fiore all’occhiello della Città Giardino, il simbolo più importante per Varese. Oggi versano in un degrado che definire agghiacciante è dire poco e sono diventati, nei fatti, un cimitero, come dimostra la tragica fine del piccolo cigno morto. Qualcuno non solo dovrebbe vergognarsi, ma dovrebbe anche rassegnare le proprie dimissioni”.

 Così Marco Bordonaro, Commissario cittadino della Lega di Varese, che interviene sullo stato di gravissimo degrado nel quale versa una delle aree da sempre più belle e suggestive dei Giardini Estensi, puntando il dito contro l’amministrazione comunale.
“Lo stato di degrado del Laghetto dei cigni purtroppo non è una novità, tanto che nei giorni scorsi la stampa locale aveva già lanciato l’allarme sulla situazione di sporcizia e incuria dell’oasi verde – commenta Bordonaro – oggi, come è possibile vedere nella foto che abbiamo scattato, il luogo è devastato e uno dei piccoli giace senza vita in mezzo a quello che dovrebbe essere uno dei simboli della nostra città. La colpa di questa situazione è sicuramente nell’inciviltà di chi getta immondizia e vandalizza un luogo che dovrebbe essere di pace, di bellezza e rispettato. Ma anche di chi amministra, ha il proprio ufficio a due passi da quel luogo, e non ha fatto nulla per tutelarlo e difenderlo”.
“L’altro piccolo fortunatamente è ancora vivo, ma è l’unica consolazione di fronte ad uno spettacolo devastante, che non è più tollerabile” aggiunge Bordonaro.
“La città che vorrebbe essere meta turistica è in condizioni raccapriccianti – prosegue il Commissario cittadino – e tutto questo porta la firma del Partito democratico e dei suoi alleati di sinistra. Avere a cuore il benessere dei cittadini significa garantire un adeguato livello di vivibilità e di tutela dell’ambiente nel quale viviamo. Invece l’azione amministrativa della sinistra si caratterizza, dal 2016 ad oggi, per l’incapacità di preservare il decoro pubblico. Chiediamo, come Lega, le immediate dimissioni dell’Assessora alla Tutela Ambientale, Sostenibilità Sociale ed Economia Circolare, Nicoletta San Martino. Se i Giardini Estensi sono in queste condizioni, la responsabilità politica è principalmente sua, insieme ovviamente a tutto il resto della giunta”.
“Non bastano ovviamente le semplici dimissioni di un assessore, sebbene sia un atto dovuto. Occorre intervenire e ripensare l’azione amministrativa, con la creazione di un assessorato all’Ecologia e al Welfare animale e della fauna, che possa agire in maniera più efficace nel tutelare e promuovere le ricchezze naturalistiche della nostra città” sottolinea Bordonaro.
“Varese è sempre stata famosa per le bellezze paesaggistiche, per i suoi giardini meravigliosi, che hanno sempre rappresentato un’unicità a livello internazionale. Dopo tante parole al vento e pochissima concretezza, il Pd in poco più di cinque anni è riuscito a far affondare nel degrado una delle più belle città italiane” aggiunge Alberto Nicora, Coordinatore cittadino della Lega Giovani di Varese.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui