Credit Suisse chiuderà una filiale anche in Ticino: uscita ‘morbida’ per i dipendenti in attesa di nuovo incarico

0
248

LUGANO, 9 novembre 2022-Credit Suisse chiuderà una filiale anche in Ticino. Non è ancora noto quale sarà e bisognerà attendere almeno un paio di giorni per saperne di più, anche perché la banca deve avvisare i dipendenti.

Secondo fonti RSI, ad ogni modo, la filiale in questione non fa però parte delle quattordici che la seconda banca elvetica ha intenzione di chiudere entro febbraio in Svizzera, bensì potrebbe essere oggetto di una conversione in sede di consulenza.

Le chiusure sono una delle misure di risparmio che porteranno alla sparizione di 2.000 posti di lavoro in Svizzera entro il 2025, si inseriscono in un contesto di trasformazione delle filali di banca, in cui lo sportello ricoprirà una rilevanza sempre minore a scapito di altri servizi come, appunto, la consulenza. I dipendenti licenziati avranno a disposizione un piano sociale che prevede, a dipendenza dell’età, un periodo fino a 12 mesi di tempo interamente pagato per trovare una nuova occupazione.(fonte rsi.ch)

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui