1

Matteo Salvini torna per la terza volta a Varese: giovedí tour in Piazza Montegrappa e Piazza Repubblica

VARESE, 13 ottobre 2021- di GIANNI BERALDO-

Nonostante il delicato momento politico che stra attraversando il centrodestra a livello nazionale, con le tristi e ben note vicende dell’attacco alla sede della Cgil da parte di alcuni estremisti di Forza Nuova e le inchieste di Piazza Pulita su rapporti di politici di FdI con esponenti fascisti, ecco dopo tutto questo il leader della Lega Matteo Salvini domani, giovedí 14 ottobre, torna a Varese sempre per sostenere ovviamente la candidatura di Matteo Bianchi al ballottaggio con Davide Galimberti.

E’la terza volta nel giro di poche settimane che Varese accoglie Salvini: la prima con il comizio del 18 settembre e piú recentemente una comparsata lo scorso 29 settembre.

Mai prima d’ora il leader di uno dei principali partiti in Italia si é speso in questo modo in un

Bianchi con Salvini

lasso di tempo cosí breve per un candidato sindaco, segnale inequivocabile che la partita di Varese soprattutto per la Lega é fondamentale.

Speranze legittime quelle per la vittoria finale di Bianchi, cosiderato che la forbice che lo separa da Galimberti (in vantaggio al primo turno) é di 900 voti, divario non incolmabile che fa presagire una lotta serrata fino all’ultimo voto.

L’agenda di Salvini prevede l’arrivo in cittá verso le 15 direttamente in Piazza Montegrappa.

Il mini tour proseguirá in Piazza Repubblica,  luogo simbolo della campagna elettorale varesina che Bianchi prevde di riqualificare con un nuovo progetto vincolato all’area ex Caserma Garibaldi.

Tour che si concluderá incontrando con gli ambulantidel mercato cittadino e ascoltando persone e commercianti.

direttore@varese7press.it




Gli agricoltori varesini stanno con Matteo Bianchi: giovedì corteo con trattori tra le vie della città

VARESE, 13 ottobre 2021- Gli agricoltori varesini hanno scelto il candidato sindaco Matteo Bianchi come loro rappresentante per temi e problemi legati al settore agricolo e ambientale del territorio.

Per questo domani, giovedì 13, una loro delegazione manifesterà sfilando con 10 trattori partendo alle ore 16 da via Magenta per arrivare alle 16.15 in Piazza Montegrappa dove incontreranno Bianchi. Manifestazione organizzata da Fratelli d’Italia.

Corteo che concluderà alle 17 la sua corsa a Masnago dopo avere attraversato le vie Sacco e San Silvestro.

redazione@varese7press.it

 

 

 




L’appello di Articolo Uno: “Mai più fascismi, sabato in piazza a Roma insieme alla Cgil”

VARESE, 13 ottobre 2021-Essere in piazza sabato prossimo non è solo un dovere civico e morale.
Non è nemmeno un puro esercizio di testimonianza antifascista davanti al vile attacco alla sede nazionale della Cgil. 
Saremo a piazza San Giovanni con i sindacati perché avvertiamo l’esigenza di riaffermare il matrimonio tra il mondo del lavoro e la Costituzione, il terreno più avanzato della nostra democrazia, quello che ha consentito al nostro paese di uscire dal dopoguerra più unito, più libero, più giusto.
Il fascismo si sconfigge se c’è una lotta contro le diseguaglianze, se si separa il disagio dalla demagogia, la disperazione dalla paura, la rabbia dalle pulsioni autoritarie.
Hanno provato a spalancare le porte a un nuovo ventennio violando la casa di milioni di lavoratori e lavoratrici, quelli che hanno combattuto per una realizzazione effettiva del dettato costituzionale.
La solidarietà di migliaia e migliaia di cittadini, di istituzioni, di partiti, di movimenti e

L’attacco alla sede nazionale della Cgil

associazioni ha travolto il loro fanatismo, ricacciandoli nell’angelo in cui la storia li ha collocati il 25 aprile del 1945.
Ha ragione il Presidente Mattarella: preoccupati no, turbati si. 
Non siamo preoccupati perché sappiamo che le nostre ragioni sono scritte nell’autobiografia di un grande paese che ha saputo liberarsi dall’invasore e costruire le basi di una libero confronto democratico.
Siamo turbati allo stesso tempo perché di fronte a un fatto così enorme esistono ancora forze politiche – anche molto importanti sul piano politico e parlamentare – che continuano a non essere chiare sulla loro natura e sui loro obiettivi, che indugiano in ammiccamenti e messaggi ambigui, senza fare i conti fino in fondo con la storia italiana.
Da qui deriva la nostra richiesta di chiarire fino in fondo che nel 2021 non può esserci alcuno spazio per formazioni chiaramente ispirate al fascismo.
Vanno sciolte senza troppi giri di parole. 
Riprendiamoci le nostre bandiere di libertà e di eguaglianza, torniamo a sognare un mondo libero da pregiudizi e da soprusi, continuiamo a batterci per i diritti nel lavoro superando precarietà e sfruttamento.

Saremo in tanti e tante: contro tutti i fascismi, per il lavoro, la democrazia e la partecipazione!

Arturo Scotto-Articolo 1




Confronto pubblico tra Bianchi e Galimberti mercoledí alla Sala Ascom

VARESE, 12 ottobre 2021-Confronto pubblico domani, mercoledí 13, alla sala Ascom di via Venosta (inizio ore 18.30) tra i due candidati sindaco Matteo Bianchi (coalizione di centrodestra) e Davide Galimberti (per centrosinistra), in vista del ballottaggio previsto per le giornate di domenica 17 e lunedí 18 ottobre.

Organizzato dal Centro Culturale Kolbe, all’incontro saranno presenti rappresentanti di importanti realtà operanti in città e nate dalla presenza e dalla responsabilità cristiana, nel tentativo di rispondere ai bisogni delle persone negli ambiti dell’educazione, del lavoro, dell’accoglienza e della cura della fragilità.

Tutti loro presenteranno ai candidati la loro esperienza e faranno delle domande per conoscere il pensiero di chi diventerà il futuro sindaco e soprattutto per conoscere come intende operare per contribuire a dare una risposta sempre più adeguata ad alcuni fondamentali bisogni delle persone che vivono in città, attuando il principio di sussidiarietà, valorizzando e sostenendo le iniziative e le opere che già sono in atto in città.

Dibattito che sará possibile seguire in diretta anche tramite canale youtube di RMF (Radio Missione Francescana).

redazione@varese7press.it




Belforte, Matteo Bianchi incontra i residenti di via Cortina d’Ampezzo: “Occorre rivedere la classificazione delle strade”

VARESE, 12 ottobre 2021– Il candidato Sindaco del Centrodestra Matteo Bianchi sta girando per tutti i quartieri della Città, incontrando e dialogando i residenti sui problemi che colpiscono i loro rioni e sul futuro di Varese.

Nel suo giro di Belforte, ieri Bianchi ha incontrato, insieme al consigliere uscente e riconfermato Mimmo Esposito (Forza Italia), e alla militante della Lega e già candidata in consiglio Margaret Reyes, i residenti di via Cortina d’Ampezzo.

“Si tratta di un comparto cittadino densamente abitato, la cui strada di accesso tuttavia risulta ancora essere privata – spiega Bianchi – di conseguenza il Comune non svolge le attività di manutenzione, con il risultato che gli abitanti vivono disagi inaccettabili, come il rischio di incidenti a causa del manto stradale sconnesso, o gli allagamenti quando piove”.

“L’unica soluzione, che porterò avanti una volta eletto, sarà quella di modificare la classificazione delle strade: in presenza di numerose abitazioni e un elevato numero di residenti, la via non può rimanere privata ma deve diventare pubblica. Si tratta di una questione di sicurezza per gli stessi cittadini. Il caso di via Cortina d’Ampezzo non è isolato, ne ho riscontrati diversi, soprattutto nei quartieri densamente popolati” aggiunge il candidato Sindaco.




Il Governo stanzia fondi per le scuole. Galimberti: «Noi già pronti a presentare progetti e far arrivare a Varese le risorse»

VARESE, 11 ottobre 2021-Obiettivo riqualificare altre scuole di Varese. Le prime saranno la Righi, la Settembrini, la scuola Baracca, la Salvemini, la Marconi e la Dante e poi tutte le altre della città, come indicato nel documento presentato dal Comune relativo al PNNR. Dopo gli interventi che si stanno già effettuando in diversi edifici scolastici il progetto del sindaco Davide Galimberti è quello di inserire nuove scuole nei programmi di ristrutturazione complessiva per i prossimi anni, così come già fatto per la Pellico che nel 2019 è stata completamente ristrutturata.

La programmazione stilata da Galimberti trova le risorse da quanto è emerso dalla cabina di regia del Governo sull’uso dei fondi del PNRR. È lo stesso presidente del Consiglio che nella comunicazione relativa all’incontro ha annunciato uno stanziamento di “800 milioni per la costruzione di scuole nuove, altamente sostenibili e adeguate a una didattica innovativa per gli studenti. Entro la fine di quest’anno il Ministero prevede di pubblicare bandi destinati principalmente ai Comuni in numerose aree di intervento”.

«Siamo già al lavoro per presentare i nostri progetti ai bando che il Ministero farà uscire e per i quali verranno stanziati 17 miliardi di euro – spiega Davide Galimberti – Dobbiamo farci trovare pronti, perchè parte di queste risorse devono assolutamente arrivare a Varese e dobbiamo utilizzarle per riqualificare completamente le scuole della città. Negli ultimi anni, dopo decenni di immobilismo e di mancata cura delle nostre scuole, abbiamo realizzato diversi interventi, non dobbiamo fermarci né tornare indietro. Ma anzi dobbiamo andare avanti nella ricerca di ogni risorsa disponibile per prenderci cura delle nostre scuole».

Ma non è finita, perchè sempre nella stessa cabina di regia nazionale sono stati

Scuola Anna Frank

annunciati finanziamenti anche per oltre 430.000 mq di nuove palestre, per valorizzare le competenze legate all’attività motoria e sportiva, nonché aumentare l’offerta formativa oltre l’orario curricolare.

«In questo caso – prosegue Galimberti – il lavoro dovrà procedere di pari passo con la riqualificazione delle scuole, per avere palestre di alto livello dove praticare sport».




Tomasini (Lega): “La partita su Caronno Pertusella ora è apertissima”

VARESE, 11 ottobre 2021- “La partita su Caronno Pertusella è aperta e oggi, dopo l’apparentamento, la coalizione di Centrodestra e i suoi alleati si trovano di fatto in vantaggio. Ci dividono poco più di trecento voti, una differenza minima”.

Così Andrea Tomasini, coordinatore territoriale della Lega per l’area sud della provincia di Varese, che commenta la situazione a Caronno Pertusella. Una partita che la Lega vuole giocarsi fino in fondo.

“Domani mattina, alle 10, sarà presente al mercato cittadino la nostra europarlamentare Isabella Tovaglieri, punto di riferimento importante per il nostro territorio, per portare supporto al nostro candidato Sindaco Valter Galli. Un segnale importante, perché il rilancio della Città passa anche dal dialogo con tutti i livelli istituzionali, cosa che un primo cittadino deve saper fare” sottolinea Tomasini.

“Caronno ha voglia di cambiare – conclude il coordinatore territoriale – lo dimostrano l’alto tasso di astensionismo e la mancata vittoria del Sindaco uscente al primo turno. Dove i Sindaci hanno ben governato, sono stati subito riconfermati, come a Gallarate e a Busto Arsizio. Qui a Caronno, come a Varese, è successo l’opposto”.




L’appello di Carignola (Pd Varese): “Votare Galimberti significa concludere le grandi opere cittadine”

VARESE, 11 ottobre 2020-Con l’apertura dell’ultima settimana di campagna elettorale, ci sentiamo di lanciare un appello alla cittadinanza.

I risultati del primo turno hanno dimostrato un incremento di voti a favori di Galimberti, prova tangibile dell’apprezzamento per il lavoro svolto in questi anni

Del resto l’Amministrazione comunale è stata in grado di ottenere importanti fondi pubblici in grado di cambiare il volto della città, e ciò grazie alla capacità di presentare proporre progetti innovativi e di ottenerne l’approvazione: ci riferiamo, da ultimo in ordine di tempo, ai 30 milioni che arriveranno per i due progetti di Rigenerazione e Social Housing di Villa Baragiola e Belforte – Biumo, finalizzati al recupero di beni dismessi a fini abitativi in modalità innovative e ad una forte spinta verso l’attrattività della città, non dimenticando il tema del lavoro per i più giovani e per quanti hanno lasciato la scuola dopo l’obbligo scolastico.

Quanto sinora realizzato ed ottenuto rendono assolutamente credibili i progetti illustrati in campagna elettorale dal Sindaco Galimberti, a partire dai 100 milioni da investire nei prossimi cinque anni nei quartieri.

Solo un secondo mandato dell’Amministrazione oggi in carica potrà garantire che i progetti diventino iniziative concrete e che il risultato sinora conseguito non vada perso, nella lotta di interessi che si scatenerebbe nel centrodestra per la gestione di queste risorse, a danno della città.

La scelta è dunque fra una Amministrazione di parte ed una, quella di Galimberti, orientata al bene di tutta Varese.

 




VIDEO intervista a Emanuele Antonelli, sindaco di Busto Arsizio: ”Se la gente si lamenta deve andare a votare”

VARESE, 10 ottobre 2021-




Oggi aperte e presidiate le sedi Cgil della provincia di Varese. Landini: ”E’ un atto di squadrismo fascista”

VARESE, 10 ottobre 2021-“L’assalto alla sede della Cgil nazionale è un atto di squadrismo fascista. Un attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro che intendiamo respingere. Nessuno pensi di far tornare il nostro Paese al ventennio fascista”. Lo afferma il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

Questa mattina dalle ore 9.00 le Camere del Lavoro di Varese, Busto A. Gallarate e Saronno  resteranno aperte e presidiate  in risposta al gravissimo atto intimidatorio.
Chiediamo a tutte le forze democratiche del territorio di unirsi a noi affinché la risposta  di domani sia importante e inequivocabile.