Le farmacie lombarde in campo contro la violenza sulle donne

0
255

MILANO, 8 dicembre 2022 – Stanze speciali presso polizia e carabinieri per ascoltare le vittime di violenze. Un dispositivo che lancia l’allarme e localizza le donne in pericolo. Migliaia di sacchetti che invitano a chiamare il 1522 distribuiti nelle farmacie. Anche quest’anno, per dire no alla violenza contro le donne, il Soroptimist International d’Italia sta sostenendo la campagna internazionale Orange the World promossa dall’ONU, da UN Women e dalla Federazione Europea del Soroptimist (SIE). Fino al 10 dicembre, Giornata Internazionale per i diritti umani, i Club italiani sono fortemente impegnati con iniziative e azioni di sensibilizzazione riconoscibili dal colore arancione, simbolo di un futuro senza violenza di genere.

A ciò si aggiunge l’iniziativa promossa del Soroptimist International Europe: “READ THE SIGNS”, per una mobilitazione di tutti i Club europei allo scopo di prevenire la violenza domestica riconoscendo in tempo quei segnali (gelosia, controllo, manipolazione, collera, ecc.…) che possono portare la relazione a diventare tossica e pericolosa. Stanno lavorando al progetto 32.000 soroptimiste presenti in 43 Paesi (39 in Europa, 3 in Medio Oriente – Israele, Kuwait, Dubai – e Haiti) per un totale di 1113 club coinvolti.

Il motto promosso dal Soroptimist D’Italia è: “NON ACCETTARE NESSUNA FORMA DI VIOLENZA – CHIAMA IL 1522”. 

Il 1522 è il numero telefonico gratuito di servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Attivo 24 h su 24, per tutti i giorni dell’anno da rete sia fissa sia mobile, con operatrici specializzate che accolgono le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking. E’ garantito il completo anonimato per favorire l’emersione del fenomeno della violenza intra ed extra familiare a danno delle donne. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza, offrendo informazioni utili e un orientamento verso il centro antiviolenza più vicino o i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale.

I Club di Lodi, Milano alla Scala e Monza con Federfarma lombardia, che sostiene il progetto, hanno fornito alle 1990 farmacie aderenti 90.000sacchetti con la scritta: NON ACCETTARE NESSUNA FORMA DI VIOLENZA – CHIAMA IL 1522”. I sacchetti saranno utilizzati per consegnare i farmaci.

La “Stanza tutta per sé” anche a Milano | Il Soroptimist ha inoltre creato in collaborazione con i Carabinieri e le Questure la “stanza tutta per sé”. Sono 206 stanze d’ascolto su tutto il territorio nazionale, una ora anche a Milano in via Copernico 32 (un’altra è in itinere). La “stanza tutta per sé” pensata dal Soroptimist è un luogo sicuro a cui le vittime di violenza possono accedere in totale riservatezza all’interno delle stazioni dei Carabinieri e nei posti di Polizia. In Italia si stanno occupando del progetto 5.265 socie.

Mobile Angel | Da poco è stata anche presentata l’ultima iniziativa del Soroptimist dedicata alla protezione delle donne vittime di violenza: “Mobile Angel”. In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Arma dei Carabinieri, Fondazione Vodafone Italia, Soroptimist Club Milano Fondatore e Soroptimist Club Milano alla Scala hanno annunciato un progetto pilota che prevede la consegna di un device a donne vittime di maltrattamenti. Il dispositivo con un sistema di allarme e di localizzazione permette di attivare la Centrale Operativa dell’Arma dei Carabinieri, permettendo così di intervenire tempestivamente. Il progetto arriva a Milano e Torino, dopo una sperimentazione a Napoli, e subito coinvolgerà 45 donne, che già hanno subito episodi di violenza o stalking.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui