domenica, Giugno 23, 2024
HomeEcologia e AmbienteL’Università Iuav di Venezia ai Maritime Days in Danimarca, l’evento più rilevante...

L’Università Iuav di Venezia ai Maritime Days in Danimarca, l’evento più rilevante per la comunità marittima europea

VARESE, 28 maggio 2024-Il mondo del mare si dà appuntamento in Danimarca, ai Maritime Days della Commissione Europea che si terranno a Svendborg il 30 e il 31 maggio: due giorni di incontri sull’economia blu sostenibile che riuniscono tutta la comunità marittima d’Europa.

L’Università Iuav di Venezia parteciperà alle giornate insieme a CNR per presentare  i progetti di ricerca sulla pianificazione spaziale del mare, la disciplina che si occupa dello sviluppo efficiente e sostenibile degli usi e dell’occupazione del mare, oggi in costante crescita.

I Maritime Days saranno l’occasione per far conoscere a livello europeo i nuovi corsi di laurea magistrale che Iuav attiverà nell’ambito del progetto Venezia Città Campus, inaugurando il polo dell’acqua strategico per Venezia e per il suo futuro: Mobilità sostenibile e connessioni intelligenti in ambienti marini e costieri e Ingegneria per le energie rinnovabili in ambienti costieri.

A questi si aggiunge il nuovo percorso Scienza e progettazione per lo spazio costiero e marittimo nell’ambito del corso di laurea magistrale in Urbanistica e Pianificazione per la transizione.

I nuovi corsi di studio, tutti in lingua inglese e rivolti a un pubblico sia internazionale che italiano, intercettano la necessità di profili specialistici oggi richiesti dal mondo del lavoro, figure professionali di manager delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, in particolare negli ambienti marini e costieri: una nuova frontiera da gestire e progettare con competenze specialistiche, per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibili previsti dal Blue Deal europeo.

Commenta Francesco Musco, coordinatore della Ricerca:

«Iuav, insieme al polo scientifico veneziano, sta assumendo un ruolo sempre più strategico nel contesto mediterraneo, grazie alle molte competenze scientifiche e disciplinari in materia di pianificazione spaziale del mare messe a disposizione della commissione europea nella gestione della “transizione sostenibile blu” che l’ateneo coordina, con CNR Ismar e Corila. Oggi, con le proposte di nuovi corsi di studio legati alla salvaguardia e allo sviluppo sostenibile degli ambienti costieri e marini, il nostro Ateneo consolida ulteriormente il proprio impegno decennale sulla frontiera della pianificazione dello spazio marittimo. E Venezia non può che essere il luogo ideale per affrontare tali tematiche e per ospitare il polo dell’acqua, che si candida come punto di riferimento internazionale per i nuovi modelli di gestione degli spazi acquei e degli ambienti costieri». Appuntamento quindi allo stand “Maritime Spatial Planning Projects”.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular