Sant’Ambrogio in Strada, a settembre torna l’attesa festa nell’importante rione varesino

0
333
Lozza, Malerba, Bertossi e Morandini

VARESE, 26 agosto 2022-di GIANNI BERALDO-

Dopo due anni torna domenica 4 settembre la manifestazione Sant’Ambrogio in strada, quarta edizione che coinvolgerà come sempre tutto il quartiere varesino con la novità della partecipazione del Liceo Vico.

Un programma intenso quello presentato oggi al Circolo Cooperativa di Sant’Ambrogio dove musica, arte, cultura, cucina e molto altro non lascia spazio ad equivoci: qui ci si diverte senza un attimo di pausa a partire dalle ore 12 fino a sera.

Tra le prelibatezze anche la possibilità di assaggiare la Tamarenda, dolce tipico di Sant’ Ambrogio, poco conosciuto fuori dal rione ma veramente gustoso.

Stefano Morandini e Ada Tattini

Interessante il contributo dell’associazione Mani Maestre in rappresentanza di 30 espositori di opere artigianali <<Sono tutti espositori di qualità ossia lavori artistici e non banali dove vi è sempre un’idea creativa legata alla proposta dell’artigiano>>, dice Ada Tattini di Mani Maestre.

Attivi durante la festa anche laboratori creativi curati da Michele Mirabilia oltre al laboratorio di lettura in lingua inglese dedicato soprattutto ai bambini ma adatto pure ai profani.

Come nelle precedenti edizioni quest’anno si attuerà la politica ecologica della plastic free, cura dell’ambiente che coinvolge anche l’utilizzo delle auto per raggiungere il borgo, indicando la corretta alternativa con trasporti in navetta partendo dal piazzale del Palasport e altre fermate cittadine che portano al Sacro Monte.

Manifestazione che vede il coinvolgimento dell’amministrazione comunale oggi presente con l’assessore allo Sport e tempo libero Stefano Malerba <<Mi associo ai ringraziamenti per questo stupendo coinvolgimento dei privati, residenti del rione bravi a mantenere vivo questo stupendo luogo non solo con questo tipo di manifestazioni ma curandolo con grazie cura tutto l’anno>>.

Dello stesso tenore pure l’intervento della consigliera comunale Manuela Lozza <<Un esempio importante che evidenzia ancora una volta quanto siano importanti i rioni e le loro realtà. Attenzione confermata dalla stessa amministrazione comunale con varie iniziative che ha messo in atto negli ultimi anni>>.

L’organizzazione della parte musicale non poteva che essere ad appannaggio di Stefano

Residenti del rione che contribuiscono alla festa

Morandini dell’associazione Coopuf, anch’egli musicista, produttore, organizzatore ma soprattutto residente proprio a Sant’Ambrogio. Grazie a Morandini il caratteristico rione varesino si trasformerà nel palcoscenico ideale per i concerti di importanti artisti come The Bastards Sons of Dioniso o il folk rock dialettale dei Fio De La Serva (tra gli altri), con finale della manifestazione riservato ad una Jam Session di taglio jazzistico organizzato dal mitico organizzatore e talent scout Renato Bertossi, che da quest’anno ha scelto proprio il Circolo di Sant’Ambrogio come nuove sede concertistica della nota rassegna estiva di musica jazz.

Insomma una giornata in allegria e spensieratezza proprio come accadeva una volta dove i rioni occupavano un ruolo importante e fondamentale per ogni città.

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui