Vangelo Noi Festival, ad Assago più di 500 chiese evangeliche si sono riunite per la prima volta. Presente Franklin Graham

0
573
Il presidente della Regione Fontana con Franklin Graham

MILANO, 29 ottobre 2022- A Milano in questo momento si sta facendo la storia. Presso il Forum Mediolanum di Assago più di 500 chiese evangeliche si sono riunite per la prima volta e hanno lavorato fianco a fianco per condividere il Vangelo al Noi Festival.

La musica dal vivo per l’evento gratuito e adatto alle famiglie inizia alle ore 18.30, per un evento unico da oltre 10.000 mila persone.

«Non vedo l’ora di condividere con il popolo Italiano questa sera, l’amore di Dio» ha detto Franklin Graham, presidente di Billy Graham Evangelistic Association. «Chiunque riponga la propria fede e fiducia in lui può essere pedonato e avere una nuova vita!»

Noi Festival è un’iniziativa di Billy Graham Evangelistic Association (BGEA) e oggi pomeriggio il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’Onorevole Lucio Malan hanno dato il benvenuto in Italia a Franklin Graham durante un incontro privato al Forum, e portato il ringraziamento al team di medici e infermieri dell’organizzazione umanitaria internazionale Samaritan’s Purse, la prima organizzazione in Italia a fornire soccorso medico d’emergenza al culmine della pandemia realizzando un ospedale da campo a Cremona in meno di 36 ore e riuscendo a curare più di 280 pazienti. Ed è proprio nel ricordo di quei momenti, tra migliaia di persone ormai senza le mascherine, che si è aperto il Noi Festival di Assago.

Per ulteriori informazioni, visitare NoiFestival.itper scaricare video e fotografie, visitare il Press it.

CHI È FRANKLIN GRAHAM

Dal 1989, Franklin Graham ha intrapreso campagne evangelistiche in tutto il mondo tramite la Billy Graham Evangelistic Association. Quest’anno Graham ha condiviso la Buona Novella a Rio de Janeiro in Brasile, a Ulan Bator in Mongolia, in quattro città dell’Inghilterra e in sei città degli Stati Uniti. Il mese prossimo predicherà in tre città della Nuova Zelanda. Con il lavoro della Samaritan’s Purse, Graham ha potuto soccorrere rifugiati, vittime di guerra e di calamità naturali; i malati, i poveri e i sofferenti in più di 100 paesi del mondo, inclusa l’Ucraina devastata dalla guerra, dove la Samaritan’s Purse ha soccorso più di sette milioni di persone e curato migliaia di pazienti in varie cliniche e in due ospedali da campo.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui