Vladimir Putin dichiara la legge marziale nella quattro regioni dell’Ucraina annesse alla Russia

0
211
Vladimir Putin (foto Ansa)

VARESE, 19 ottobre 2022-Il presidente russo Vladimir Putin oggi ha decretato la legge marziale nelle quattro regioni dell’Ucraina che Mosca ha annesso a settembre in misura unilaterale e ha conferito poteri di emergenza aggiuntivi ai capi delle regioni russe. Putin non ha immediatamente spiegato i passi che sarebbero stati presi in base alla legge marziale, ma la legislazione indica che potrebbe comportare restrizioni ai viaggi e alle riunioni pubbliche, una censura più severa e un’autonomia maggiore per le forze dell’ordine.

Il capo del Cremlino ha anche ordinato l’istituzione di un comitato di coordinamento per aumentare l’interazione tra le varie agenzie governative nell’affrontare i combattimenti in Ucraina, che ha continuato a chiamare “operazione militare speciale”.

Il decreto istituisce anche un regime di sicurezza rafforzata, descritto come un “regime di reazione di medio livello”, nella penisola di Crimea annessa nel 2014, così come nelle regioni russe di Krasnodar, Rostov, Belgorod, Briansk, Voronezh e Kursk, situate nei pressi della frontiera con l’Ucraina.(fonte rsi.ch)

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui