La denuncia di Legambiente: “A Varese si pensa a parcheggi gratis per Natale quando altre città combattono lo smog”

VARESE, 7 novembre 2019-“Milano fa l’area B e noi pensiamo che i regali di Natale siano spazi gratis per le auto?” E’ il commento a caldo di Valentina Minazzi, presidente di Legambiente Varese e appena nominata vicepresidente regionale del Cigno Verde.
Il commento si riferisce all’ipotesi in discussione tra sindaco e commercianti per la gratuità dei parcheggi in alcune zone di Varese per il periodo natalizio. Come l’associazione ambientalista dice da sempre, l’idea di rendere gratuiti i parcheggi non fa bene a nessuno: ai cittadini, prima di tutto, che avranno un netto peggioramento della qualità dell’aria.”Il comune – continua Minazzi – ascolti anche la voce dei cittadini che vogliono respirare, e magari passeggiare con più tranquillità sotto le feste, facendo shopping con calma, come se Varese fosse un grande e comodo centro commerciale. Siamo sicuri che, oltre che ai cittadini, questo gioverebbe anche ai commercianti. La nostra proposta è quindi di allargare l’area pedonale, proprio sotto le feste.

 Del resto, per ora a Varese la zona pedonale corrisponde a 0,24 metri quadri per abitante, secondo la nostra indagine nazionale Ecosistema UrbanoSotto Natale sarebbe una buona occasione per rilanciare invece il park&bus e lasciare le macchine nei parcheggi di interscambio. La gratuità dei parcheggi possiamo lasciarla per Ferragosto”.




E’ Pescara la cittá con la mobilitá piú green: premio consegnato all’ EICMA di Milano

PESCARA, 6 ottobre 2019-Il Comune più green per la mobilità del 2019 è Pescara. È stato consegnato martedì 6 novembre 2019 a Milano, nell’ambito di EICMA, Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo, l’Urban Award, il premio per la mobilità sostenibile, ideato da Ludovica Casellati, direttore di Viagginbici.com e founder della collezione Luxury Bike Hotels. Secondo e terzo premio a Fiumicino e Grisignano di Zocco (Vi) e una menzione speciale al Comune di Bari.

A premiare i Comuni vincitori, oltre a Ludovica Casellati, erano presenti l’ambassador dell’Urban Award Matteo Marzotto, il presidente di Anci Antonio De Caro, l’AD di Openjobmetis Rosario Rasizza, il presidente della Fondazione Iseni Y Nervi Fabrizio Iseni, il Presidente di Eicma Andrea Dell’Orto.

Tante e diverse le progettualità inviate, tutte corredate da una documentazione scrupolosa, con immagini e video.

“I Comuni italiani iniziano a crederci, hanno capito che la mobilità sostenibile è l’unica strada percorribile – ha sottolineato il presidente della giuria Ludovica Casellati. – L’obiettivo di Urban Award è quello di innescare una gara virtuosa tra i Comuni affinché investano sulla mobilità sostenibile come le città premiate. Tante le idee nuove, particolari e curiose arrivate a questa edizione di Urban. La ciclopolitana di Pescara è perfettamente in linea con il premio, perché riproducibile in altre realtà; divertenti e innovative le idee di Grisignano per sensibilizzare i cittadini alla mobilità dolce; importanti gli incentivi all’acquisto di biciclette anche elettriche della città di Bari”.

Pescara, vince per la ciclopolitana e il bike trial

Unanime il giudizio della giuria nel decretare vincitore della terza edizione di Urban Award il Comune di Pescara con il progetto PESOS, Pescara SOSTenibile, che propone iniziative e incentivi per coloro che si recano al lavoro in bicicletta. Il Comune promuove forme di trasporto alternative all’auto privata, dalla mobilità condivisa, al trasporto pubblico, alla ciclabilità. A colpire favorevolmente la giuria il progetto bike trial: i dipendenti delle aziende che aderiscono al progetto possono utilizzare per un mese una delle 140 city bike o bici pieghevoli, entrambe a pedalata assistita, messe a disposizione gratuitamente dal Comune.

Il Comune di Pescara, in quanto vincitore del primo premio, avrà la possibilità di ospitare un viaggio stampa organizzato da Urban Award, che consentirà l’ampia promozione ai media del progetto di mobilità sostenibile premiato.

 




Flora e fauna provinciale, un mondo tutto da scoprire: presentazione della Lipu al Salone Estense

VARESE, 6 novembre 2019-“Flora, fauna e altre vite” (edito da Studio Corraini) è un volume unico, in cui gli autori guidano il lettore alla scoperta di una materia tanto affascinante quanto fondamentale per il futuro del pianeta, la conservazione della natura, coniugando tre linguaggi diversi, dando vita a un libro che racconta, con illustrazioni, schede informative e racconti, le specie e gli habitat delle Prealpi varesine, descrivendone le caratteristiche e lo stato di salute.

Appuntamento martedì 12 novembre alle ore 17.30, presso il Salone Estense del Comune di Varese per conoscere come è nato il libro direttamente dai protagonisti e poterne avere una copia omaggio.

L’opera, realizzata dallo Studio Corraini, è parte del piano di comunicazione, curato da Lipu, del progetto Corridoi Insubrici, il network a tutela del capitale naturale insubrico, che nasce per dare continuità agli interventi realizzati sul territorio della provincia di Varese.

Il coordinatore del progetto è il Parco del Campo dei Fiori, con uno speciale partenariato composto da Provincia e Comune di Varese, Comunità Montana Valli del Verbano, Università dell’Insubria, Lipu, Oikos, Legambiente, con l’insostituibile sostegno della Fondazione Cariplo.

Tutti i dettagli su lipu-varese.it




L’allarme di 11mila ricercatori: ”La Terra é in piena emergenza climatica, bisogna cambiare subito abitudini”

VARESE, 5 novembre 2019-La Terra è in piena “emergenza climatica”, e “indicibili sofferenze umane” saranno inevitabili, senza cambiamenti profondi e duraturi nelle attività umane che contribuiscono alle emissioni di gas serra e ai cambiamenti climatici. Lo affermano, in uno studio sulla rivista BioScience, più 11.000 ricercatori di 153 Paesi, tra cui circa 250 italiani. La dichiarazione di emergenza climatica è basata sull’analisi di 40 anni di dati scientifici. I ricercatori propongono sei misure urgenti per fare fronte ai danni della febbre del pianeta.
I primi firmatari della ‘dichiarazione di emergenza climatica’ sono Thomas Newsome, dell’Università australiana di Sydney, William Ripple e Christopher Wolf, dell’Università statale americana dell’Oregon, Phoebe Barnard, dell’Università sudafricana di Cape Town e William Moomaw, dell’Università americana Tuft.

“È un obbligo morale per noi scienziati lanciare un chiaro allarme all’umanità in presenza di una minaccia catastrofica”, scrivono gli esperti. I firmatari puntano, ad esempio, il dito su diversi “segnali dell’attività umana”, come la riduzione globale della copertura degli alberi, della crescita delle popolazioni animali o lo scioglimento dei ghiacci.

Sei gli obiettivi chiave per gli scienziati: la riforma del settore energetico puntando sulle rinnovabili, la riduzione degli inquinanti, la salvaguardia degli ecosistemi naturali, quella delle popolazioni garantendo più giustizia sociale ed economica, l’ottimizzazione delle risorse alimentari riducendo il consumo di carne, e il passaggio ad una economia ‘carbon free’, senza emissioni di carbonio.

Occorrono – scrivono gli esperti – profonde trasformazioni dei modi in cui le società globali funzionano e interagiscono con gli ecosistemi naturali”. Gli scienziati sottolineano anche la presenza di segnali positivi e incoraggianti, come una maggiore consapevolezza dei rischi legati ai mutamenti del clima, soprattutto tra gli studenti e le giovani generazioni. “Molti cittadini stanno chiedendo un cambiamento per sostenere la vita sul nostro Pianeta, la nostra sola casa e – concludono – diverse comunità, Stati e province, città e imprese stanno iniziando a rispondere”.(ANSA)




Discariche e inquinamento ambientale: dalla Regione un aiuto economico a Comuni del varesotto

VARESE, 31 ottobre 2019- Grazie al 10% dell’ecotassa, l’assessorato all’Ambiente e Clima con l’assessore Raffaele Cattaneo, ha pensato bene di erogare fondi per un totale 1.312.946 euro a 40 Comuni della Regione (tra cui 7 in provincia di Varese),  tra quelli sede di discariche o impianti di incenerimento senza recupero energetico o comunque classificati esclusivamente come impianti di smaltimento mediante l’operazione “D10 Incenerimento a terra”.

Incentivi che vanno a compensare le ricadute ambientali derivanti da certi impianti presenti in quei territori.

GLI INTERVENTI AMMESSI – La quota di contributo speciale definita con questo provvedimento dovra’ essere utilizzata per interventi volti al miglioramento ambientale del territorio interessato, alla tutela igienico-sanitaria dei residenti, allo sviluppo di sistemi di controllo e di monitoraggio ambientale e alla gestione integrata dei rifiuti urbani.

I Comuni hanno 10 giorni per presentare eventuali osservazioni relative ai dati utilizzati per la ripartizione della quota, dopodiche’ si procedera’ alla liquidazione della quota. Il decreto
e’ stato pubblicato sul BURL n. 44 del 30 ottobre 2019
http://www.consultazioniburl.servizirl.it/ConsultazioneBurl/
In provincia di Varese i Comuni interessati sono i seguenti con le varie suddivisioni economiche:

GORLA MAGGIORE, euro 53.976,71
MOZZATE, euro 28.721,54
GORLA MINORE, euro 5.272,80
CARONNO PERTUSELLA, euro 24.678,69
ORIGGIO, euro 14.793,43
LAINATE, euro 7.583,98
CARBONATE, euro 9.643,20

redazione@varese7press.it

 

 




”Al proprio posto”, campagna di sensibilizzazione Comune di Cinisello Balsamo su riciclo, riuso e riduzione rifiuti

CINISELLO BALSAMO,26 ottobre 2019 – “Ognuno di noi può imparare a mettere ogni cosa ‘Al Proprio Posto’. E chi già lo fa può migliorare ancora. Solo così sarà possibile continuare a vivere su un territorio e in un’ambiente compatibile con le esigenze di tutti”. Richiama il nome del progetto voluto con decisione da Nord Milano Ambiente e dall’Amministrazione comunale di Cinisello Balsamo il sindaco Giacomo Ghilardi e l’Amministratore Unico di Nord Milano Ambiente Sandro Sisler, l’appello lanciato per sensibilizzare al riciclo, il riuso e la riduzione della produzione dei rifiuti, legati in modo imprescindibile a una corretta raccolta differenziata.

Temi affrontati durante il workshop organizzato a Villa Ghirlanda Silva con il patrocinio di ANACI Milano e AMF Farmacie comunali Cinisello Balsamo in cui sono stati esposti gli elementi cardine della campagna avviata a 4 mani tra amministrazione comunale e Nord Milano Ambiente, la società che Gestisce i Servizi di Igiene Urbana sul territorio del Comune di Cinisello Balsamo, occupandosi dell’intero ciclo dei rifiuti, dallo spazzamento al sistema di raccolta (differenziata e indifferenziata), dal trasporto al trattamento in appositi impianti, fino ad occuparsi dello smaltimento finale, promuovendo il riciclo ed il recupero.

Una campagna che mette l’ambiente in cui viviamo al primo posto con azioni concrete, puntando sulla sensibilizzazione e la partecipazione di tutti i cittadini. alle tre R: la Riduzione della produzione di rifiuti, Riciclo e Riuso, i tre passi fondamentali per una corretta raccolta differenziata, che, per essere efficace, richiede la piena consapevolezza e il coinvolgimento dei cittadini residenti e in generale di tutti gli utenti.

Un momento del workshop

Il territorio di Cinisello Balsamo subisce purtroppo una presenza sempre più frequente delle discariche abusive. Nei siti non autorizzati sono stati trovati, a più riprese, materiali di ogni tipo: scarti di lavorazioni metalliche o edili, eternit, ma anche materiali di esercizi commerciali della zona e rifiuti di produzione domestica. E ogni discarica è un danno all’ambiente. “Stiamo dando il nostro contributo – continua il sindaco Ghilardi – per la lotta alle discariche, in favore di un ambiente e di un territorio più pulito e sostenibile. Con il piano finanziario approvato a maggio il Comune ha cambiato passo verso le scuole e le famiglie, ma serve un cambio di passo anche sull’educazione.

Con Nord Milano Ambiente abbiamo introdotto la app Junker, che facilita la raccolta differenziata. Fondamentale anche il controllo: abbiamo aggiunto 70 occhi elettronici in più sul territorio, abbiamo al momento 50 addetti alla pulizia locale, ma altri 12 addetti saranno introdotti a breve. E vogliamo regolarizzare la pulizia delle strade, con un calendario costante. Ma è necessario che tutti i 75 mila cittadini partecipino, facendo il loro dovere, garantendo che ogni cosa stia Al Proprio Posto. E’ un’iniziativa, in generale, contro il disinteresse per il territorio in cui viviamo, che va invece considerato una risorsa per il futuro di tutti”.

“Vogliamo un ambiente che possa essere condiviso da tutti, per questo abbiamo voluto fortemente il progetto lanciato con il Comune di Cinisello Balsamo, mettendo a disposizione tutte le nostre risorse attuali – le parole dell’amministratore unico di Nord Milano Ambiente, Sandro Sisler -. All’efficienza organizzativa, agli impianti e ai macchinari adeguati per il servizio che prestiamo, è necessario affiancare un ampio lavoro di sensibilizzazione, attraverso la nostra società in sinergia con l’Amministrazione Comunale”.

“Questo progetto è uno sforzo importante a cui Nord Milano Ambiente tiene in modo particolare – le parole di Maurizio Anzaldi, responsabile amministrativo di NMA, la società in house del Comune di Cinisello Balsamo per la raccolta e il riciclo dei rifiuti -. L’azienda, con un fatturato di oltre 9 milioni di euro, ad oggi ha 75 dipendenti ed è in corso di definizione la procedura per l’assunzione di altri dieci operatori ecologici a tempo determinato. Il nostro principale obiettivo è quello di aumentare la percentuale di raccolta differenziata, riducendo così i costi di gestione del servizio, arrivando ad offrire un servizio più efficiente e di qualità anche grazie alla creazione di una rete di collaborazioni con gli stakeholder, primi fra tutti gli amministratori di condominio. E se da un lato è necessario implementare il nostro servizio, non possiamo certo dimenticare che serve uno sforzo comune per non dover continuare a far fronte a costi per lo smaltimento di microdiscariche, basti pensare che il costo medio per il loro smaltimento è di 200 euro, una cifra che può arrivare fino a 2.000 euro se si tratta di rifiuti pericolosi o di grandi quantitativi”.

“Essere qui oggi per noi rappresenta un importante momento, a dimostrazione del fatto che da sempre siamo al fianco dell’Amministrazione Comunale e di Nord Milano Ambiente. Ogni giorno ci interfacciamo con i condomini con l’obiettivo di migliorare e indicare la giusta modalità per effettuare la raccolta differenziata e nel far rispettare le regole, anche grazie al supporto delle imprese di pulizia. Una collaborazione con il territorio che da sempre ANACI ha dimostrato con l’apertura di delegazioni locali, presenti nei comuni dell’hinterland per permettere all’associazione di essere più vicina all’Amministrazione Comunale e alla società di raccolta dei rifiuti per lavorare a stretto contatto nella risoluzione dei problemi e nel trovare ogni giorno vie di miglioramento. Per questo motivo oggi siamo grati di essere qui presenti, crediamo che la nuova campagna Al proprio posto sia una nuova dimostrazione di quanto possiamo fare, se lo facciamo insieme”. Afferma Luca Zappella, responsabile della delegazione ANACI Milano di Cinisello Balsamo.

Una giornata che è proseguita nel pomeriggio al Centro Culturale Il Pertini all’insegna dell’educazione al rispetto ambientale, alla Riduzione, Riuso, Riciclo dei rifiuti. Spettacoli e divertimento per tutti: bambini, famiglie, e non solo, tutti coinvolti nei laboratori e giochi della raccolta differenziata, il riciclo con Oreste Castagna e lo chef Fabrizio Camer con tante ricette per cibi buoni belli e senza sprechi, con il patrocinio della Federazione Italiana cuochi.

Un calcio di inizio vivace e partecipato anche sui social: al primo post pubblicato dal sindaco di Cinisello sui canali social di Nord Milano Ambiente seguiranno informazioni di servizio e aggiornamenti costanti su Riduzione, Riuso e Riciclo dei rifiuti sul territorio del Comune di Cinisello.




”Al Proprio Posto”, a Cinisello Balsamo giornata dedicata al rispetto dell”Ambiente con giochi, workshop e spettacoli

CINISELLO BALSAMO, 24 ottobre 2019-Sabato 26 ottobre il Comune di Cinisello Balsamo e Nord Milano Ambiente, la società che gestisce i Servizi di Igiene Urbana sul territorio, promuovono una giornata dedicata all’educazione e al rispetto dell’ambiente attraverso workshop, laboratori e spettacoli per lanciare la nuova campagna di sensibilizzazione “Al Proprio Posto”
 
Il territorio di Cinisello Balsamo subisce una presenza sempre più frequente di discariche abusive e la nuova campagna intende mettere l’ambiente al primo posto con azioni concrete, puntando sulla sensibilizzazione e il coinvolgimento dei cittadini residenti e in generale di tutti gli utenti.
 
In programma una mattinata di workshop alla presenza delle autorità con il patrocinio di ANACI Milano e AMF Farmacie comunali Cinisello Balsamo organizzato a Villa Ghirlandi Silva, e un pomeriggio di laboratori e spettacoli per bambini e famiglie all’Auditorium Falcone e Borsellino presso il Centro culturale Il Pertini, con Oreste Castagna e lo chef Fabrizio Cramer. 



Youngardener Flower Show, a Varese sempre più verde con esposizione floreale

VARESE, 11 ottobre 2019-Nella stagione dalle mille sfumature torna Yougardener Flower Show nell’elegante complesso settecentesco di Villa Craven di Seyssel d’Aix a Varese Sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019.

«L’autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore» scriveva Albert Camus e dopo il successo della prima edizione (Maggio 2019) Yougadener.com, il più grande marketplace al mondo specializzato nella vendita di piante, con oltre 10mila varietà disponibili e punto di riferimento per tutti gli appassionati di verde e giardini, promuove un nuovo appuntamento per scoprire le numerose specie di piante a fioritura autunnale e invernale.

Cresce il numero dei vivaisti espositori con diverse conferme dalla prima edizione e la presenza di quelli specializzati nelle piante e fiori autunnali e invernali. Anche i mesi più freddi dell’anno, infatti, offrono una grande varietà di specie per il giardino, per il terrazzo e per l’interno.

In allegato il Comunicato Stampa. Al link sono disponibili le immagini ad alta e bassa definizione. Nella foto Andrea e Pietro Bruni, Davide Galimberti, Sindaco di Varese, Ileana Moretti, presidente di WgArt.it, Dieci, artista.




“One shot, No Kill”, mostra fotografica e convegno a Milano

MILANO, 7 ottobre 2019-L’OIPA, nel pieno dell’apertura della stagione venatoria in tutto il territorio nazionale, ha deciso di lanciare “One Shot, No Kill” un progetto di sensibilizzazione che ha l’obiettivo indurre una riflessione sui diversi modi di approcciarsi alla natura, confrontando quello del cacciatore e del fotografo naturalista.

“Laddove il primo si dichiara amante della natura, ma di fatto la uccide e la strappa a chi vorrebbe goderne dopo di lui, il fotografo la rispetta, ammirandone in silenzio la bellezza, catturando immagini da condividere e lasciandola inalterata per chi ne vorrà godere dopo di lui – dichiarano Massimo Comparotto, presidente OIPA Italia Onlus e Luca Spennacchio, fotografo, autore e ideatore del progetto –
Lo sparo del cacciatore uccide, lo scatto del fotografo preserva: One Shot, No Kill.”

Il lancio del progetto sarà un evento che si terrà il 13 ottobre presso il Cam Garibaldi e si articolerà in una mostra fotografica, visitabile dalle ore 11.00, con gli scatti più suggestivi che dieci fotografi naturalisti, sensibili alla tematica hanno donato per celebrare la bellezza e l’unicità di alcune tra le specie più colpite dagli spari di cacciatori e bracconieri. A partire dalle ore 14.30 all’interno della sala conferenze prenderà il via il convegno che avrà come relatori fotografi naturalisti, etologi, zoologi e tratterà i segreti della fotografia naturalista e l’etologia delle specie ritratte, ma anche approfondimenti sulle problematiche legate alla caccia di specie a rischio e al bracconaggio.

L’accesso alla mostra e al convegno sarà gratuito.

Per visionare il programma dell’evento: http://www.oipa.org/italia/oneshotnokill/




Camminata tra gli olivi in Lombardia

MANTOVA, 7 ottobre 2019-La storia di un borgo e quella di un frantoio, il paesaggio millenario degli oliveti e il lavoro quotidiano di un’azienda. E intorno arte, cultura, tradizioni, costumi delle terre della Lombardia. È il mondo genuino e vero che l’Associazione Nazionale Città dell’olio ci fa scoprire con la terza edizione della Camminata tra gli olivi. L’appuntamento è fissato per domenica 27 ottobre fra colline, sentieri, terrazze e borghi di fascino. Tutta l’Italia sarà in cammino per scoprire nuovi itinerari e nuove suggestive passeggiate nell’Italia dell’olio extravergine e anche per festeggiare i 25 anni delle Città dell’olio. E quasi a celebrare l’importante anniversario dell’associazione la Camminata tra gli olivi quest’anno ha ottenuto un prestigioso riconoscimento dalla Fondazione The Routes of the Olive Tree che ha sede a Kalamata in Grecia: il premio onorario Raccomandato dalle Strade dell’Olivo del Consiglio d’Europa.

Un evento che funziona e sorprende perché coinvolge famiglie, appassionati della buona tavola italiana e turisti alla ricerca di quel viaggio d’esperienza che offra un coinvolgimento diretto nelle attività, che siano trekking o cicloturismo o tour gastronomici”, spiega Enrico Lupi, presidente delle Città dell’Olio.

Monzambano (Mantova), Iseo, Marone, Monte Isola, Pisogne, Sale Marasino e Sulzano  (Brescia) hanno selezionato un percorso dove gli olivi e l’olio sono protagonisti con il fascino di una produzione indissolubilmente legata a dimore storiche, luoghi d’arte, frantoi e produzioni doc.

L’ITINERARIO – La Camminata presso il Sebino bresciano inizierà a Pilzone (frazione di Iseo) per terminare a Sale Marasino, percorrendo l’antica Via Valeriana. Il sentiero è un percorso panoramico di media montagna, immerso in oliveti e borghi storici che prevede due soste: la prima in un oliveto di Sulzano e la seconda al frantoio del Sebino. Durante il tragitto è prevista la vista a borghi storici medioevali col le loro chiese, mura, edifici di pregio e panorami mozzafiato.

Le regioni italiane che hanno aderito al grande evento 2019 sono 17, dalla Lombardia alla Sardegna. In tutta Italia 119 città hanno raccolto l’invito dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio e allestito la passeggiata 2019 (dai 2 ai 5 chilometri).

Per scegliere il proprio percorso o solo per saperne di più basta un click. È on line il sito www.camminatatragliolivi.it per scaricare subito il programma della giornata e trovare notizie sul territorio, il paesaggio, la storia. E c’è anche la fan page su Facebook e i canali Instagram e Twitter con l’hashtag #camminatatragliolivi che potrà essere utilizzato anche per postare foto dei luoghi e degli eventi così da creare una vera e propria community della giornata.

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con i suoi oltre 330 soci tutti enti pubblici (Comuni, Province, CCIAA, Parchi e GAL) tutela il territorio olivicolo e si batte per la valorizzazione dei paesaggi rurali e per l’inserimento di aree territoriali olivicole di valore storico nel prestigioso Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole.