sabato, Maggio 18, 2024
HomeHuman Rights-Diritti UmaniGiornata della Memoria, l’associazione OrMe – Ortica Memoria di Milano presenta il...

Giornata della Memoria, l’associazione OrMe – Ortica Memoria di Milano presenta il reading teatrale ‘Il ponte dei corvi. Diario di una deportata a Ravensbruck’

MILANO, 26 gennaio 2023-In occasione della Giornata internazionale in Memoria delle vittime della Shoah, l’associazione OrMe – Ortica Memoria di Milano presenta il reading teatrale “Il ponte dei corvi. Diario di una deportata a Ravensbruck” tratto dall’omonimo libro di Maria Massariello Arata e interpretato dall’attrice Elena Cerasetti, accompagnata al pianoforte dal maestro Carlo Cialdo Capelli.

Maria Arata, figlia di un socialista perseguitato dal fascismo, partecipò alla Resistenza a Milano. Fu arrestata nel 1944 e deportata nel lager femminile di Ravensbruck, dove tra il ‘39 e il ‘45 furono internate 120mila donne provenienti da tutta Europa. Attraverso una selezione di scritti tratta dal suo diario, la performance ripercorrerà il lungo calvario di sofferenze delle donne nei campi di concentramento.

“La performance vuole mettere in luce un aspetto poco raccontato della deportazione nei campi di concentramento: la storia delle donne, dei loro corpi e delle loro anime, la paura e la speranza di tornare”, spiega Elena Cerasetti, attrice e drammaturga dell’associazione OrMe – Ortica Memoria di Milano. “In questa Giornata celebriamo la Memoria, che per queste donne, le poche che sono riuscite a sopravvivere, ha significato sofferenza. La difficoltà di reinserirsi nella società, la distanza con il mondo reale, l’urgenza di ricordare e di testimoniare. Quando si racconta un dramma umano, si dimentica che quel dramma è fatto di carne, è iscritto nella carne, fa parte per sempre del nostro corpo. E, forse, l’unico modo per lenire il dolore che ne deriva è raccontarlo, dare a nostra volta al dolore un corpo affinché diventi tangibile e narrabile agli altri. L’unica cura possibile è farne un racconto affinché quel dramma non si ripeta più”, conclude Cerasetti.

L’appuntamento è per sabato 28 gennaio alle ore 20.30 all’Auditorium “Stefano Cerri” di via Valvassori Peroni, 56, a Milano. Ingresso libero. 

Sarà presente Lucia Massariello, figlia di Maria Arata, autrice  del libro “Il ponte dei corvi. Diario di una deportata a Ravensbruck”. 

L’evento si aprirà con una tavola rotonda sul tema della Memoria al femminile e la deportazione delle donne nei campi di concentramento, con la partecipazione di Massimo Castoldi, Professore di Filologia italiana all’Università di Pavia, la Dottoressa Roberta Cairoli, ricercatrice della Fiap (Federazione Italiana Associazioni Partigiane) e dell’Istituto di Storia contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como. Modera l’incontro il Consigliere delegato alla Memoria del Municipio 3, Sergio Boniolo. Saranno presenti Caterina Antola, Presidente del Municipio 3, e Valeria Borgese, assessora Cultura, partecipazione e politiche di genere del Municipio 3.

L’evento è organizzato dal Municipio 3 di Milano in collaborazione con l’associazione OrMe – Ortica Memoria, Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Aned (Associazione Nazionale Ex Deportati nei campi nazisti), Anppia (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti), Anpc (Associazione Nazionale Partigiani Cristiani) e Fiap (Federazione Italiana Associazioni Partigiane).

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular