Scomparsa Maroni, intervista a Licata sindaco di Lozza: ”Il nostro paese gli ha sempre voluto bene. Il figlio Fabrizio é molto preparato e potrebbe seguire le sue orme”

0
391
Il sindaco di Lozza Giuseppe Licata con Maroni

VARESE, 22 novembre 2022- di GIANNI BERALDO-

Il sindaco di Lozza Giuseppe Licata (anche coordinatore provinciale di Italia Viva) Roberto Maroni lo conosceva bene, visto che l’ex Ministro abitava a Lozza con la famiglia da molti anni. Paese alle porte di Varese che Maroni amava particolarmente e dove si rifugiava sempre volentieri  lontano dai clamori della politica stando con i suoi tre figli Chelo, Fabrizio e Filippo e la moglie Emma Macchi.

Legame con Lozza che lo stesso Licata da noi contattato descrive «Era un pó di tempo che non lo vedevo. Siamo sempre stati orgogliosi di questa persona, di questo uomo e politico. Grati per quello che ha fatto come Ministro e Presidente di Regione. Insomma é un grande orgoglio avere avuto una persona che ha dato lustro al paese di Lozza. Personalmente ho sempre avuto un ottimo rapporto e stima dando vita a un’empatia reciproca».

Paese al quale Maroni ci teneva parecchio «Maroni ha amato Lozza, come Lozza ha

Fabrizio Maroni siede in consiglio comunale a Lozza

sempre voluto bene a lui. Lascia una famiglia esemplare. Per questo oggi é un giorno triste per tutta la comunitá», aggiunge Licata con il quale parliamo pure del figlio 21enne di Maroni, Fabrizio, che in qualche modo sta seguendo le orme del padre non con la Lega bensí con una lista di centrosinistra «é vero, Fabrizio sta facendo le sue prime esperienze politiche nel nostro Consiglio comunale dove é stato eletto e nella maggioranza con me. E’un ragazzo molto in gamba. Diciamo che sotto questo aspetto ha preso molto dal padre, se vorrá potrá avere certamente un futuro in politica».

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui