Piazze aperte, a Varese un progetto per la valorizzazione dei quartieri. Aperto il bando

0
255
Varese vista dall'alto (foto varesenews.it)
VARESE, 31 ottobre 2022-E’ aperto il bando per presentare le manifestazioni di interesse per Piazze Aperte, il progetto di valorizzazione dei quartieri della città, attraverso interventi di rigenerazione di luoghi pubblici, a partire da una progettazione condivisa.

Le zone oggetto del progetto sono state individuate tramite i Consigli di Quartiere, e sono: via Sacro Monte, nel quartiere Sant’Ambrogio a partire da piazza del Milite Ignoto fino a inizio via Canetta; via Macchi nel quartiere della Schiranna; il parchetto di largo Ambrosoli ad Avigno; via Pietro Micca e via Castellini a Casbeno; nel centro cittadino, in via Como; piazza Spozio, via Presolana e via Tarvisio nel quartiere di San Fermo; via Brunico, tra scuola Collodi e scuola primaria Sacco, nel quartiere di Belforte;  i sentieri urbani di collegamento fra via Palazzi e viale Aguggiari, fra via Dassi e via Crispi, fra via Campestre e via Vannucci; via del Gaggio a Capolago, nell’area verde adiacente alla scuola Baracca; nella zona Ippodromo, il vialetto Cascina Oeur e il campo da calcio adiacente; piazza De Salvo nel quartiere delle Bustecche; via Lazio, ingresso ospedale, per il quartiere di Giubiano.
“Un progetto di rigenerazione urbana che mette al centro dell’attenzione i quartieri e che fa leva sulla partecipazione diretta dei cittadini, attraverso un percorso di condivisione con la pubblica amministrazione – dichiara l’assessore Andrea Civati.
“Sono state individuate le aree per gli interventi del progetto sperimentale Piazze Aperte, grazie ai Consigli di Quartiere che hanno indicato le aree per i possibili interventi con il coinvolgimento dei cittadini. Ora si entra in una seconda fase” spiega il consigliere Luca Battistella, promotore dell’iniziativa.
Il progetto è volto a perseguire gli obiettivi di rigenerazione urbana e mobilità sostenibile del Piano di Governo del Territorio e del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, valorizzando lo spazio pubblico come luogo di aggregazione al centro dei quartieri, ampliando le aree pedonali e promuovendo forme sostenibili di mobilità a beneficio dell’ambiente e della qualità della vita in città.  Per partecipare è richiesta una proposta progettuale che riconsideri le aree per favorire una migliore fruizione degli spazi, con interventi che ripensino le strade e le piazze come luoghi di interazione sociale, vitalità e ritrovo. L’intento è infatti restituire lo spazio urbano alla vita pubblica, con maggiore sicurezza per residenti e cittadini, pedoni, ciclisti. I concorrenti sono liberi di indicare eventuali linee guida per la sistemazione delle aree adiacenti.
L’obiettivo della valorizzazione dell’area dovrà essere perseguito attraverso l’attenzione alla sostenibilità economica e ambientale dell’intervento. L’importo massimo di spesa relativo all’esecuzione delle opere è di 50 mila euro per ogni intervento.
Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e l’attribuzione di quattro premi, comprensivi di rimborso spese: al primo classificato un importo di di 4mila euro, al secondo classificato un importo di 3 mila euro; al terzo 2 mila euro e infine al quarto mille euro. La Commissione giudicatrice può decidere all’unanimità di attribuire speciali menzioni o segnalazioni non retribuite. Per informazioni è possibile scrivere a lavori.pubblici@comune.varese.it. Le eventuali domande devono chiaramente riportare la dicitura: “Piazze Aperte”.
Il concorso è rivolto ad associazioni no profit; attività commerciali che si affacciano direttamente sugli spazi pubblici o che siano insediate nel territorio del Consiglio di Quartiere di riferimento; comitati genitori delle scuole; cittadini attivi: soggetti individuali o riuniti in formazioni sociali.
La presentazione della proposta di collaborazione potrà avvenire entro le ore 12:00 del giorno 30 novembre 2022. Tutta la documentazione di gara, con i requisiti di partecipazione e i dettagli, è disponibile sul sito del Comune di Varese.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui