1

Doppia medaglia tricolore per la Canottieri Luino a Barletta con i fratelli Lissoni

LUINO, 13 settembre 2021-Canottieri Luino e Coastal Rowing. Un rapporto ormai di lunga data, sviluppatosi già a partire da 15 anni con le basi gettate in occasione delle prime manifestazioni, come la Vicor Cup 2008, con l’apice di grandi eventi in uno stellare 2015, con il World Rowing Tour FISA  e i Campionati Italiani, e soprattutto con lo sviluppo del Coastal Rowing Centre, diventato nel corso degli anni un punto di riferimento non solo in ambito sportivo ma anche, per la peculiare attrattiva del lago Maggiore, turistico. Canottieri Luino, in più di una occasione, sul gradino più alto del podio ai Tricolori e, nello scorso fine settimana,  protagonista ai Campionati Italiani di Barletta con il doppio Under 43 dei fratelli Marco e Lorenzo Lissoni.

In Puglia, la tradizione felice gialloblù nel Coastal è stata confermata! Marco e Lorenzo hanno conquistato il successo nella gara endurance, battendo altri due equipaggi e si sono classificati al secondo posto nel beach sprint. Una doppia soddisfazione gratificata, in premiazione per l’endurance dalla presenza dei medagliati olimpici Ruta e Oppo del doppio Pesi Leggeri. Per la Canottieri Luino, il futuro Coastal si conferma roseo e il prossimo passo sarà la presentazione del nuovo Centro Remiero regionale dedicato allo sviluppo di questa disciplina.




Il Cittá di Varese perde ai rigori il preliminare di Coppa Italia contro l’Arconatese

VARESE, 12 settembre 2021-È l’Arconatese ad accedere al primo turno di Coppa Italia del prossimo 22 settembre. Gli ospiti si sono imposti ai calci di rigore per 7-6 dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul risultato di 2-2.

Come anticipato alla vigilia le assenze del Città di Varese erano ben sette, con il tecnico Rossi che ha arruolato per l’occasione tre Under 19 tra in convocati. Assetto tattico confermato con il terzetto difensivo composto da Premoli-Mapelli-Parpinel, con Alessandro Baggio e Foschiani sulle corsie e portare la linea a cinque. In mezzo al campo tocca a Gazo e D’Orazio, con Pastore trequartista alle spalle di Mamah e Di Renzo.

L’avvio di gara è della compagine ospite che passa in vantaggio dopo cinque minuti con il rasoterra di Parravicini servito da Lillo e, nei dieci minuti successivi si rende pericolosa ancora con lo stesso Parravicini di testa (decisivo Trombini ad “allungare” il pallone) e Longo con un rasoterra dal limite dell’area. Il Città di Varese prova ad accendersi con la combinazione Gazo-Pastore al 22’ ma Spada, portiere ospite, è tempestivo nell’uscita bassa sui piedi di Pastore (ex di giornata) mentre al 34’ si rende protagonista del fallo da rigore su Di Renzo quasi all’altezza della linea di fondo; dagli undici metri è proprio Di Renzo a firmare il pareggio del Città di Varese. Pareggio che sembra cambiare l’inerzia della partita, con i biancorossi che tre minuti più tardi vanno pochi centimetri dal ribaltare la partita: Di Renzo serve Alessandro Baggio che, sulla destra, mette il turbo e crossa teso al centro dell’area dove Pastore mancando di pochi centimetri il bersaglio con un colpo di testa.

La seconda frazione di gioco vede il Città di Varese cominciare così come era stato terminato il primo tempo: piglio e idee giuste che – dopo nemmeno tre minuti – portano al gol del 2-1. Di Renzo è ancora una volta decisivo con una sua intuizione ad avviare l’azione sull’esterno per Foschiani che spedisce il pallone nel cuore dell’area dove Mamah, dopo un rimpallo, trova il mancino vincente del 2-1. Tre minuti più tardi D’Orazio, sul cross di Di Renzo, non riesce a trovare l’impatto col pallone per quello che avrebbe potuto essere il 3-1. Al quarto d’ora, invece, l’Arconatese trova il pareggio con il colpo di testa di Parravicini su servizio di Vecchiarelli. Al 31’ bella azione del Città di Varese avviata e conclusa da Di Renzo che ha visto protagonisti anche D’Orazio e Pastore, mentre pochi istanti più tardi Spada riesce a salvarsi in modo fortuito sul rasoterra di Pastore a pochi centimetri da Di Renzo. Al 44′ è Minaj ad avere una buona occasione mentre sul fronte opposto è Santonocito a mancare l’impatto di testa su un traversone laterale.

Al termine della partita  l’allenatore del Città di Varese Ezio Rossi ha analizzato la prestazione della squadra: «Abbiamo giocato contro una squadra forte che farà una gran figura nel proprio girone. Noi siamo partiti male e sicuramente non essersi demoralizzati dopo un inizio non bello è un punto a nostro favore. Abbiamo dimostrato di essere una squadra tosta pur commettendo degli errori ma tutti i ragazzi si sono sacrificati per la squadra». Sull’uscita dalla Coppa al primo atto il tecnico ha detto: «Dispiace uscire perché la Coppa, durante la stagione, dà modo di poter impiegare i ragazzi che in campionato trovano meno spazio».
Domenica prossima a Lavagna ci sarà la prima di campionato e il Città di Varese punterà a essere una delle protagoniste: «Siamo una buona squadra e lo dobbiamo dimostrare sul campo. I tifosi sono fondamentali: rivederli è stato bello e speriamo di dar loro delle soddisfazioni».

CITTÀ DI VARESE-ARCONATESE 6-7 DCR (2-2 DTR)
RETI: 5’ Parravicini (A), 35’ rig. Di Renzo (V), 3’ st Mamah (V), 15’ st Parravicini (A).
Sequenza rigori: Parpinel (V) gol, Romeo (A) gol, Mapelli (V) gol, Siani (A) gol, Minaj (V) gol, Rondanini (A) gol, Pastore (V) parato, Marcone (A) gol, Ebagua (V) gol, Santonocito (A) gol.
CITTÀ DI VARESE (3-4-1-2): Trombini; Premoli, Mapelli, Parpinel; Baggio Alessandro, D’Orazio, Gazo, Foschiani; Pastore; Mamah (26’ st Minaj), Di Renzo (42′ st Ebagua). A disp. Priori, Battistella, Petrella, Ritondale, Sofio, Baggio Leonardo, Aiolfi. All. Rossi.
ARCONATESE (3-4-1-2): Spada, Rondanini, Luoni, Vecchierelli (43′ st Gnecchi sv), Bianchi, Romeo, Albin (40′ st Colleoni), Spera (36′ st Marcone), Parravicini (36′ st Siani), Lillo (43′ st Santonocito), Longo. A disp. Gambazza, Zucchetti, Medici, Principi. All. Livieri.
ARBITRO: Garofalo di Torre del Greco.
ASSISTENTI: Gaglini di Sondrio e Montanelli di Lecco.
AMMONITI: Luoni, Parravicini, Longo (A), D’Orazio, Mapelli (V).

 
 
 
 




Gran Fondo Strade Bianche by Pinarello: 5000 partecipanti su strade leggendarie

SIENA, 12 settembre 2021 – La Gran Fondo Strade Bianche by Pinarello ha preso il via dalla splendida cornice della Fortezza Medicea, dove i 5000 protagonisti hanno dato il primo colpo di pedale in una giornata ideale per il ciclismo lungo i mitici sterri senesi, sulle orme dei professionisti che si sono sfidati nella “classica del Nord più a sud d’Europa” quest’anno conquistata dal fenomeno olandese Mathieu van der Poel, davanti al campione del mondo Julian Alaphilippe e al vincitore dell’ultimo Giro d’Italia Egan Bernal.

Per quanto giovane, di anno in anno la Gran Fondo Strade Bianche by Pinarello, vede crescere il suo prestigio nel panorama amatoriale italiano e internazionale, nonostante le

Un passaggio della Gran Fondo (Foto LaPresse – Fabio Ferrari)

difficoltà legate all’attuale momento storico. Al via numerosi volti noti, tra cui Johan De Muynck, vincitore del Giro d’Italia 1978, Paolo Bettini, Campione Olimpico e del Mondo, Andrea Tafi, vincitore di Paris-Roubaix e Giro delle Fiandre, Moreno Moser, unico vincitore italiano delle Strade Bianche, Stefano Allocchio e Max Lelli.

I vincitori
Sul traguardo di Piazza del Campo si è imposto Onofrio Monzillo, che ha preceduto Tommaso Elettrico e Fabio Cini.

La prova femminile ha visto la vittoria di Sara Mazzorana che ha preceduto Simona Parente e Katleen Luypaert.

Prossimo appuntamento: Gran Fondo Il Lombardia
La Gran Fondo Strade Bianche cede adesso il testimone alla Gran Fondo Il Lombardia del 10 ottobre, secondo degli appuntamenti amatoriali proposti da RCS Sport/RCS Active Team per il 2021, con partenza e arrivo da Cantù ed un percorso che include le salite “monumento” del Ghisallo e Muro di Sormano, per un percorso e un paesaggio unico: un mix di salite, discese, strappi che garantiscono divertimento costante a tutti i gran fondisti. Con la Gran Fondo Il Lombardia gli appassionati delle due ruote potranno misurarsi, poche ore dopo i big, sulle stesse strade dei professionisti.




Il campione Tadej Pogacar alla Tre Valli Varesine del Centenario: tra gli ospiti anche il direttore del Tour de France

VARESE, 11 settembre 2021- “Tadej Pogačar sarà al via delle Tre Valli Varesine del centenario il prossimo 5 ottobre”. L’annuncio è stato dato dal presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda Renzo Oldani che nella giornata di giovedì, alla presentazione della prima Tre Valli Varesine femminile, aveva promesso a breve delle notizie riguardanti la classica del ciclismo internazionale che si appresta a tagliare il prestigioso traguardo delle 100 edizioni, e così è stato: “Mauro Gianetti, team principal e amministratore delegato della formazione UAE Team Emirates – continua Oldani – ci ha assicurato la presenza del campione sloveno, vincitore delle ultime due edizioni del Tour de France, attualmente impegnato nel campionato europeo a Trento”.

Per la Società Ciclistica Alfredo Binda è un piacere potere annoverare al via un campione di questa caratura: “Il calendario professionistico in questo finale di stagione è ricco di appuntamenti di prestigio e riuscire ad avere in gara nella Tre Valli Varesine da Busto Arsizio a Varese un campione come Tadej Pogačar è per noi un motivo di grande orgoglio. Stiamo contattando altri corridori di primo piano del panorama ciclistico internazionale per offrire ai nostri tifosi e a chi ci sostiene una Tre Valli Varesine da ricordare”.

Nei prossimi giorni verrà ufficializzata la data della presentazione della manifestazione valida come seconda prova del Trittico Regione Lombardia, nel frattempo Renzo Oldani annuncia un ospite prestigioso alla gara: “Il 5 ottobre prossimo sarà con noi il direttore generale del Tour de France Christian Prudhomme che ha accettato di partecipare alla nostra giornata di ciclismo in occasione dell’edizione numero 100. Per la nostra società è un grande onore potere ricevere l’attenzione di una personalità di primo piano del ciclismo internazionale”.




Festa Gorillas Varese: musica e duelli in abiti medioevali ai Gorillas Games

VARESE, 9 settembre 2021-Sabato sera avrà luogo la festa della squadra varesina di football americano, arrivata ormai alla sesta edizione, con una carica di musica, spettacolo e ottimo cibo.
Ha riaperto ormai quasi a pieno regime il Jungle Field di via Landro a Varese, casa dei Gorillas, e quale migliore occasione per celebrare il lento ritorno alla normalità se non con una festa.
I Gorillas Games dal 2015 sono ormai un appuntamento fisso che segna la chiusura della stagione estiva e il ritorno in campo per gli atleti della palla lunga un piede.
Il weekend sarà aperto venerdì alle 21:000 da un momento di commemorazione per il compianto Nicolò De Peverelli, a cui è intitolato lo stesso Jungle Field, in cui verrano lanciate in cielo delle lanterne luminose.
Sabato sera (apertura cancelli ore 18:00) ricchissimo programma con la Sala D’Arme de “I Magli D’Acciaio” che intratterrà il pubblico con un crescendo di duelli di scherma storica, sfoggiando armi e armature fedeli copie degli originali medievali. 
Alle 21:30 un suggestivo duello con spade incendiate che aprirà la pista ad uno show altrettanto pirotecnico: alle 22:00 infatti sarà di scena il grande ritorno dei varesinissimi The Clurs che porteranno al caldo pubblico del Jungle Field il loro punk folk dal sapore celtico.
Durante tutta la serata anche i palati più esigenti avranno modo di trovare ristoro presso il banco gastronomico allestito dai tesserati della società biancorossa che offrirà ai presenti un menù di comfort food rustico e sostanzioso a base di polenta, fagioli e carne.
Gli ingredienti per un bellissimo sabato sera ci sono tutti, pur non dimenticando tutte le procedure di prevenzione Covid. Sarà infatti obbligatorio il Green Pass che sarà verificato all’ingresso.
E’ stato comunque organizzato un servizio di tampone che può essere effettuato su prenotazione il pomeriggio di sabato presso il Jungle Field (gli interessati possono contattare direttamente la società).
L’appuntamento è dunque per sabato sera nel cuore del quartiere di San Fermo per un’ultima emozionante e caldissima serata estiva.



Tre Valli Varesine Women: al via la prima edizione con partenza a Busto Arsizio e arrivo a Varese

BUSTO ARSIZIO, 9 settembre 2021- E’ stata presentata questa mattina presso la sala consiliare del Comune di Busto Arsizio la prima edizione della Tre Valli Varesine Women e-work. Un evento atteso che la Società Ciclistica Alfredo Binda martedì 5 ottobremanderà in scena da Busto Arsizio a Varese. “Il movimento ciclistico femminile è in continua evoluzione e crescita e la Società Ciclistica Alfredo Binda in questo 2021 ha deciso di dare il proprio contributo alla visibilità alle gare ciclistiche con protagoniste le donne – ha affermato il presidente biancorosso Renzo Oldani -Nasce così la prima edizione della Tre Valli Varesine al femminile. Per noi è l’opportunità di riprendere un’attività organizzativa iniziata nel 2014 quando ospitammo la prova unica di Campionato Italiano donne Elite e Juniores”.

Main sponsor della prima edizione della Tre Valli Varesine al femminile è il Gruppo e-work. Da oltre vent’anni nel settore della selezione del personale e della consulenza HR, il Gruppo è in prima linea nel sostegno di politiche attive e iniziative per la valorizzazione dell’identità di genere e della leadership femminile nel mondo del lavoro, oltre che sponsor di squadre femminili. Ancora una volta e-work, sostenendo questa gara ciclistica ha scelto il linguaggio dello sport, che gli è proprio, per affermare quei valori di determinazione, passione, forza e resistenza, che come in una competizione sportiva, così nella vita, possono guidare le donne a superarsi e a tagliare ambiziosi traguardi personali e professionali.“e-work è fiera di sostenere con la Società Ciclistica  Alfredo Binda e l’Amministrazione Comunale di Busto Arsizio, un importante evento sportivo come la Tre Valli Varesine che porta sul territorio varesino, per la prima volta, una competizione unica del panorama del ciclismo femminile internazionale –  ha affermato  Paolo Ferrario AD e Presidente di e-work –  Il nostro Gruppo da anni sostiene lo sport al femminile, sia come sponsor ufficiale della Unet e-work Busto Arsizio, storica squadra di pallavolo militante in A1, che come main sponsor della squadra di basket di Faenza, da quest’anno promossa in A1.

Grazie a questa prima edizione femminile della Tre Valli Varesine ci auguriamo che la grinta delle cicliste concorra a diffondere i valori di questo sport presso un pubblico sempre più ampio”. Chi ha voluto la Tre Valli Varesine Womem e-worh è stata l’assessore allo sport del Comune di Busto Arsizio Laura Rogora: “Da ex ciclista e ora appassionata di ciclismo sono orgogliosa di presentare questa manifestazione. Finalmente le donne potranno confrontarsi sullo stesso percorso dei maschi in una manifestazione così importante. In questo caso la parità di genere è un dato di fatto. Ringrazio la Società Ciclistica Alfredo Binda per avere proposto la partenza da Busto Arsizio”. Ilsindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli ha ricordato l’impegno di Busto Arsizio nello sport e la relativa passione messa in campo, mentre Anna Deligios ha sottolineato l’impegno della Camera di Commercio di Varese nel femminile e quello della Varese Sport Commission nello sport.Il vicepresidente nazionale della Federazione Ciclistica Italiana Ruggero Cazzaniga, dopo avere ricordato la rassegna tricolore allestita dai bindiani ha affermato: “Il consiglio federale è vicino al ciclismo femminile. In questi giorni le ragazze stanno ottenendo dei grandi risultati nel campionato europeo e questo ci gratifica. L’impegno della Società Ciclistica Alfredo Binda è ammirevole e sono felice di potere tenere a battesimoquesta nuova iniziativa al femminile”.

La particolarità della gara è quella che anche tutto lo staff organizzatore è composto da donne, un gruppo che si è consolidato nel tempo pronto a proporre la manifestazione che scatterà il 5 ottobre alle ore 9.30 da via Gran San Bernardo a Busto Arsizio per concludersi nel centro di Varese, dopo 92 chilometri di corsa, poco prima di mezzogiorno. La prima parte del tracciato, di 45 chilometri, sarà in linea, poi, una volta che la corsa transiterà per la prima volta da via Sacco a Varese, inizierà il circuito finale, di poco meno di 12 chilometri da ripetere quattro volte, con le ascese del Montello (su un tracciato ridotto rispetto ai professionisti) e della salita che da Schiranna porta al centro di Varese passando dalle località di Bobbiate e Casbeno.  Conclusione nella centralissima via Sacco a Varese, lo stesso arrivo della Tre Valli Varesine riservata ai professionisti.

Hanno già dato la conferma della loro partecipazione le squadre: FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope, Alè BTC City Ljubljana, Top Girls Fassa Bortolo, Lotto Soudal Ladies,SestroretskWomen’s, Rio Miera Cantabria Deporte, A.R.MonexWomen’s Pro Cycling Team, Valcar Travel & Service, Massi Tactic Women Team, IsolmantPremac Vittoria, Bepink, Aromitalia Basso Bikes Vaiano, ParkhotelValkenburg Cycling Team, VO2 Team Pink, Bort To Win G20 Ambedo e Team Mendelspeck.

Tutte le notizie su :www.trevallivaresine.it/women




Dal calcio al canottaggio: protagoniste le squadre giovanili della società di calcio “US Aurora Desio 1922”

LAVENA PONTE TRESA, 6 settembre 2021-Una domenica speciale, all’insegna dello sport, con protagoniste le squadre giovanili della società di Calcio “US Aurora Desio 1922” ospiti a Lavena Ponte Tresa.

Mattinata dedicata alla partita giocata con la ASD Olimpia Calcio di Lavena Ponte Tresa, pomeriggio sul lago con prove di canottaggio grazie alla collaborazione con la Canottieri Luino.

Trenta ragazzi, tra i 15 e i 17 anni, si sono alternati su due imbarcazioni 4 di coppia con timoniere remando sul Ceresio tra lo stretto di Lavena ed il lungolago che costeggia il paese fino a raggiungere il confine con la Svizzera. Alessandro Del Ferraro, vicepresidente della Canottieri Luino, ha consegnato un gagliardetto gialloblù in ricordo di questa esperienza che ha visto collaborare Alessandro Crisafulli per l’Aurora Calcio, Saverio Luca ed Antonello Tennina per l’Olimpia Calcio, i vice presidenti Lorenzo Lissoni ed Alessandro Del Ferraro per la Canottieri Luino.  L’amministrazione comunale di Lavena Ponte Tresa, presente a questa speciale giornata, era rappresentata dal sindaco Massimo Mastromarino e dall’assessore allo sport Valentina Boniotto.




Ciclismo, tutto pronto per la “Varese Van Vlaanderen”

CITTIGLIO, 6 settembre 2021- La Fiandra, o anche Fiandre, è una regione storica compresa tra la Francia, il Belgio e i Paesi Bassi dove il ciclismo è amato e praticato.

La denominazione in fiammingo è “Vlaanderen”. Questo territorio e la passione per il ciclismo hanno indotto qualche anno fa  un ingegnere appassionato di ciclismo  a varesinizzare la denominazione e a proporre una pedalata non competitiva denominata “Varese Van Vlaanderen”.

Questo rito ciclistico si ripeterà domenica 19 settembre a Cittiglio. Il paese natale di Alfredo Binda ospiterà la nuova edizione con partenza  dalla Piazza Alfredo Binda, dove lo scorso mese di luglio è stato inaugurato il monumento dedicato al tre volte campione del mondo. L’evento sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana è promosso dal punto di vista tecnico dalla Società Ciclistica Orinese e si svolgerà con partenze singole, o in piccoli gruppi, previste il 19 settembre dalle ore 7.30 alle ore 9.30. I partecipanti saranno invitati a pedalare ad andatura turistica sui “muri” dell’alto Varesotto, su un tracciato che presenta numerosi punti panoramici. E’ stato previsto un percorso “lungo” di chilometri  82 (14 muri), con un dislivello di  1430 metri, e uno  “corto” di  chilometri  73 (10 muri) con  1120 metri di dislivello.  I percorsi sono  scaricabili  su www.openrunner.com/r/13639736      e  www.operunner.com/r/13639727.

Per evitare assembramenti gli organizzatori hanno previsto per le iscrizioni la formula della “consegna a domicilio”, ovvero recapiteranno ai gruppi sportivi tutto quanto serve per aderire alla pedalata non competitiva direttamente preso le loro sedi, oppure ci si potrà iscrivere  nei punti convenzionati già attivi:  Hotel La Bussola – Piazza Alfredo Binda Cittiglio e  MC Bici Varese  –   Via Gasparotto, 56  Varese. Chiusura iscrizioni giovedì 16 settembre.

Per  info:  varesevanvlaanderen@gmail.com

Conclusa la pedalata domenica 19 settembre sarà disponibile,  su prenotazione, il “menù del ciclista” a Euro 10,00 presso il Ristorante la Bussola di Cittiglio tel. 0332/ 602291.




Federica Cesarini, oro olimpico a Tokyo, parteciperá alla Gran Fondo Tre Valli Varesine

VARESE, 4 settembre 2021- Federica Cesarini dalla conquista della prima medaglia d’oro olimpica nella storia del canottaggio femminile, nel doppio pesi leggeri con Valentina Rodini, alla partecipazione alla quinta Gran Fondo Tre Valli Varesine – Eolo. La campionessa olimpica di Tokyo 2020 ha annunciato questa mattina a Varese che prenderà parte all’evento promosso dalla Società Ciclistica Alfredo Binda domenica 3 ottobre. Passerà così dalle fatiche portate a termine nelle acque giapponesi del Sea Forest Waterway a quelle che dovrà affrontare sulle salite del Varesotto.

“Fatica, testa e solitudine” sono le affinità tra canottaggio e ciclismo ha affermato Federica:

Federica Cesarini

“La bicicletta è molto presente nella nostra preparazione, due anche tre volte a settimana pedaliamo per sessanta, settanta chilometri e soprattutto cerchiamo salite impegnative, come quelle della Granfondo Tre Valli Varesine Eolo. In provincia di Varese ho scalato più volte il Passo Cuvignone, il Sette Termini e, così come ho fatto ieri, l’ascesa al Campo dei Fiori di Varese. Anche quando sono in ritiro a Sabaudia le uscite in bicicletta non mancano e ho imparato a conoscere la salite di quelle zone”.

In Piazza Monte Grappa a Varese, presso l’infopoint della Camera di Commercio Federica Cesarini ha ricevuto i complimenti del presidente della Camera di Commercio Fabio Lunghi e dal presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda Renzo Oldani la maglia ufficiale della Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo del prossimo 3 ottobre: “Non ho ancora deciso se affronterò il tracciato di 103 o 130 chilometri, sono entrambi percorsi molto belli”. L’atleta delle Fiamme Oro, tesserata per la Canottieri Gavirate spesso pedala sulle strade del Varesotto con altri colleghi: “Abbiamo un buon gruppo di canottieri – ciclisti alla Canottieri Gavirate, spesso usciamo in gruppo anche con il nostro allenatore Giovanni Calabrese, due volte campione del mondo, nel due e nel quattro di coppia”. Ai recenti Giochi Olimpici c’è stato l’incontro tra Federica Cesarini e Elisa Longo Borghini: “Elisa mi ha trovato e mi ha detto tu sei forte, forte. Io ho replicato che è lei quella forte, forte, poi ci siamo scambiate le divise azzurre. É stato un bel momento”. Come inizio con il ciclismo Federica sarà una delle testimonial della quinta edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo, poi magari, alla fine della carriera in varca potrebbe salire in bicicletta.

Tutte le notizie su www.granfondotrevallivaresine.it




Varese nel weekend ospita le nazionali sorde di basket e volley, maschili e femminili

VARESE, 3 settembre 2021-Sport e inclusione sono protagonisti a Varese: dal 3 al 5 settembre la città ospita un raduno multisportivo, organizzato dalla Fondazione Pio Istituto dei Sordi di Milano nell’ambito del progetto “Campioni sordi ieri, oggi e domani“, con il partenariato del Comune di Varese, il sostegno di  Fondazione Vodafone Italia ed la collaborazione di Federazione Sport Sordi Italia .
L’evento chiude il progetto nato nel 2019 con l’obiettivo di rafforzare la relazione positiva delle persone sorde con lo sport grazie alla valorizzazione del passato e all’abbattimento delle barriere che ostacolano la pratica sportiva, soprattutto per i più giovani. 
Per le quattro rappresentative azzurre, quello offerto dal raduno di Varese, ultima tappa del progetto, sarà un fine settimana di messa a punto della preparazione in vista dei prossimi appuntamenti internazionali che, per la prima volta, si svolgeranno in Italia: i mondiali di volley (23 settembre-2 ottobre, a Chianciano Terme) e gli europei di basket (15-23 ottobre, a Pescara).
Per il weekend varesino appuntamento il 4 settembre alle 16.30 presso CUS Insubria in via Monte Generoso, con l’amichevole Nazionale basket maschile FSSI VS Pallacanestro Virtus Luino; alle 17.00 presso Palestra Falaschi in piazza Don L.Gabbani ci sarà l’amichevole Nazionale pallavolo femminile FSSI VS ASD Visette Volley; evento conclusivo del progetto Campioni Sordi Ieri, oggi e domani al Grand Hotel Varese alle 20.45.
Domenica 5 settembre alle 10.30 presso CUS Insubria ci sarà l’amichevole basket femminile FSSiI vs Pro Patria et Libertate Busto Arsizio; sempre alle 10.30 alla Palestra Falaschi l’amichevole con la pallavolo maschile FSSI.
In concomitanza il Cortile d’onore del Comune di Varese ospita la mostra fotografica, aperta a tutti, dedicata al progetto “Those who play will be champions”.
Campioni sordi ieri, oggi e domani’ ha come obiettivo il rafforzamento della relazione positiva delle persone sorde con lo sport grazie alla valorizzazione del passato e all’abbattimento delle barriere comunicative che ostacolano la pratica dello sport, soprattutto per i più giovani. Nel complesso insieme di lingue, culture e modi di essere al mondo che caratterizzano la società odierna, lo sport si impone come un linguaggio universale che supera confini, lingue, culture, religioni e ideologie e che possiede la capacità di unire le persone, favorendo dialogo e accoglienza. Soltanto lo sport riesce, infatti, a tenere insieme sia i diversi modi di essere sordo (segnante, oralista, con impianto cocleare o meno, …), sia persone sorde e udenti, rappresentando uno spazio di incontro ‘alla pari’ e di reale inclusione