A Berlino una mostra di artisti che sabotano le pubblicità capitaliste

0
640

BERLINO, 6 luglio 2022-Il Kunstraum Kreuzberg a Berlino ospita, presso Mariannenplatz, una mostra temporanea che avrà luogo fino al 21 di agosto 2022. L’evento è intitolato WERBEPAUSE – The Art of Subvertising, e riunisce artisti eterogenei accomunati da un tipo di attività che spazia fra l’arte visiva e l’azione diretta. Come recita il titolo, la mostra mira a sovvertire gli standard capitalisti di bellezza pubblicitaria, confrontandosi anche su temi come i diritti civili e umani, le discriminazioni religiose di genere e etnia, l’iperconsumismo, la crisi climatica, la criminalizzazione dei sex worker.

L’arte del subvertising, termine col quale ci si riferisce a qualsiasi forma di azione intenta a sovvertire la pubblicità, interviene nel paesaggio visivo per annullare l’egemonia capitalocentrica che domina oggi lo spazio pubblico mondiale. Il mezzo utilizzato dagli artisti per intervenire in tal senso, è principalmente la satira, talvolta portata volontariamente ai suoi estremi con effetti inquietanti o perturbanti che inducano gli spettatori a riflettere sul proprio stato sociale.

Obiettivi e programma della manifestazione

Alla sovversione si accompagna l’obiettivo comune agli artisti di sensibilizzare alla diversità la coscienza sociale. La mostra offre inoltre un percorso attraverso la storia della sovversione a partire dall’avanguardia degli anni ’20 del secolo scorso, passando poi al “culture – jamming” degli anni ’90, alla nascita del subvertising, fino agli esperimenti degli ultimi anni in questo ambito.

Il vivace programma prevede un gran numero di eventi:

  • 4 luglio ore 18:00

Subvertising in Latin America with Projecto Squatters: artisti e attivisti contro pubblicità provenienti dall’Argentina offriranno un tour attraverso la storia, le azioni e le opere d’arte del movimento sovversivo latinoamericano.

  • 9 luglio dalle ore 15:00 alle ore 17:00

Artists Exhibition tour with Michelle Tylicki: l’artista Michelle Tylicki offrirà un tour personale dello spettacolo spiegando le storie dei singoli poster. Michelle Tylicki si batte da anni per la giustizia climatica, i diritti degli animali, l’anticapitalismo, i diritti delle prostitute e altre utopie anarchiche di vario genere.

  • 9 luglio ore 20:00

Performance: “A day in a life”: l’evento consiste in un’installazione visiva teatrale in onore delle prostitute, organizzata da Asia Mapp, del collettivo Black Sex Workers.

  • 16 luglio dalle ore 14:00 alle ore 19:00

Building an International Subvertising Movement across Europe: include un tour espositivo che ripercorre una storia di movimenti sovversivi con l’artista espositore Matt Bonner. Matt Bonner è un grafico, un illustratore e un attivista con sede a Londra. Bonner è coautore di Advertising Shits in Your Head e illustratore di The Street Art Manual e Brandalism’s Subvertising Manual.

  • 23 luglio ore 15:00

Hoaxing, Ad-busting and culture jamming: A History of Subvertising: si tratta di una visita guidata alla mostra che ripercorre la storia di artisti, collettivi e campagne politiche che hanno resistito al potere della pubblicità aziendale. La visita è guidata da da Matt Bonner e Vyvian Raoul e dal teorico Thomas Dekeyser.

  • 28 luglio ore 16:00

Guerrilla subvertising Italy (1995-2015). From Luther Blissett to This Man: Pranx, hoax design fiction and radical advertising: talk e Q&A con Andrea Natella.

  • 30 luglio dalle ore 14:00 alle ore 20:00

Art slut magic school: i collettivi di spogliarelliste di East London e Berlino si uniscono per una giornata di workshop che fondono il mondo dell’arte, della danza, del lavoro sessuale e della magia.

  • 7 agosto ore 16:00

Subvertising, Repression, Expression. A workshop with Dies Irae: il gruppo Dies Irae ha affrontato nelle sue opere la criminalizzazione dell’adbusting. Forniranno un’introduzione sulla pratica sulla pubblicità, con particolare attenzione alle leggi tedesche locali. Il workshop è in tedesco.

Indicazioni e orari di apertura

Per visitare la mostra e partecipare agli eventi non è necessario prenotare in anticipo e l’ingresso è gratuito. Si raccomanda ancora il mantenimento di una distanza minima fra le persone come misura di prevenzione contro la pandemia Covid-19. Si consiglia anche di indossare una mascherina medica o FFP2.
Gli orari sono i seguenti: dalla domenica al mercoledì, dalle 10:00 alle 20:00, e dal giovedì al sabato dalle 10:00 alle 22:00.
Indirizzo: Mariannenplatz 2, 10997 Berlino. U-Bahn Kottbusser Tor
Tel.: 030/90298-1454 E-
Email: bethanien@kunstraumkreuzberg.de

Fonte: berlinomagazine.com

foto e articolo di Lavinia Bertocchini

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui