1

Alessandro De Marchi vince la Tre Valli Varesine del Centenario: corsa bellissima combattuta fino all’ultimo metro

VARESE, 5 ottobre 2021-di GIANNI BERALDO-

La centesima edizione della Tre Valli Varesine è stata vinta da Alessandro De Marchi (Israel Start Up Nation) che negli utlimi metri é riuscito a staccare il compagno di fuga Davide Formolo (Uae Emirates).

Due italiani sul podio quindi per questa edizione del centenario (100 anni che cadevano in realtá l’anno scorso poi rinviata per emergenza Covid).

Podio completato dal campione Tadej Pogacar, della stessa squadra di Formolo, che ha dato battaglia sul difficile percorso insieme a Nibali e altri nomi noti a livello internazionale: tutti senza risparmiarsi onorando il centenario.

Insomma una corsa bellissima corsa sotto l’acqua che non ha comunque rovinato uno spettacolo sportivo davvero unico, come solo il ciclismo sa regalare.

Soprattutto in questi ultimi anni grazie alle nuove generazioni che non amano troppo i tatticismi dando tutto senza calcoli.

Di questo ne guadagna sicuramente lo spettacolo come dimostrano tutte le classiche o il recente Campionato del Mondo, senza contare della strepitosa Parigi-Roubaix di domenica scorsa che ha visto trionfare sul pavé il ”nostro” Sonny Colbrelli di una tre le corse piú belle e affascinanti al mondo.

La Tre Valli non é a questi livelli come popolaritá e nemmeno come difficoltá, ma una corsa di quasi 200 chilometri percorsi a tutta con dislivelli importanti e strade che non lasciano un attimo di respiro, rimane una classica alla portata di pochi corridori.

Un passaggio del gruppo in via Sacco

La gara voluta dalla Società Ciclistica Alfredo Binda, ha visto 161 protagonisti affrontare i 196 chilometri di gara della seconda prova del Trittico Regione Lombardia disegnati con la partenza dalla sede Eolo di Busto Arsizio e l’arrivo nella centralissima via Sacco a Varese.

ma tornaimo alla corsa.  Quando suona la campana ad indicare gli ultimi 25 chilometri di corsa il vantaggio dei sette al comando è di circa 40 secondi.  Nel corso dell’ultimo giro c’è l’attacco di Alessandro De Marchi e Davide Formolo.

I due guadagnano una trentina di secondi sugli inseguitori e nel finale ci sono ripetuti scatti da parte di entrambi, nessuno ha la meglio e i due si presentano sul vialone d’arrivo per giocasi la vittoria con De Marchi che prevale di misura su Formolo. Terzo posto, con un ritardo di 38” si è classificato Tadej Pogacar.

redazione@varese7press.it




VIDEO intervista a Neyla Rachel ciclista australiana terza alla prima edizione della Tre Valli Varesine Womans

VARESE, 5 ottobre 2021– Dopo la cerimonia di premiazione di questa prima, storica  edizione della Tre Valli Varesine Womans, abbiamo intervistato la cislista australiana Neyla Rachel, atleta di grande esperienza oggi giunta terza sul traguardo di via Sacco.




La cubana Arlenis Canadilla Sierra ha vinto la prima Tre Valli Varesine Womans. Sul podio anche Garcia e Neylan

VARESE, 5 ottobre 2021- di GIANNI BERALDO-

E’ la cubana Arlenis Canadilla Sierra a entrare nella storia della prima edizione della Tre Valli Varesine Women organizzata dalla Societá Binda Varese che ovviamente organizza 

La campionessa, portacolori del team Monex Women’s Pro Cycling, ha prevalso sul rettilineo

L’arrivo della Tre Valli Varesine Woman

di via Sacco, nel centro di Varese, in uno sprint a tre su Mavi Garcia (Alè BTC Ljubljana,

piú volte campionessa nazionale in linea e cronometro)  spesso in testa per gran parte della corsa e Rachel Neylan (Parkhotel Valkenburg, tra le piú esperte del gruppo essendo del 1982) dopo 92 chilometri di gara con partenza da Busto Arsizio.

Il percorso infatti é identico a quello riservato agli uomini ma ovviamente con un chilometraggio nettamente inferiore dettato anche dalla difficoltá della corsa.

Tracciato che le atlete hanno percorso in circa 3 ore giungendo verso le 12.30. Quasi in contemporanea con lo start, sempre da Busto Arsizio, della Tre Valli Varesine versione maschile.

Il Podio

All partenza si sono presentatte in 71 dandosi battaglia fin dall’inizio causando una frattura del gruppo giá suddiviso in piccoli drappelli dopo qualche decina di chilometri.

Molto attiva l’australiana Neylan che ha tentato in ogni mdo di scrollarsi di dosso le deu compagne di fuga, tentativi dettati dal fatto che tra le tre era la meno veloce allo sprint, come confermato poi dall’ordine di arrivo.

Neylan che a fine gara ai nostri microfoni ci ha confidato, ridendo, di avere suggerito gli organizzatori di aggiungere almeno altri due giri al circuito finale in modo tale che possa staccare tutte evitando la volata.

INTERVISTA A STEFANIA FOCCOLI

Durante la nostra intervista la campionessa autraliana ha evidenziato inoltre come sia importante per tutto il movimento ciclistico femminile, abbinare corse al femminile nella stessa giornata di grandi eventi come una classica dello spessore internazionale come la Tre Valli Varesine.

INTERVISTA A NEYLAN RACHEL

La prima delle italiane é Barbara Malcotti del team Valcar Travel & Service che ha tagliato in solitari ala linea del traguardo al quarto posto con 92 secondi di svantaggio dalle prime. Quinta posizione, a un minuto, la legnanese Silvia Magri (Valcar Travel & Service).

Insomma un podio importante come meritava questa prima edizione della Tre Valli Varesine Womens.

redazione@varese7press.it

 

 

 

 

 

 




E’ il giorno della Tre Valli Varesine del Centenario con molti campioni al via. Per la prima volta anche l’edizione femminile

VARESE, 5 ottobre 2021-di GIANNI BERALDO-

Oggi è il giorno della Tre Valli Varesine del centenario. La gara per professionisti di categoria WorldSeries organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Binda partirà da Busto Arsizio alle ore 12 per transitare per la prima volta da Varese alle 13.05 ed iniziare i dieci giri finali, per un totale di 196 chilometri di gara, con l’arrivo previsto alle ore 16.45. La corsa sarà trasmessa in diretta televisiva su RaiSport, dalle ore 15 alle 17.15, e su RaiDue dalle 16.15 alle 17.15.

Una corsa molto sentita dagli appassionati di ciclismo ma non solo visto che coinvolge l’intera città. Alla partenza di questa centesima edizione vi saranno molti campioni, come il vincitore del Tour de France Tadej Pogacar, l’ex iridato Alejandro Valverde, Vincenzo Nibali, Richie Laporte, Tenel Kangert, Bauke Mollema e molti altri per onorare una gara importante del calendario internazionale di ciclismo. La Tre Valli fa parte del Trittico Lombardo che comprende la Coppa Agostoni e Coppa  Bernocchi.

A rendere possibile l’organizzazione di questo grande evento di sport e di storia contribuiscono in maniera significativa, facendo squadra, Istituzioni pubbliche come, in

Il campione Tadej Pogacar oggi al via della Tre Valli

primis, Regione Lombardia, il Comune di Busto Arsizio, il Comune di Varese e la Camera di Commercio di Varese con la sua Varese Sport Commission.

A loro si affiancano enti e aziende del territorio che lavorano al fianco della S.C. Binda per rendere ogni anno migliore questo grande momento di sport come BANCO BPM sponsor del Trittico Regione Lombardia.

Da segnala che oggi prenderà il via anche la prima storica edizione della Tre Valli Varesine Women e-work. Tredici le formazioni che hanno raccolto l’invito della Società Ciclistica Alfredo Binda e domani saranno in gara, con partenza da Busto Arsizio e arrivo a Varese. I primi 45 chilometri saranno in linea, a seguire un circuito finale, da ripetere per quattro volte, di 11600 metri per tornata, con nella prima parte dello strappo del Montello e nel finale l’ascesa da Schiranna all’arrivo passando per Bobbiate e Casbeno. 92 i chilometri di gara con la partenza alle ore 9.30 e l’arrivo previsto attorno alle ore 12 nella centralissima via Sacco a Varese.

La Tre Valli Varesine Women e-work rappresenta un ritorno nel ciclismo femminile da parte della Società Ciclistica Alfredo Binda del presidente Renzo Oldani dopo l’allestimento, nel 2014, della prova unica di Campionato Italiano donne elite e juniores in occasione dell’85esimo di fondazione della società biancorossa. La particolarità della gara varesina e anche la composizione del comitato organizzatore dell’evento composto interamente da donne.

 




Il Cittá di Varese perde a Novara in pieno recupero. Rossi: ”Il Novara aveva giocatori più esperti di noi”

NOVARA, 3 ottobre 2021-Arriva in pieno recupero la sconfitta del Città di Varese al “Silvio Piola” di Novara. La partita si decide tutta nell’ultimo quarto d’ora di gioco: Premoli ci porta avanti di testa, poi a stretto giro di posta arriva il pareggio di Vuthaj e, all’ultimo pallone giocabile, il Novara trova i tre punti con Di Masi.

