Centro Didattico Scientifico del Parco Pineta di Tradate ha chiuso il 2022 con numeri record

0
275

TRADATE, 4 gennaio 2023-Si chiude un 2022 con numeri eccezionali per il Centro Didattico Scientifico del Parco Pineta di Tradate con oltre 11.000 i visitatori, tra studenti e famiglie, che hanno preso parte alle molteplici attività proposte. “Una scommessa vincente nella quale il Parco ha da sempre creduto – dichiara Mario Clerici, Presidente del Parco Pineta – Un Centro che diffonde la cultura scientifica con occasioni di riconnessione tra uomo e natura con uno sguardo al cielo sopra di noi”.

Il 2022 è stato caratterizzato dall’inaugurazione del nuovo EcoPlanetario, struttura che ha da subito accolto il grande interesse del pubblico. Oltre 80 eventi da maggio a dicembre gestiti da una nuova piattaforma di Cloud Ticketing System. – Non bisogna però pensare che sia stata questa novità a monopolizzare l’attrattività del luogo. L’andamento

Inaugurazione Planetario

della partecipazione alle iniziative proposte mette in evidenza la grande capacità di far cogliere e comprendere alla comunità la straordinaria ricchezza di opportunità di partecipazione e visita: dal meraviglioso sentiero della magia del bosco alle esperienze dedicate ai più piccoli promosse dalle  Guardie Ecologiche Volontarie e dallo staff della Cooperativa AstroNatura.

AstroNatura è la cooperativa sociale che gestisce le attività del Centro sia in occasione di iniziative rivolte al pubblico, in sinergia con le indispensabili GEV, sia al mondo scolastico con oltre 30 esperienze didattiche. Più di 4000 gli studenti coinvolti che diventano 9000 se si contano anche le attività promosse dal Centro Didattico sul territorio dell’Ambito Territoriale Insubria Olona. Una rete importante strutturata grazie a partnership di rilievo come con il Comune di Tradate e l’Associazione di Promozione Sociale “I Benandanti”. Vale una menzione il nuovo progetto, condotto nell’ambito dei “Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento” e nato dalla collaborazione pluriennale con l’ISISS Geymonat di Tradate, che porterà, da dicembre a maggio, alcuni studenti dell’istituto a gestire in prima persona le attività di accoglienza e di customare satisfaction rivolta ai visitatori del Centro in occasione delle aperture domenicali.

Indispensabili, non solo in termini economici ma anche per suggellare il valore del progetto, il sostegno di realtà filantropiche del territorio; prime fra tutte la Fondazione Cariplo e la Fondazione Comunitaria del Varesotto i cui contributi hanno permesso la messa a terra di progetti innovativi tra i quali i LibroGame Live e proposte laboratoriali basate sul metodo didattico STEAM culminate con la realizzazione del primo congresso internazionale extra USA del Transcontinental Educator Artist Collective for Humanity in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano.

” La passione è la chiave di tutto senza la quale certi risultati sono irraggiungibili. I nostri volontari sono l’anima della struttura che operano in perfetta sinergia con lo staff di AstroNatura verso risultati sempre più straordinari”, conclude Clerici.

Il 2023 si apre con grandi prospettive: infatti sono già 4500 gli studenti prenotati per le attività didattiche del primo semestre

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui