mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeEcologia e AmbienteAgricoltura e allevamenti intensivi in Lombardia, Alberti (M5S): ''Noi siamo a fianco...

Agricoltura e allevamenti intensivi in Lombardia, Alberti (M5S): ”Noi siamo a fianco degli agricoltori da sempre”

MILANO, 29 gennaio 2023-Il Consigliere regionale Dino Alberti (M5S) interviene sul tema dell’Agricoltura e allevamenti intesivi: «L’Assessore Rolfi è un disco rotto, le sue parole rispecchiano il vuoto lasciato dalla sua Giunta negli ultimi cinque anni. Anni durante i quali non sono stati capaci di introdurre nessuna misura, per contrastare le gravi crisi che hanno colpito sia gli imprenditori agricoli che gli allevatori. Cosa ancor più grave, sottolineano la totale incapacità nel leggere il presente, al fine di produrre una visione che possa accompagnare il mondo agricolo in futuro lontano dalle crisi che Rolfi negli ultimi anni è stato incapace di governare. L’Assessore uscente, così come tutto il centrodestra, sa solo agitare qua e là slogan vecchi di dieci anni contro il Movimento Cinque Stelle. La sua politica è arida come la siccità che ha condannato le imprese lombarde la scorsa estate e che continuerà a condannarle, se a governare questa Regione resterà chi ancora nega l’evidenza del cambiamento climatico e i suoi effetti.
Il M5S è al fianco degli agricoltori, soprattutto dei più piccoli e di coloro che non si sentono rappresentati dalle principali sigle sindacali, perché l’intero settore faccia il salto di qualità che tutti si aspettano. Conosciamo e riconosciamo le eccellenze lombarde ma di fronte a epidemie, crisi energetiche e idriche, anche le eccellenze non possono nulla se a governare resteranno soggetti capaci solo di auto-lodarsi, negare l’evidenza delle crisi e gettare fango contro gli avversari politici.
Le fake-news dell’Assessore Rolfi si smentiscono da sole. In sede di bilancio, lo scorso dicembre, il Consiglio regionale all’unanimità, quinti anche con i voti del centrodestra, ha votato un ordine del giorno che prevede: una moratoria alle nuove autorizzazioni per nuovi impianti-ampliamenti di allevamenti intensivi a causa dei contesti ambientali, sanitari ed economici; di avviare un’interlocuzione con il Governo affinché venga valutata una moratoria sull’utilizzo del materiale agricolo derivante da colture agrarie in ingresso negli impianti di produzione biogas e biometano. E infine, prevede siano predisposti progetti specifici, nonché sostegni economici, da erogare attraverso bandi rivolti agli imprenditori agricoli, finalizzati alla transizione a un’agricoltura e a un allevamento sostenibili. Incentivando: la formazione per imprenditori agricoli, la variazione di metodologie di allevamento e agricoltura, sostegni per le possibili diminuzioni temporanee di reddito dovute alle eventuali riduzioni di capi allevati, strumenti per il miglioramento della gestione delle risorse idriche e strumenti per il miglioramento della gestione dei reflui zootecnici e le emissioni in atmosfera.
Quindi chiedo all’assessore Rolfi, sforzandomi di abbassarmi al suo modo di argomentare: anche la Lega e il centrodestra lombardo sono contro il mondo agricolo e contro gli allevamenti intensivi? Preferisco però non abbassarmi al suo livello da misero spot elettorale. Semplicemente dico che, come giusto che sia, l’intero Consiglio regionale ha riconosciuto che urge un salto di qualità, che deve passare prima di tutto da uno stop all’apertura di nuovi impianti di allevamento intensivi salvaguardando l’esistente» così il Consigliere regionale Dino Alberti, risponde alla polemica sollevata dall’Assessore Rolfi.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular