1

Progetto Concittadino aderisce a mobilitazione nazionale Legge Zan: sabato presidio a Varese

VARESE, 14 maggio 2021Lista Progetto Concittadino 2021 aderisce alla mobilitazione nazionale “Legge Zan e molto di più – #NonUnPassoIndietro” che si terrà sabato 15 Maggio 2021 in molte piazze italiane. Varese partecipa all’iniziativa con il presidio organizzato da Arcigay Varese in Piazza Monte Grappa dalle 16.00.

Vogliamo sostenere l’approvazione del DDL Zan – la legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo – e protestare contro il blocco in Senato che dura ormai da troppo tempo. Non si può aspettare oltre per una legge antidiscriminatoria ed egualitaria che punta a realizzare «quella pari dignità che la costituzione riconosce a ciascuna persona», oltre che ad allineare la legislazione italiana ad una risoluzione contro l’omotransfobia già introdotta dal Parlamento Europeo.

È tempo di estendere i diritti con una legge contro l’odio, la violenza e la discriminazione!

Lista Progetto Concittadino 2021 (listaprogettoconcittadino2021@gmail.com)




Mammí (M5S): ”Mettere in sicurezza l’utilizzo dei trasporti pubblici con le mascherine FFp2 e FFp3”

VARESE, 13 maggio 2021-“Mettere in sicurezza l’utilizzo dei trasporti pubblici con le mascherine FFp2 e FFp3. Alcune settimane fa anche il Movimento 5 Stelle lombardo ha interrogato Letizia Moratti, assessore al Welfare, per valutare la distribuzione, di fatto sancendo l’obbligo, di mascherine FFp2 a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. Diversi esperti hanno avanzato l’ipotesi di far utilizzare le mascherine FFp2 sui mezzi di trasporto pubblico, così come fatto dal direttore del dipartimento di Microbiologia dell’università di Padova, il professor Andrea Crisanti”. Cosí la Parlamentare  Stefania Mammì (M5S) che aggiunge ”Dello stesso parere è il professor Walter Ricciardi, docente di Igiene all’università Cattolica di Roma e consulente del ministro della Salute. Tale valutazione deriva dall’analisi delle evidenze scientifiche per cui in un ambiente chiuso c’è la necessità di avere mascherine filtranti.Il timore è che le varianti si facciano sempre più strada nel nostro Paese e con il ritorno in presenza per tutti gli studenti delle Regioni collocate in zona arancione e gialla, si rende ancor più necessario  adottare delle misure di prevenzione affinché tale riapertura avvenga in sicurezza, a cominciare dal trasporto pubblico, dato l’elevato numero di studenti che ne usufruiscono. Ho chiesto ai Ministri Giovannini e Speranza quali iniziative intendano intraprendere per garantire la maggiore diffusione delle mascherine filtranti tra gli utenti che utilizzano i mezzi di trasporto pubblico”, conclude Stefania Mammì, deputata del Movimento 5 Stelle in Commissione Affari Sociali e Sanità”.




Introdurre il reato di omicidio sul lavoro: lo propone il PCI di Varese

VARESE, 12 maggio 2021-Il PCI della Federazione di Varese ha aderito al presidio di CGIL CISL UIL e alla richiesta al prefetto di convocare con urgenza un tavolo per concordare e coordinare le azioni richieste dal sindacato. Il PCI di Varese fa una proposta per fermare la strage introdurre il reato di omicidio sul lavoro.

Tale evento si è svolto ieri mattina, in unione ad uno sciopero generale di 4 ore, davanti alla prefettura per chiedere un impegno eccezionale a tutte le istituzioni ad ogni livello, per fermare questa strage infinita:

“Alle imprese, all’ ATS, all’NAIL, alle amministrazioni comunali, alla provincia di Varese, alla Regione Lombardia chiediamo di assumersi la responsabilità e di agire nell’immediato con massicci investimenti in prevenzione. Serve una azione immediata e diffusa, una fase di decisioni e atti concreti, di ispezioni a tappeto e di un piano formativo straordinario aggiuntivo per tutte le lavoratrici e lavoratori”. (Questo l’appello sindacale dopo l’ennesimo omicidio sul lavoro)

Fino a qualche giorno fa, quasi nessuno chiedeva di fare qualcosa al riguardo. Non si erano quasi mai messe in atto azioni che andassero al di là della solidarietà e della costernazione. Noi comunisti tra i pochi ponevamo il problema di capire cosa stesse succedendo, se fosse giusto continuare con un modello di sviluppo che considera chi lavora e la sua sicurezza nulla più che costi da tagliare per favorire il profitto.

Nessuna sanzione a tutt’oggi viene di fatto imposta alle aziende che non ottemperano alle norme di sicurezza, vi sono leggi e regole non applicate, prescrizioni di pene e reati a “imputati eccellenti”, se non addirittura assoluzioni.

Si è andati avanti così fino ad oggi, nonostante migliaia di morti nei luoghi di lavoro, incalcolabili i decessi per malattie professionali o quelli per inquinamento prodotto da un modello di produzione “tossico” (l’amianto, solo nel 2020, ha provocato 7000 morti, numero stimato in difetto).

E domani?

La sicurezza resterà un costo, l’innovazione verrà usata per il profitto, “lorsignori” continueranno a inquinare e devastare l’ambiente, chi lavora sarà sempre più ricattato e sfruttato, considerato nell’ottica attuale sostituibile e rimpiazzabile, nulla più che un numero, al pari di un animale al mattatoio.




Con i tagli ai vitalizi la Regione Lombardia acquista materiale tecnologico per le scuole

VARESE, 11 maggio 2021-“I costi della politica diventano lavagne interattive multimediali, computer e strumentazione tecnologica per le scuole dei piccoli comuni lombardi. Un’azione concreta a favore dei nostri ragazzi e una risposta ad alcuni partiti che usano queste tematiche solo per fare spicciola demagogia”.

Così la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza commenta il provvedimento, del quale sarà relatrice in aula, che destina oltre 5 milioni di euro dell’avanzo libero del consiglio regionale alle scuole primarie e agli Istituti di Formazione Professionale lombardi.

“Grazie a questo provvedimento – commenta Brianza – andiamo a finanziare con 4,435 milioni di euro le 803 scuole primarie dei comuni lombardi sotto i 5 mila abitanti. In provincia di Varese, su 89 piccoli comuni, ben 70 godranno di questi contributi. Altri 607 mila euro – continua – andranno invece ai 110 Istituti di Istruzione e Formazione Professionale accreditati nel sistema regionale, 12 dei quali si trovano in Provincia di Varese. A ciascun istituto – spiega – andrà un importo che si aggira intorno ai 5.500 euro”.

Francesca Brianza

“Gran parte delle risorse messe a disposizione – specifica – derivano dal taglio dei costi della politica e, in particolare, dalle somme risparmiate tra il 2014 e il 2019 con il taglio dei vitalizi degli ex consiglieri (3.2 milioni di euro)”.

“Durante la pandemia – prosegue Brianza – abbiamo scoperto quanto sia importante dotare le nostre scuole e i nostri ragazzi di strumentazioni tecnologiche adeguate. Siamo certi che questi supporti si riveleranno fondamentali anche quando si tornerà al 100% delle lezioni in presenza”.

“Ancora una volta Regione Lombardia rivolge particolare attenzione ai comuni più piccoli che non hanno grandi possibilità economiche e lo fa convogliando risorse derivanti dai tagli ai costi della politica. C’è chi fa demagogia – conclude – e chi invece trasforma questi temi in azioni concrete”.




Umberto Nava nominato coordinatore Italia Viva a Caronno Pertusella

CARONNO PERTUSELLA, 11 maggio 2021-“Nominato il coordinatore di Italia Viva a Caronno Pertusella: è Umberto Nava, già sindaco della città, continuerà a mettere la sua esperienza e grande passione al servizio della comunità in cui vive e che tanto bene conosce”. Così Giuseppe Licata, coordinatore provinciale di Italia Viva, che continua: ”In una stagione politica caratterizzata da partiti alla continua ed effimera ricerca dei like, Italia Viva è il partito della concretezza e dei risultati. Siamo stati i promotori del cambio di Governo ed oggi è sotto gli occhi di tutti il salto di qualità che il Paese ha fatto con Draghi premier: dall’accelerazione sui vaccini alla presentazione di un Recovery Plan ambizioso ed alla ripresa di un percorso di riforme, come quella dell’assegno unico e universale alle famiglie che partirà a luglio, anche questo un risultato di Italia Viva. Tutti passaggi necessari alla ripartenza economica, verso cui adesso l’Italia deve proiettarsi. Nella provincia di Varese, come a livello nazionale, siamo in ascolto dei bisogni della collettività e pronti a realizzare progetti di bene comune, per le persone ed il territorio. Con Umberto Nava, Italia Viva si mette a disposizione dei cittadini di Caronno Pertusella, aperti alla partecipazione ed alla collaborazione con chi vorrà fare lo stesso”.
Già operativo il neo coordinatore, il cui impegno per la città ha attraversato gli ultimi 40 anni, durante i quali, oltre che sindaco, è stato anche consigliere comunale, assessore, vicesindaco e consigliere provinciale: “Ho aderito al progetto di Italia Viva dal momento della sua nascita. A Caronno Pertusella – dichiara Nava –  vogliamo essere riferimento per i cittadini che lo riterranno, raccogliendo le istanze della città e mettendo in campo progetti e soluzioni per migliorare la qualità della vita delle persone, ponendo maggiore attenzione a quelle toccate in modo serio da questa pandemia. Siamo pronti ad impegnarci anche nelle prossime elezioni amministrative, abbiamo avviato un dialogo costruttivo con i cittadini, le associazioni e le altre forze politiche”, conclude




Sesto San Giovanni, M5Stelle piange la scomparsa di Vincenzo Di Cristo

SESTO SAN GIOVANNI, 8 maggio 2021-Per il Movimento lombardo oggi è un giorno di lutto. Vincenzo Di Cristo, 52 anni, consigliere comunale e capogruppo del M5S di Sesto San Giovanni è venuto a mancare e questa notizia ci sconvolge ma al contempo ci consegna l’immagine di un uomo, un politico, stimato e capace,  appassionato e giusto nel far del bene al suo elettorato e ai cittadini sestesi.

Vincenzo, che nel 1998 ha fondato insieme ad alcuni amici i Giovani Sestesi, non ha mai smesso di combattere negli ideali che costituiscono ogni portavoce pentastellato e siamo certi che il suo lavoro non si fermerà e andrà oltre a questa tristezza.

Ci stringiamo alla famiglia di Vincenzo




Una rosa a tutte le mamme che si recheranno domenica al gazebo di Azione

VARESE, 7 maggio 2021-In occasione della festa della Mamma, domenica 9 Maggio presso  ilGazebo di Varese in Azione i volontari doneranno alle Mamme
una rosa.
“Un piccolo gesto per la persona più importante nella vita di ognuno di
noi” le parole di Carlo Alberto Coletto, candidato sindaco alla prossime
amministrative, “che volevamo ringraziare per il tempo, l’amore, la
dedizione che dona ogni giorno. Per le mamme, che sono Donne,
lavoratrici, casalinghe, madri e mogli, preziose nella quotidianità,
ringraziandole con un gesto simbolico, che dovrebbe essere ogni giorno”
Il Gazebo di Azione sarà presente Domenica 9 Maggio dalle 10 in
Via Veratti, di fronte alla Pasticceria Pirola.




Fratelli d’Italia sabato a Varese con gazebo in Piazza Montegrappa

VARESE, 7 maggio 2021-Gli esponenti del Circolo di FDI Varese saranno presenti con il proprio gazebo, ottemperando tutte le norme anti-Covid, sabato 8 maggio dalle ore 10 alle 18 in Piazza Monte Grappa per l’apertura della campagna tesseramento 2021 di Fratelli D’Italia.

<<Tra la gente e per la gente, una giornata dedicata all’ascolto dei bisogni e problemi dei cittadini. Per chi vorrà far parte di questa famiglia in continua crescita potrà sottoscrivere la propria adesione. Aperti e disponibili al confronto per portare avanti temi, argomenti e nuove idee. Si raccomanda a tutti il rispetto delle norme che la pandemia ci impone>>, dichiarano gli esponenti locali di FdI




Monti al centro vaccini di Cadero: ”Il camper per le vaccinazioni è un successo”

VARESE, 6 maggio 2021 – “Ho effettuato una piacevole visita a Cadero, nell’alta valle del Verbano, dove grazie alla collaborazione di Comunità Montana, Comuni, Protezione Civile, volontari, tra cui Loredana Amadio, medici dell’Usca e personale di Ats Insubria, coordinato da Guido Garzena, proseguono instancabilmente le operazioni di vaccinazione domiciliare tramite il camper itinerante.

Presenti all’incontro anche il sindaco di Maccagno, Fabio Passera, e di Tronzano, Antonio Palmieri. Molto suggestiva la location in cui vengono svolte le vaccinazioni a Cadero: il parroco ha messo a disposizione la chiesa come hub vaccinale. Continua con successo il percorso del camper per le vaccinazioni nelle zone periferiche della nostra provincia in modo da raggiungere tutti i cittadini, anche quelli più in difficoltà. Ho sostenuto fin dall’inizio la realizzazione di questa iniziativa che sta portando ottimi risultati”.

Così Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali al Pirellone, a margine della vista al centro vaccini di Cadero.




Cedimento rete fognaria a Malnate: la Lega denuncia una mancanza di manutenzione

MALNATE, 6 maggio 2021-L’ennesimo cedimento stradale della rete fognaria, questa volta, ha creato non pochi disagi.
Lunedì scorso in via delle Rimembranze, per essere chiari la salita del cimitero di Malnate, il manto stradale ha ceduto a causa della rete fognaria.
La precedente amministrazione comunale, con una determina aveva imposto l’allaccio delle unità abitative che ancora avessero in uso la “fossa biologica” alla rete fognaria collegata al nuovo collettore di Torba. Peccato che tale imposizione non sia stata accompagnata da una revisione strutturale della rete fognaria che ovviamente, non può far altro che implodere  senza la dovuta attenzione e manutenzione.
Malnate ormai è abituata a queste situazioni, di fatto gli interventi di “somma urgenza” per cedimenti strutturali sono purtroppo gli unici in programma e così dopo via Gramsci, via Pola, via Brenta, via Volta, via delle Vittorie, via Arnaldo de Mohr, via Milano ci chiediamo quale via sarà la prossima.
Governare significa non solo risolvere i problemi contingenti ma soprattutto pianificare.  Invece dii pianificazione in oltre 10 anni di governo “rosso” a Malnate, c’è poco o niente.

Stefano Negro
Consigliere Lega Nord