Matteo Renzi sull’assoluzione dei genitori: “Nessuno si è scusato pubblicamente, nemmeno i miei compagni di partito”

0
320
Matteo Renzi con il padre (foto Ansa)

VARESE, 21 ottobre 2022- Nella sua newsletter settimanale il leader e senatore di Italia Viva Matteo Renzi, oltre che di politica ha parlato pure della vicenda giudiziaria che ha visto protagonisti i suoi genitori accusati di avere falsificato delle fatture e assolti in secondo grado martedì scorso dalla Corte d’Appello del Tribunale di Firenze.

“Umanamente per me è stata una settimana bellissima. L’assoluzione dei miei genitori a Firenze ha regalato alla mia famiglia una gioia indescrivibile”- dichiara Renzi nella sua newsletter- “ Ho commentato così, da figlio. Ma da politico devo aggiungere una cosa: come è possibile che nessuno avverta il bisogno di scusarsi pubblicamente per la mole di fango vergognosa che ci è stata gettata addosso? L’unico a fare questo ragionamento è stato un avversario politico, Guido Crosetto, in questo tweet. Ringrazio Guido. Ma gli altri? I miei ex compagni di partito hanno perso la voce? C’è stata una famiglia aggredita con violenza verbale, massacrata sui media e sui social. I miei sono stati arrestati e il tribunale ha annullato l’arresto. Sono stati assolti o archiviati in una decina di procedimenti da Cuneo a Genova, da Firenze a Roma. E la stessa sorte attende i procedimenti ancora aperti.

Hanno sopportato con dignità encomiabile questa campagna e sono stati meravigliosi i loro dieci fantastici nipoti che hanno sopportato le battutine dei fenomeni sui social. E neppure oggi gente che ha condiviso con me tante battaglie avverte il bisogno di fare un comunicato stampa o anche un semplice sms? Ma non vi rendete conto che qui non si sta parlando della famiglia Renzi ma della finita dignità della vita umana e della civiltà della giustizia?”

redazione@varese7press.it

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui