“Chissà se ci pensano ancora”, mostra di Lucia Pisanello allo Spazio Arte Carlo Farioli

0
188

BUSTO ARSIZIO, 21 ottobre 2022-Sono scatti rubati alla vita quotidiana, piccole scene in interno in cui donne di ogni età sono colte in momenti di intimità o solitudine i dipinti protagonisti della nuova  mostra personale di Lucia Pisanello, aperta al pubblico dal 22 al 30 ottobre 2022 allo Spazio Arte Carlo Farioli di Busto Arsizio. Il titolo Chissà se ci pensano ancora non è solo una citazione del celebre brano di Francesco De Gregori e Lucio Dalla, ma allude a una nostalgia, un pensiero vago, la persistenza di un ricordo che forse ancora può dolere, in qualche spazio del sé.

Margherita, Anna, Alice, Flora, Gilda, Dora, Elena, Adele, Linda, Valentina, Bianca, Gemma e Lola – questi i titoli delle opere – sono persone comuni, immerse nelle attività di tutti i giorni, come lavare i piatti, attendere nervosamente un messaggio sul telefono, stirare il collo nel corso di una estenuante giornata di lavoro a distanza, applicare una crema sul viso o consumare un pasto veloce sul tavolo della cucina; ma anche colte nel manifestarsi di una crisi emotiva o in un momento di riflessione dopo la doccia oppure dinanzi a un foglio su cui le parole stentano a farsi spazio.

Neppure per un momento, la dimensione della solitudine appare allo spettatore nei termini della disperazione o dell’isolamento, ma apre al contrario alla scoperta di nuove forme di creatività e libertà, forme che in tutta evidenza l’artista ha scovato per prime dentro di sé.
Perché ognuna di queste figure femminili rappresenta come in un prisma un aspetto della sua personalità. “Le ho amate tutte queste donne mentre ne dipingevo i tratti, rubando loro un frammento di intimità”, racconta Pisanello, che cita José Saramago: “La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o qualcosa che sta dentro di noi”.

Come ben spiega la critica d’arte Lara Scandroglio: “le larghe campiture di colore piatto ci riportano gli interni già sperimentati dall’artista e che richiamano le opere dell’americano Edward Hopper”, già omaggiate dall’autrice in occasione della mostra del 2017 “Qualcosa era successo” a Palazzo Branda Castiglioni di Castiglione Olona.

La mostra si potrà visitare da sabato 22 a domenica 30 ottobre 2022 nei seguenti orari: da giovedì a sabato dalle ore 16.30 alle 19; domenica dalle 10.30 alle 12 e dalle 16.30 alle 19.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui