venerdì, Maggio 31, 2024
HomeSportHockey, gli Azzurri vincono contro la Corea del Sud. Retrocessa l'Under 18

Hockey, gli Azzurri vincono contro la Corea del Sud. Retrocessa l’Under 18

VARESE, 21 aprile 2024-Terza amichevole pre-Mondiale per la Nazionale italiana, che alla Würth Arena di Egna si impone per 4 a 0 sulla Corea del Sud: di Zanetti (doppietta), Hannoun e Felicetti le marcature azzurre. Nelle prossime ore il coaching staff deciderà gli ultimi tagli per definire il roster che parteciperà alla rassegna iridata. L’Italia tornerà sul ghiaccio per le prossime amichevole il 23 aprile (ore 19:30) a Merano contro l’Ungheria e il giorno dopo (ore 19:00) nuovamente a Egna contro la Corea del Sud.

La cronaca. Coach Pelino lascia a riposo Vallini, Fadani, Pietroniro, Trivellato, Larkin, Frigo, Mantenuto, Gazley, Salinitri, Kostner e Frank.

Match dai ritmi piuttosto blandi, con l’Italia che prova a fare la partita e in powerplay crea la prima occasione con Ivan Deluca. Ci provano poi Finoro e Marchetti, che non riescono a superare la guardia di Ha. Bernard è quasi inoperoso e il primo a rendersi pericoloso per la Corea è Jinhui Ahn, che colpisce l’esterno della rete con il rovescio. Al 12:34 gli Azzurri trovano la rete del vantaggio: incomprensione dietro la porta tra Ha e Yuchan Kong, Marchetti serve Hannoun che deve solo depositare a porta vuota. Prima della sirena c’è spazio per le chances create da Mantinger e Zanetti, ma al riposo l’Italia è avanti con il minimo scarto.
Dopo aver resistito in penalty killing, gli Azzurri sprecano due interi minuti di doppia superiorità numerica: tante le occasioni create, con Amorosa, Finoro e Zanetti, mentre Hannoun colpisce la parte alta della traversa. Padroni di casa che tirano di più verso la porta di Ha, che concede diversi rebound, ma riesce comunque a cavarsela. Nel finale di frazione l’Italia non concretizza un 2 contro 1, con Marchetti a concludere sul corpo di Ha, mentre Bernard si concede una delle poche parate della serata su Yuchan Kong.

Gli Azzurri sbloccano il powerplay al 42:51, con Zanetti che da due passi trasforma in goal l’assist di Marchetti. La partita procede senza grossi sussulti, con Bernard sempre attento sugli sporadici tentativi coreani e l’Italia invece che in diverse occasioni va vicino al tris. Il 3 a 0 arriva al 53:56, quando Zanetti centra la doppietta personale sul disco d’oro apparecchiatogli da Purdeller. Prima della sirena finale c’è spazio per Bernard, che tiene inviolata la propria porta, e per il goal in powerplay di Felicetti, che ribadisce in rete un disco rimasto sulla linea a 6 secondi dal termine.

La U18 retrocede in seconda divisione
Serata amara per la Nazionale U18 al Mondiale Divisione I Gruppo B di Tallinn, in Estonia. Gli Azzurrini escono sconfitti per 4 a 2 nello scontro diretto per la retrocessione contro la Corea del Sud e il prossimo anno saranno quindi costretti a ripartire dalla Divisione II Gruppo A. La Slovenia sale invece in Divisione I Gruppo A.

I ragazzi di coach Chizzali partono con un buon piglio, girando bene il disco senza però colpire il bersaglio grosso. Al 04:53 sono i coreani a centrare il vantaggio, al termine di una lunga azione conclusa con la rete di Lim Sungkyu (4′:53). Il match prende ritmo nella seconda parte di frazione, ma è nel periodo centrale che l’Italia pareggia i conti: al 25:05 Prast fa suo il disco a centro pista, si incunea nel terzo d’attacco e, resistendo a un avversario, infila l’1 a 1. Azzurrini che sfiorano anche il vantaggio in contropiede, con l’esultanza italiana che viene strozzata dal “no goal” arbitrale dopo una mischia davanti alla gabbia. La Corea del Sud invece non perdona e al 34:10 torna a condurre grazie Kwak Junsu. L’attaccante coreano è protagonista anche in avvio di terzo tempo, quando dopo appena 14 secondi la sua conclusione viene deviata in rete da Lim Sungkyu. La reazione italiana è ancora sulla stecca di Prast, che al 44:44 riporta in partita gli Azzurrini con un bel diagonale che fulmina l’estremo difensore avversario. Non c’è però più modo di bucare la guardia di Koh e nel finale arriva l’empty-net-goal di Mookyung Kang che sancisce il definitivo 4 a 2.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular