lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeEcologia e AmbienteParco Nord Milano, al via la pianificazione per recuperare le aree in...

Parco Nord Milano, al via la pianificazione per recuperare le aree in stato di degrado

SESTO SAN GIOVANNI, 30 gennaio 2023 – Il nuovo anno si apre con la pubblicazione sul BURL dell’avviso di approvazione del Piano di Settore per la riorganizzazione funzionale del Parco Nord Milano.

Il Piano di settore è un documento strategico necessario a dare completa attuazione alle previsioni del Piano Territoriale di Coordinamento, in particolare in riferimento alle aree interessate dalla presenza di strutture produttive, tecnologiche, industriali, artigianali o altre attività private, che risultano essere in uno stato di degrado e richiedono interventi di ristrutturazione urbanistica e riqualificazione ambientale.

Con l’approvazione del Piano di settore il Parco acquisisce quindi uno strumento urbanistico che permette di avviare la pianificazione e il dialogo con i privati al fine di recuperare spazi e suolo nell’area protetta dal degrado e garantire al privato qualità e sicurezza nel proprio investimento.

Nello specifico, i diversi ambiti della zona di riorganizzazione funzionale sono i seguenti: via Balossa e via Mangiagalli a Cormano; Bruzzano, via Giuditta Pasta (nord e sud – via Minuziano, ex-autodemolitori), via Leone da Perego a Milano; via Carolina Romani e via Per Bresso, Cinisello Balsamo; via XX Settembre a Bresso.

“Questo è un passo importante che conclude l’iter della pianificazione del parco iniziato nel 2020 con l’approvazione della variante generale al PTC del Parco Nord Milano. I progetti individuati mirano a intervenire direttamente sulle aree degradate all’interno del Parco in collaborazione con le attività private oggi esistenti. Con una destinazione urbanistica chiara infatti, il privato può fare degli investimenti seguendo i criteri del Piano in ottica di riqualificazione e miglioramento della funzionalità dei servizi” – commenta Marzio Marzorati, Presidente di Parco Nord Milano –  “Sono molto soddisfatto del lavoro svolto dagli architetti del Servizio progetti del Parco che ancora una volta hanno dimostrato di saper progettare con una visione lungimirante di miglioramento dei servizi ecosistemici e maggiore fruizione ambientale, con attenzione al paesaggio e alla bellezza dei sistemi naturali. Un aspetto fondamentale del Piano approvato è l’incremento della disponibilità alla pubblica fruizione e l’incoraggiamento a interventi legati alle energie rinnovabili e all’invarianza idraulica quali elementi di qualificazione dell’attività del privato”.

Il Piano di Settore e la relativa documentazione sono consultabili sul sito del Parco qui.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular