domenica, Febbraio 25, 2024
spot_img
HomeSpettacoli e CulturaTempo LiberoVarese. Per la Festa della Candelora riapre il Santuario della Schiranetta

Varese. Per la Festa della Candelora riapre il Santuario della Schiranetta

VARESE, 1 febbraio 2024-«La devozione al santuario della “Schiranetta”, è fortemente radicata nella parrocchia di Casbeno e in tutta la città» dice monsignor Panighetti, parroco di Casbeno e prevosto di Varese.

Il 2 febbraio ricorrono la Presentazione di Gesù al Tempio, meglio conosciuta come la “Festa della Candelora”, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti” e festa della Purificazione di Maria

E proprio nei prati del quartiere sorge il piccolo santuario dedicato a Santa Maria della Purificazione, che nel giorno della festa liturgica e nel fine settimana successivo accoglie una festa religiosa e attività ricreative.

«Venerdì 2 febbraio, alle 14.45 – prosegue il sacerdote – è prevista la processione a partire dal numero 58 di via Ciro Menotti con la benedizione di candele e “mentoni” e alle 15 la messa nel santuario».

Domenica 4 febbraio alle 11 don Piergiorgio Solbiati celebrerà la messa. Nel pomeriggio il programma religioso prevede alle 14.30 la preghiera e alle 15, il rito della benedizione delle gestanti presieduto da monsignor Panighetti.

«Le mamme in attesa si accostano a questo momento di preghiera con devozione per chiedere sostegno per sè e per il nascituro».

Il minuscolo edificio romanico, infatti, custodisce una rappresentazione della “Madonna del latte” alla quale si deve il culto osservato in particolare delle future mamme che nel tempo l’hanno omaggiata di ex voto, riconoscenti della grazia ricevuta.

«Dopo anni in cui la tradizione è rimasta con una formula più ridotta, quest’anno i volontari della parrocchia si sono impegnati per tornare alla modalità del passato».

Nella giornata di domenica 4 si svilupperà il programma ricreativo: dalle 10, il prato del santuario ospiterà le bancarelle di prodotti tipici locali tra cui i fiori, dalle primule alle viole, salumi e formaggi, prodotti da forno come il tipico “pan meino”. Saranno presenti anche alcune realtà della parrocchia dio San Vittore di Casbeno come il gruppo Terza Età “Filo D’Argento”. Alle 12 invece aprirà il banco gastronomico per il pranzo e per le frittelle al pomeriggio.

La chiesetta sarà aperta per la visita personale dalle 14 alle 18 di venerdì 2 e dalle 8 alle 18 di domenica 4. Quanto ricavato dalla festa sarà utilizzato per le opere di manutenzione del santuario.

In caso di maltempo il programma ricreativo potrebbe subire alcune variazioni.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular