martedì, Aprile 23, 2024
HomeVarese e provinciaFunivia di Monteviasco, dopo riunione in Prefettura si pensa a un'apertura provvisoria

Funivia di Monteviasco, dopo riunione in Prefettura si pensa a un’apertura provvisoria

VARESE, 3 marzo 2023-Si è tenuta nella mattinata odierna presso la Prefettura di Varese una riunione presieduta dal Prefetto Salvatore Pasquariello, avente ad oggetto il punto situazione sulle iniziative in corso per la riattivazione della funivia “Ponte di Piero – Monteviasco”, chiusa dal novembre 2018 dopo la tragica morte del manutentore.

Vi hanno partecipato il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il Presidente della Provincia Marco Magrini, il Presidente della Comunità Montana Valli del Verbano Simone Castoldi, il Vicepresidente del Consiglio regionale Giacomo Cosentino, un Consigliere comunale delegato dal Sindaco del Comune di Curiglia con Monteviasco, il Presidente dell’Agenzia per il trasporto pubblico locale di Como Lecco e Varese Gianluigi Cartabia e rappresentanti della  Direzione Infrastrutture, Trasporti e Mobilità della Regione Lombardia, dell’Ufficio Territoriale dell’Insubria di Varese della Regione Lombardia, dell’Agenzia nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie delle Infrastrutture stradali e autostradali (ex Ustif) e di Ferrovienord.

L’incontro ha fatto seguito a quello dello scorso 16 novembre 2022 ed ha rappresentato l’occasione per un ulteriore aggiornamento sulle problematiche legate alla chiusura dell’impianto funiviario e sulle soluzioni per la sua riapertura.

Nel corso della riunione, il Presidente dell’Agenzia TPL ha evidenziato che è in corso di completamento l’elaborazione del bando di gara europea e l’acquisizione dei pareri di altri Enti e Uffici per la gestione in capo ad un unico soggetto delle sette funivie del comparto Varese-Como-Lecco. In particolare, è stato confermato che, come da programma, a dicembre 2022 l’Agenzia per il Trasporto pubblico locale ha provveduto alla pubblicazione dell’“avviso di pre-informazione” avente ad oggetto il lotto di gara ricomprendente i 7 impianti che l’Agenzia stessa ha in gestione, ovvero: Funicolare Como – Brunate, Funivia di Argegno – Pigra, Funivia di Malnago – Piani d’Erna, Funivia di Margno – Piani delle Betulle, Funivia di Moggio – Piani di Artavaggio, Funivia di Curiglia con Monteviasco, Funicolare di Varese Vellone – Sacro Monte di Varese.

La gestione dell’impianto funiviario di Monteviasco potrebbe registrare, infatti, delle perdite di esercizio; di contro, quella di Como, per esempio, ha una gestione più che virtuosa. Il gestore unico prenderebbe in affidamento le sette funivie e potrebbe compensare perdite e profitti. Si tratta di un bando complessivo che incentiva a gestire il servizio ad una  comunità interprovinciale, l’unica soluzione di medio – lungo periodo con il carattere della solidità e della continuità, tenuto anche conto che fino a oggi non hanno avuto esito positivo le varie gare e manifestazioni d’interesse pubblicate dall’Agenzia Tpl per la sola gestione della funivia di Curiglia con Monteviasco.

Nella riunione si è anche deciso che, nelle more dell’espletamento della  gara europea summenzionata, si proceda in parallelo ad individuare una soluzione provvisoria e a breve termine per la gestione della funivia di Curiglia con Monteviasco. A tale riguardo,  è in programma un’altra riunione la prossima settimana con rappresentanti della Regione, della Provincia, del Comune di Curiglia con Monteviasco, dell’Agenzia Tpl e di  Ferrovienord.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular