1

Dalla Brianza e Rho biciclettate con meta Villa Arconati FAR di Bollate

BOLLATE, 27 settembre 2022-Domenica 2 ottobre un palinsesto di iniziative animerà la giornata con un ideale filo rosso tra Ville di Delizia e Territorio, offrendo eventi diffusi. In bicicletta e a piedi e-pic land e Fondazione Augusto Rancilio (FAR) invitano tutti a scoprire le bellezze di un palcoscenico unico e variegato: le terre che abbracciano la Brianza, nell’ambito del progetto Ville Aperte, i territori attigui e il nord-ovest milanese. La meta: Villa Arconati FAR a Castellazzo di Bollate, in una giornata di apertura straordinaria per esplorarne i teatri, i laghetti, i labirinti vegetali. Non solo, in cartellone anche talk, laboratori e momenti conviviali. Le attività sono gratuite previa registrazione.

TOUR IN BICI E PASSEGGIATE

Due i TOUR IN BICICLETTA programmati nella giornata, che con diverse partenze e itinerari raggiungeranno Villa Arconati FAR di Bollate.
Da Rho: partenza alle 10 dal Palazzo Comunale, si prosegue poi per Villa Burba (Rho), Villa Litta (Lainate) e Villa La Valera (Arese). Link per le iscrizioni: https://bit.ly/TourInBici_DaRho_a_VillaArconati
Da Monzapartenza alle 10 dalla Villa Reale per proseguire lungo il Villoresi e attraverso il Parco delle Groane, con un passaggio a Villa Bagatti Valsecchi (Varedo). Link per le iscrizioni: https://bit.ly/TourInBici_DaMonza_a_VillaArconati
Ad accompagnare i partecipanti le Guide di Fiab Rho e Fiab Monza insieme ad esperti del territorio.

Destinazione Villa Arconati FAR anche per la PASSEGGIATA D’AUTUNNO AL CASTELLAZZO DI BOLLATE con partenza alle 9,30 dalla stazione FNM di Bollate Nord. Durante il percorso volontari del Parco delle Groane, del comune di Bollate e di FAR saranno i ciceroni che accenderanno gli animi con informazioni e narrazioni in ambito naturale, storico e culturale. Link per le iscrizioni: https://www.eventbrite.it/…/biglietti-passeggiata…

Brevi passeggiate per tutti organizzate all’interno del Giardino di Villa Arconati FAR, con guida, completano il programma.

La Villa resta raggiungibile ovviamente anche in autonomia, in treno e in auto.

IN VILLA | INCONTRI

RIDURRE LE DISUGUAGLIANZE, incontro a cura del regista e attore, Massimiliano Finazzer Flory sul tema dell’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni, in collaborazione con l’Università Statale di Milano.
Ore 11 | Sala Museo. Link per le iscrizioni: https://bit.ly/3urbUbe

IN VILLA | LABORATORI DIDATTICI PER I PIU’ PICCOLI

Artoo. Le meraviglie della natura – L’arte raccontata dai bambini – dai 3 ai 7 anni
Bambini e genitori sono invitati alla caccia al tesoro delle meraviglie nascoste nel parco, da raccontare all’orso Artoo. Due i turni di laboratori alle ore 16 e alle 17. A cura di Alchemilla Cooperativa Sociale.
Link per le iscrizioni: https://bit.ly/Artoo_LeMeraviglieDellaNatura

Book-Land, una biblioteca nel bosco – Letture con accompagnamenti teatrali – dai 6 ai 13 anni.
Torna Arconati for Kids con una proposta per tutta la famiglia: una EcoBiblioteca nel bosco, con tanti titoli e idee per parlare di sostenibilità e futuro. Un’esperienza al ritmo lento della natura e del bosco autunnale, per liberare l’immaginazione tra una pagina e l’altra. Dalle ore 14. A cura di Stripes. Link per le iscrizioni: https://bit.ly/Book-land_laboratorio_per_bambini

Per eventuali aggiornamenti si consiglia di far sempre riferimento al programma attività dettagliato su Facebook alla pagina-evento: E-PIC LAND X VILLE APERTE e su https://www.eventbrite.it/o/e-pic-land-47986962723

Tutte le attività sono GRATUITE con PRE-REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA* e sono a numero limitato.




A Tornavento torna la Cardacrucca, gara podistica immersi nella natura

LONATE POZZOLO, 27 settembre 2022-Una gara podistica dal grande valore sportivo, storico e naturalistico. Torna domenica 2 ottobre a Tornavento di Lonate Pozzolo (VA) la Cardacrucca. Organizzata dalla ASD Cardatletica di Cardano al Campo e promossa, tra gli altri, dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, è una prova sportiva adatta a tutti che fin dal suo esordio vuole valorizzare un territorio: quello racchiuso tra la brughiera di Malpensa e il Ticino, custode di tante testimoniane storiche e protetto dal parco regionale della Valle del Ticino. Sotto il profilo meramente sportivo, la Cardacrucca propone due tracciati: da 15,5 km (competitivo e non competitivo) e 7,4 km (non competitivo), ai quali si aggiungono i due mini percorsi (200 e 1.980 metri) dedicati ai bambini.

«Dopo l’edizione dell’anno scorso, per la quale abbiamo dovuto limitare le iscrizioni nel rispetto dell’emergenza sanitaria, con questa nona Cardacrucca torniamo ad aprire a tutti», spiega il presidente della ASD Cardatletica, Alessandro Mastri. «I tracciati sono stati verificati e studiati per esaltare non solamente il profilo tecnico-sportivo, ma far conoscere questa fetta di territorio che, stretta tra l’aeroporto Malpensa e il fiume Ticino, conserva delle importanti testimonianze storiche. Si passa infatti lungo via Gaggio, che è diventata un museo a cielo aperto e presenta numerosi reperti bellici risalenti alla seconda guerra mondiale, per arrivare a intersecare le piste di decollo e atterraggio aerei costruite dalle truppe tedesche negli anni ’40; da qui il nome della nostra corsa. Si corre lungo l’ipposidra, ovvero quella ferrovia a trazione animale realizzata a metà Ottocento per il trasporto via terra delle barche impiegate sul Naviglio Grande tra Tornavento e Sesto Calende». Non ultimi, gli aspetti naturalistici. «È previsto anche quest’anno il passaggio nella cosiddetta via dei Profumi all’interno del Parco. E l’arrivo, per la prova più lunga, è su uno dei balconi più belli che si affacciano sulla valle del Ticino». Prosegue Mastri: «Grazie alla collaborazione con il Parco, l’intero tracciato è stato controllato e sistemato per il passaggio dei corridori».

La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate è nuovamente al fianco della Cardatletica in una manifestazione unica nel panorama sportivo. «Lo sport diventa con la Cardacrucca occasione di valorizzazione del territorio», osserva il presidente della Bcc Roberto Scazzosi. «Un motivo in più per una banca locale che a questo territorio è vicina, per sostenere un evento che coniuga sport, storia e natura».

I percorsi. La Cardacrucca dedica ai bambini due tracciati: uno da 200 metri per nati tra il 2013 e il 2017 e uno da 1.980 metri per i nati tra il 2007 e il 2012. I più grandi possono misurarsi sul percorso “breve” da 7,4 km (non competitivo) e su quello classico da 15,5 km (competitivo e non competitivo).

Il programma prevede alle 9 la partenza dei bambini nati tra il 2013 e il 2017 per il tracciato da 200 metri; cinque minuti più tardi, saranno i ragazzi nati tra il 2007 e il 2012 a misurarsi sulla lunghezza di 1.980 metri. Alle 9.45 sarà la volta delle gare competitive, delle prove di Nordic Walking e delle camminate ludico motorie libere aperte a tutti lungo i due percorsi più lunghi: 7,4 km (non competitivo) e su quello classico da 15,5 km (competitivo e non competitivo). Sono previsti premi per i primi tre classificati delle due gare riservate ai più piccoli; per i primi dieci uomini e le prime cinque donne della corsa competitiva lungo; al primo uomo e alla prima donna capaci di aggiudicarsi il trofeo volante “memorial Patrizio Bogni” posto dopo il primo miglio e per le otto società con il maggior numero di preiscritti.

Il ritrovo è previsto in via Verga 1 a Tornavento di Lonate Pozzolo (VA) con possibilità di iscriversi fino a 20 minuti prima delle partenze.

Ulteriori informazioni: https://cardacrucca.blogspot.com/




Cambiamo le mense scolastiche! Una tavola a cui, ogni giorno, mangiano 2 milioni di giovani

VARESE, 25 settembre 2022-Sono più di due milioni gli studenti che, ogni giorno, pranzano nelle mense scolastiche italiane: si tratta perlopiù di bambine e bambini iscritti alle scuole dell’infanzia e primarie, ma nel computo rientrano anche una quota (seppur ridotta) di ragazze e ragazzi che frequentano le scuole secondarie inferiori.

Considerati i numeri, cambiare il modo in cui si mangia a scuola significa coinvolgere nella rivoluzione alimentare una platea significativa di persone in grado di generare ripercussioni positive anche nel lungo termine. Abituare i più giovani all’importanza di consumare alimenti locali e di stagione, poco trasformati, privilegiando le proteine di origine vegetale invece di quelle animali, significa infatti creare le condizioni affinché, crescendo, sviluppino una consapevolezza alimentare che li porti a scegliere e consumare in maniera sempre più sostenibile.

«Le politiche che riguardano la ristorazione collettiva e le mense scolastiche possono impattare positivamente il sistema alimentare complessivo» ha dichiarato la presidente di Slow Food Italia, Barbara Nappini, intervenendo alla conferenza Pensa che mensa, organizzata nello spazio Nutrire la città a Terra Madre Salone del Gusto 2022, a Torino fino al 26 settembre. «Slow Food lavora per assicurare un cibo buono, pulito e giusto per tutti: il carattere globale del nostro impegno si esplica alla perfezione nelle mense scolastiche, dove giovani di tutte le estrazioni sociali condividono la stessa tavola». Complessivamente, aggiunge Claudia Paltrinieri, presidente di Foodinsider che ogni anno pubblica il rating sulle mense scolastiche, «parliamo di 380 milioni all’anno di pasti, erogati nelle scuole dalle ditte che vincono le gare indette dalle amministrazioni locali».




Legambiente, FAI, WWF e Lipu dicono no all’ampliamento dell’aeroporto di Malpensa

Lonate Pozzolo, 23 settembre 2022- Il lilla dei fiori del brugo, il rosso inaspettato dei licheni, il giallo della ginestra. La brughiera del Gaggio, in provincia di Varese, cambia sfumatura seguendo il ritmo delle stagioni, popolandosi di forme di vita delicate, da osservare con attenzione. 

“Purtroppo, questo autunno potrebbe essere l’ultimo per godersi una passeggiata in brughiera, esplorando questa zona di grande interesse naturalistico e storico, con la sua speciale vegetazione e i reperti delle due guerre mondiali. Qui, quando arriverà il via libera da parte del Governo, colori e fioriture di quest’area del Parco del Ticino verranno sostituiti dal grigio della nuova area cargo dell’aeroporto di Malpensa”. Ad opporsi al progetto è la coalizione formata da Legambiente, FAI, WWF e Lipu, insieme alle associazioni locali e diverse voci del mondo accademico. “Chiediamo ai cittadini di fermarsi ad osservare gli habitat che stanno per essere distrutti – spiegano i portavoce delle associazioni – se le cose non cambieranno 44 ettari di brughiera verranno presto sostituiti da cemento e magazzini (circa il 20% sul totale sul territorio totale coperto dalla brughiera del Gaggio).”

La brughiera del Gaggio è un vero rifugio per la biodiversità. Questo ambiente ospita particolari composizioni floristiche – ossia combinazioni di piante – che lo rendono diverso dalle brughiere tipiche dell’Europa centrale e dunque ancor più degno di protezione.

“La componente basso-arbustiva di questa brughiera è ben sviluppata, dominata dal brugo (Calluna vulgaris) e dalla ginestra dei carbonai (Cytisus scoparius), spesso accompagnate dalla gramigna (Molinia caerulea) – dichiara Silvia Assini, docente del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Pavia – La tutela di questo habitat è fortemente strategica. Nel 2014, il monitoraggio Specie e habitat di interesse comunitario in Italia: distribuzione, stato di conservazione e trend ha registrato in Italia uno stato inadeguato sfavorevole dell’habitat 4030, ossia le brughiere della regione Biogeografica Continentale (a cui appartengono anche le brughiere di Malpensa e Lonate Pozzolo), condizione che si rifletteva anche negli altri paesi europei. Nel 2021, le brughiere hanno continuato a deteriorarsi. In Italia, la brughiera continentale si trova quindi in uno stato di conservazione complessivo cattivo, con il serio rischio di perdita locale.”

“Le brughiere lombarde della valle del Ticino e delle zone limitrofe sono caratterizzate da substrati grossolani e asciutti, popolati da diverse specie di licheni terricoli – aggiunge Bruno Cerabolini, docente del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Terra dell’Università dell’Insubria – Si distinguono decisamente dalle altre brughiere piemontesi e lombarde, che si sviluppano al contrario su suoli argillosi. Questo rende la zona ancor più interessante e in grado di ospitare piante particolari, alcune delle quali in modo esclusivo, cioè che hanno qui le loro uniche presenze lombarde o italiane. La distruzione o la mancata salvaguardia dell’area si ripercuoterebbe quindi sullo stato di conservazione complessivo della preziosa biodiversità associata a questo tipo di habitat.”

La perdita di luoghi tanto ricchi e particolari non può evidentemente essere bilanciata da nessuna “compensazione” ambientale, come quelle proposte nel Masterplan di Malpensa. Queste compensazioni prevedono, peraltro, l’ampliamento e la costruzione di nuove strade, generando così altro consumo di suolo.




Si è concluso il progetto Mobster sulla mobilità elettrica. Verbania protagonista.

VERBANIA, 23 settembre 2022-L’evento di chiusura del progetto Mobster si è tenuto giovedì 22 settembre al NOI Techpark a Bolzano. L‘incontro è stata l’occasione per fare il punto definitivo sui risultati ottenuti e capire le tendenze locali e internazionali e farsi ispirare dalle realtà più innovative nel campo della mobilità elettrica applicata al settore turistico.
Tra i protagonisti il Comune di Verbania che ha partecipato con l’assessore all’ambiente Giorgio Comoli, che ha illustrato i risultati ottenuti con il progetto Mobster: “abbiamo presentato le iniziative messe in campo sul territorio, la posa di colonnine di ricarica elettrica per auto e bici, il servizio di bike sharing, la costruzione del molo turistico al porto di Intra con un impianto di ricarica per imbarcazioni elettriche, l’acquisto di una barca elettrica dal nome Elettra che è stata e sarà utilizzata per promuove il turismo sostenibile e per scopi didattici e naturalistici nella zona della Riserva Naturale di Fondotoce tra il canale e il fiume. Una buona occasione per far conoscere ai nostri ragazzi, e non solo a loro, le particolarità della riserva attraverso l’esperienza dei Guardia parco e dei volontari”.

Ricordiamo che il percorso è nato con il lavoro della precedente amministrazione con l’assessore Laura Sau, ed è un progetto Interreg italo – elvetico che ha unito i territori di Verbania e Bolzano e ha coinvolto patner istituzionali e privati come Alto Adige, Canton Ticino, Research, Comune di Verbania, Vco Trasporti, Alperia Smart Mobility, Protoscar ecc.




Puliamo il Mondo compie 30 anni: diversi gli appuntamenti in programma con coinvolgimento delle scuole

VARESE, 22 settembre 2022 – Nell’edizione 2022 Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato italiana di rimozione di rifiuti abbandonati, compie 30 anni. In tre decadi la mobilitazione ha coinvolto sul territorio migliaia di cittadini, che a fianco di amministrazioni comunali, enti, associazioni e aziende sponsor hanno contribuito a ripulire parchi, strade, stazioni, spiagge e aree verdi in tutta la Lombardia. Quest’anno la campagna, che ha come tema centrale la pace e la giustizia climatica, andrà in scena il fine settimana dell’1 e 2 ottobre, con eventi in tutta la regione. Importante anche l’appuntamento del 30 settembre con le scuole: decine di iniziative di cura di giardini, cortili e aree limitrofe agli istituti svolte con insegnanti e studenti, nell’ambito dell’attività di educazione ambientale portata avanti dai circoli di Legambiente durante tutto l’anno scolastico.

 

«L’obiettivo della campagna è restituire aree degradate alla fruizione da parte della cittadinanza e sensibilizzare gli abitanti sull’abbandono dei rifiuti, una pratica ancora troppo diffusa in tutte le città: dai mozziconi di sigaretta gettati in strada a interi sacchi e materiali ingombranti in aree verdi e ai lati delle strade, che diventano discariche a cielo aperto di pneumatici, mobilio, ma anche di elettrodomestici, particolarmente pericolosi per l’ambiente – spiega Christian Aletti, responsabile campagne di Legambiente Lombardia – Anno dopo anno assistiamo ad una crescente partecipazione di volontari e cittadini, che in tutta la regione si rimboccano le maniche dimostrando una grande voglia di dare un contributo concreto per rendere più belli i centri storici e le periferie delle nostre città, troppo spesso vittime dell’indifferenza generale. L’iniziativa ha anche un elevato valore sociale, perché mette in relazione e promuovere il dialogo e la collaborazione tra gli abitanti che vivono i quartieri, per la creazione di reti territoriali tra cittadini di ogni età e provenienza». 

 

Puliamo il Mondo è l’edizione italiana di Clean Up The World, il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale, nato a Sydney nel 1989, che coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. In Italia gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di UPI e di ANCI. A Milano si riconferma la collaborazione tecnica con Amsa, la società del Gruppo A2A che gestisce i servizi ambientali e la raccolta differenziata dei rifiuti in città, che sostiene Puliamo il Mondo fornendo guanti, pinze, scope e sacchi per la pulizia delle aree individuate dai circoli Legambiente e dalle associazioni di quartiere. 

 

Ecco alcune delle iniziative organizzate in Lombardia. A Milano città l’appuntamento è per domenica 2 dalle 10 alle 12 a Piazzale Selinunte per la rimozione dei rifiuti accompagnata dalla performance di un gruppo di writer che, su gentile concessione dei negozianti di zona, dipingeranno le serrande delle attività commerciali, per riqualificare l’area attraverso il colore e l’arte. Il circolo Zanna Bianca organizza un’attività di pulizia domenica pomeriggio dalle 15 presso il Parco Chiesa Rossa in Via S. Domenico Savio. Sempre a Milano, presso gli Orti di via Padova, in via Carlo Esterle, l’evento sarà sabato alle 9.30, occasione anche per conoscere le attività degli ortisti volontari. Il circolo Reteambiente   di Milano, invece, invita alla pulizia del quartiere Greco sabato 8 ottobre dalle 9.30 con ritrovo in via Rho. Nel milanese, il Circolo Legambiente Cusano Milanino promuove per sabato la pulizia del parco comunale Chico Mendez.           

Bergamo doppio appuntamento con Puliamo il Mondo sabato 1 alle 14.30 nel quartiere di Valtesse con ritrovo nel parcheggio di via Pescaria per un’attività di rimozione di rifiuti abbandonati lungo il torrente Morla e alle 14.30 in Malpensata, nell’ambito del progetto Clic.Bergamo che nel quartiere prevede la depavimentazione del parcheggio per l’ampliamento del parco Olmi. In provincia, il Circolo Legambiente Terre del Gerundo a Treviglio promuove la pulizia del Parco Baden Powell di via Marco Polo domenica 2 alle 9, un luogo molto frequentato dai giovani del quartiere, nel quale si sta puntando ad una riqualificazione profonda.

Varese il Circolo cittadino anticipa di una settimana Puliamo il Mondo e invita domenica 25 ad azioni di pulizia nel Plis della Bevera con ritrovo al parcheggio di via Ca’ Bassa, vicino alla motorizzazione alle 9.                                 

Brescia il circolo locale promuove una pulizia della ciclabile lungo il fiume Mella venerdì 24 settembre con gli studenti.
Como il Circolo Leambiente Angelo Vassallo in collaborazione con il Comune invita alla pulizia della zona tra Piazzale Montesanto e le Caserme sabato 1, occasione per discutere delle aree periferiche della città e di una riqualificazione in chiave turistica.
Nel mantovano, il Circolo Castiglione delle Stiviere promuove attività di pulizia con le scuole venerdì 30 in diverse zone del paese più degradate. Al termine dell’evento ci si ritrova nel parco centrale del paese per una merenda e offerto un omaggio ai bambini.
Cremona il Circolo Vedo Verde Legambiente In collaborazione con scuole e Comune di Cremona organizza la pulizia e la manutenzione dei cortili delle scuole e dei parchi adiacenti il 27 e 28 settembre e venerdì 30 dei giardini di Piazza Roma con i bambini delle scuole primarie. Le attività proseguiranno anche il 5 ottobre con la pulizia dalla Stazione FS e via Palestro, il 09 ottobre il quartiere Q11 (zona Cascinetto), con l’obiettivo di monitorare: i percorsi che i ragazzi fanno da casa a scuola.

Infine, il Circolo Legambiente Alexander Langer di Monza organizza per sabato 24 settembre la pulizia della Consulta di San Fruttoso, area degradata, con molti rifiuti abbandonati. Sabato 1 ottobre, invece, in collaborazione con il Comune di Monza l’appuntamento è sulla ciclabile lungo il Canale Villoresi e domenica 9 da Piazza Giovanni XXIII all’area verde limitrofa.

 

L’elenco dettagliato di tutti gli appuntamenti di PIM e gli orari di ritrovo aggiornati è disponibile su www.puliamoilmondo.it




Global Care Day, dipendenti del sito di Gorla di LyondellBasell impegnati alla pulizia delle aree verdi

GORLA MAGGIORE, 22 settembre 2022 – I dipendenti di LyondellBasell, insieme alle loro famiglie, al Sindaco Ing. Pietro Zappamiglio e il Consigliere Antonio Agostino Ninone del Comune di Gorla Maggiore e la Protezione Civile Locale, hanno trascorso una giornata facendo la differenza nella nostra città, offrendo un contributo tangibile nella pulizia di alcune aree verdi urbane, in occasione della ricorrenza annuale del Global Care Day, la 23° edizione a cui LyondellBasell prende parte attivamente, dedicando a questa iniziativa una giornata di servizio a livello aziendale integrando.

Armati di buona volontà, nonché di pinze, sacchi, acqua, Dispositivi di Protezione e di tutti i materiali necessari per la raccolta, la squadra di “operatori ecologici per un giorno” grazie al prezioso coordinamento con la Protezione Civile Locale, con il volontario Devis Nardin, si è prodigate nella raccolta e differenziazione dei rifiuti abbandonati, seguendo itinerari specifici prestabiliti, così da trattare con la massima efficienza tutte le aree di intervento.

L’attività di pulizia si è svolta sul percorso Vassallo, e le zone boschive limitrofe  e in poche ore sono stari raccolti circa 6 sacchi di rifiuti oltre ad altro materiale ingombrante.

 “Siamo molto orgogliosi che i nostri dipendenti partecipino a progetti a supporto del nostro territorio assieme alle autorità locali, per contribuire assieme a creare una area comune migliore per svolgere le nostre attività”, ha dichiarato Ariel Bruno, direttore del sito di Gorla di LyondellBasell. “La loro passione e il loro impegno nell’investire e nel sostenere iniziative che hanno un impatto positivo sui nostri quartieri, sui parchi, non hanno eguali.”

In questa stessa giornata, gli stabilimenti LyondellBasell di tutto il mondo hanno partecipato a eventi di volontariato nelle rispettive comunità. Molte di queste iniziative sono state incentrate sulla sostenibilità, a conferma dell’impegno di LyondellBasell a migliorare il nostro pianeta: Advancing Our Planet.

Il Global Care Day, infatti, è stato organizzato in contemporanea con la Giornata Internazionale della Pulizia del Pianeta, il World Clean up Day per sottolineare l’impegno dell’azienda verso l’ambiente.

Dal 2018, i dipendenti di LyondellBasell hanno dedicato oltre 63.000 ore di volontariato per restituire valore alle loro comunità nella giornata del Global Care Day. I volontari LyondellBasell di tutto il mondo hanno ripulito i rifiuti di plastica e l’immondizia dalle spiagge, dai corsi d’acqua e dai parchi, oltre a piantare alberi e giardini ed educare i bambini in età scolare alla sostenibilità.




Sciopero globale per il clima. A Varese venerdì manifestazione in Piazza Montegrappa

VARESE, 22 settembre 2022-Domani, venerdì 23 settembre, si svolgerà in tutto il mondo, in ogni continente, lo sciopero globale per il clima. Avrà come focus la necessità di rimettere al centro il benessere delle persone per sconfiggere la crisi climatica, superando un modello che pone i profitti come priorità.

In oltre 70 città del nostro paese le persone scioperano da scuola e lavoro, partecipando a manifestazioni e cortei.

A Varese il ritrovo è per le ore 9 in Piazza Montegrappa.

In Italia la data ha una valenza speciale, dato che essa cade a soli due giorni dalla data delle elezioni politiche. Lo sciopero costituirà anche il culmine del lavoro svolto da Fridays For Future durante la campagna elettorale per portare al centro del dibattito pubblico i temi e le misure necessarie per risolvere la crisi climatica e per garantire supporto alle persone più colpite dagli effetti della crisi energetica.

Queste proposte, alcune delle quali sono raccolte nell’“Agenda climatica” (consultabile qui: https://fridaysforfutureitalia.it/lagenda-climatica/ ), sono il fulcro delle rivendicazioni della mobilitazione, senza tralasciare ovviamente la narrativa de




Milano Green Week, Piazza Portello si trasformerá in un laboratorio a ciclo continuo

MILANO, 21 settembre 2022-Piazza Portello, l’elegante e apprezzato urban mall alle porte del centro storico di Milano, sarà tra i protagonisti della Milano Green Week, con il Municipio 8, in programma nel capoluogo lombardo dal 29 settembre al 02 ottobre.

Nelle giornate di sabato 01 e domenica 02 ottobre, infatti, il centro commerciale si trasformerà in un vero e proprio laboratorio a ciclo continuo grazie alla presenza delle Precious Plastic, straordinari macchinari studiati e realizzati per riciclare la plastica in modo semplice e sicuro, capaci di trasformare semplici tappi di bottiglia in oggetti per giocare e imparare.

Una particolare attenzione verrà riservata ai bambini che, in un’area appositamente allestita, potranno giocare liberamente con i giunti in plastica riciclata Taca Lì e con tubi leggeri, realizzando costruzioni e sculture, liberando la propria creatività costruendo dalle più piccole fino a enormi strutture.

Ai più piccoli, inoltre, verranno regalati 150 RiAmbrogini, medaglie in plastica riciclata create ad hoc utilizzando tappi raccolti nelle scuole nell’anno scolastico 2021-2022, come premio per i bambini “amici del riciclo”. Ogni RiAmbrogino è unico, con colori e sfumature imprevedibili e realizzati con le macchine Precious Plastic presenti a Piazza Portello.

I macchinari saranno operativi per le intere giornate: ogni visitatore, grande o piccino, potrà osservarle in azione. La trituratrice ridurrà in fiocchi piccoli oggetti di plastica ”morbida”, come i tappi delle bottiglie; grazie all’iniettrice, invece, i fiocchi realizzati verranno fusi e iniettati, appunto, in uno stampo, dando vita a un oggetto completamente diverso dall’originale.

Grazie a questi laboratori, a Piazza Portello si potrà attivamente prendere coscienza dei processi di trasformazione che il prodotto della raccolta differenziata casalinga, commerciale e industriale affronta, una volta prelevato dai punti di raccolta. Adulti e bambini potranno, infatti, assistere e partecipare attivamente al riciclo della plastica triturando in tutta sicurezza tappi di plastica che avranno con sé o altri rifiuti ed essere coinvolti nel gioco con i giunti Taca Lì, oppure osservare direttamente la produzione dei RiAmbrogini.

L’iniziativa testimonia la partecipazione ed il supporto di Piazza Portello alla Milano Green Week con cui, il comune di Milano, rinnova l’appuntamento dedicato alla valorizzazione del verde urbano, alla transizione ambientale e al contrasto ai cambiamenti climatici in un momento storico in cui tutti abbiamo avuto esperienza diretta di quanto sia urgente affrontare la situazione con soluzioni concrete e immediate. 




Venerdì sciopero globale per il clima: in Italia cortei in 70 città organizzati da Fridays For Future

VARESE, 20 settembre 2022-Venerdì 23 Settembre 2022, si svolgerà in tutto il mondo, in ogni continente, lo sciopero globale per il clima. Avrà come focus la necessità di rimettere al centro il benessere delle persone per sconfiggere la crisi climatica, superando un modello che pone i profitti come priorità.

In oltre 70 città del nostro paese le persone scioperano da scuola e lavoro, partecipando a manifestazioni e cortei. In Italia la data ha una valenza speciale, dato che essa cade a soli due giorni dalla data delle elezioni politiche. Lo sciopero costituirà anche il culmine del lavoro svolto da Fridays For Future durante la campagna elettorale per portare al centro del dibattito pubblico i temi e le misure necessarie per risolvere la crisi climatica e per garantire supporto alle persone più colpite dagli effetti della crisi energetica.

Queste proposte, alcune delle quali sono raccolte nell’“Agenda climatica” (consultabile qui: https://fridaysforfutureitalia.it/lagenda-climatica/ ), sono il fulcro delle rivendicazioni della mobilitazione, senza tralasciare ovviamente la narrativa del #PeopleNotProfit, (persone, non profitto), e cioè per una giustizia climatica globale.

Lo scopo della protesta è quello di riportare la crisi climatica e le soluzioni per affrontarla, grandi assenti durante il dibattito elettorale, di nuovo al centro dell’attenzione pubblica, spiega Agnese Casadei, portavoce di Fridays for future Italia:

“Il disastro avvenuto nelle Marche pochi giorni fa ci ricorda quali siano le conseguenze di ignorare la crisi climatica. La possibilità di evitare un aumento catastrofico delle temperature dipende dai prossimi 5 anni, e rischiamo che essi vengano sprecati da un Parlamento che non vede la questione climatica come prioritaria. Non possiamo permetterci che questo accada: la politica deve sapere che ignorare questo problema non è un’opzione se vuole ottenere il consenso da parte dei cittadini. Deve sapere anche che non agire oggi significa essere complici criminali della crisi più grande della storia dell’uomo”.

E non basta votare. Aggiunge Mathias Mancin, portavoce di Fridays for Future Italia: “La partecipazione dei cittadini alla politica non può ridursi a mettere una crocetta un giorno. I cittadini dovrebbero poter dettare i temi di cui la politica si deve occupare, ma molti dei più gravi problemi degli italiani – la povertà energetica, la disoccupazione, la crisi climatica – sono invece rimasti senza risposte serie in questa campagna elettorale, lasciando milioni di persone senza una vera rappresentanza. Vogliamo portare in piazza la nostra voce non rappresentata. Se la politica vuole il nostro voto, deve ascoltare la nostra voce.”

L’elenco completo degli eventi di domani è consultabile all’indirizzo: https://fridaysforfutureitalia.it/23-settembre-2022-sciopero-globale-per-il-clima/