Rispetto alla partita con il Fossano giocata all’Ossola una settimana fa Ezio Rossi ritrova Di Renzo nel reparto offensivo affiancato da Minaj e supportati alle spalle da Mamah. Di fatto il rientro di Di Renzo rappresenta l’unica novità nel 3-4-1-2 biancorosso che vede davanti a Priori il terzetto composto da Mapelli-Monticone-Parpinel supportati sulle corsie da Premoli e Foschiani, mentre in mediana agiscono D’Orazio e Cantatore.

Fin dalle prime battute la partita viaggia sul binario dell’intensità, con il Novara che parte forte anche sul piano dell’agonismo e il Città di Varese a reggere in modo ottimale l’impatto e portare la prima conclusione della partita con Minaj che, dopo aver recuperato un pallone sulla trequarti, si invola verso Raspa ma conclude senza troppa potenza. I piemontesi, dalla loro, portano due squilli tra il 6’ e il 14’: sul primo, pallone tagliato in area dalla destra di Paglino, è D’Orazio a sventare la minaccia consegnando di testa il pallone tra le braccia di Premoli; sul secondo, invece, Gonzales imbuca per Vuthaj che con un tocco d’esterno volante spedisce il pallone sul palo. Al 26’ è Gonzales, su una punizione dal limite, a stampare il pallone sulla traversa ma Priori era comunque sulla traiettoria. Alla mezzora è il portiere del Novara Raspa ad alzare il muro sulla conclusione dai venticinque metri di Foschiani, mentre sulla ribattuta si avventa Minaj ma era in posizione irregolare. Il Novara tra il 35’ e il 42’ ci prova con Di Masi dal limite (conclusione alta) e con il rasoterra di Gonzales sul quale Priori fa ottima guardia.

Nella ripresa il Città di Varese inserisce Pastore e Tosi al posto di Minaj e Cantatore, con il 3-4-1-2 che viene ridisegnato negli interpreti, con Premoli che va in mezzo al campo accanto a D’Orazio e Tosi che ne rileva il posto a destra, mentre Pastore va ad affiancare Di Renzo davanti. Il primo acuto della ripresa, che è iniziata con un piccolo momento di nervosismo che ha portato alle ammonizioni di Pastore e Benassi, è del Novara ancora sull’asse Gonzales-Vuthaj, con quest’ultimo che però trova Mapelli ad arpionargli il pallone in area piccola. All’11’ è il Città di Varese a rendersi pericoloso con Giovanni Foschiani da fuori area che, su servizio di Mamah, trova un tiro insidioso che Raspa riesce a disinnescare con qualche brivido in due tempi. Alla mezzora il Città di Varese va a pochi centimetri dall’1-0 sull’imbucata di Piraccini per Pastore che trova Raspa ad allungarsi sul suo rasoterra decentrato e, poi, sulla ribattuta Tosi è il primo ad avventurarsi ma Agostinone è decisivo. Sul seguente calcio d’angolo arriva il vantaggio biancorosso grazie al colpo di testa di Premoli. Il vantaggio dura poco meno di cento secondi perché il Novara trova il pareggio nato dall’imbucata di Gonzales per Vuthaj, con quest’ultimo che trova il mancino vincente quando il Città di Varese era in 10 uomini per le cure mediche prestate a Premoli. All’ultimo pallone giocabile il Novara trova il gol del 2-1 con Di Masi in area piccola sul servizio lungo di Gonzales.

 

Ezio Rossi ha analizzato così la prestazione della squadra: «C’è rabbia e delusione dopo una partita che ha avuto due volti: meglio il Novara nel primo tempo, meglio noi nel secondo quando davanti con Pastore abbiamo lavorato molto meglio. Purtroppo paghiamo due ingenuità, di cui una avvenuta in inferiorità numerica». Nonostante la sconfitta il Città di Varese ha dimostrato di esserci, e questo è certamente un aspetto importante: «La prestazione c’è stata. Il Novara aveva giocatori più esperti di noi che hanno saputo far valere la loro esperienza fin dall’inizio».
Mercoledì si torna in campo all’Ossola contro il Gozzano: «Affrontiamo un’altra squadra forte. Aspettiamo la fine del mese per capire la fisionomia del nostro campionato».

 NOVARA-CITTÀ DI VARESE 2-1
RETI: 32’ st Premoli (V), 34’ st Vuthaj (N), 50′ st Di Masi (N).
NOVARA (3-5-2): Raspa; Bonaccorsi, Bergamelli (16’ st Tentoni), Agostinone (33’ st Vimercati); Paglino, Bortoletti (27’ st Capano), Benassi, Di Masi, Pagliai (34’ st Pereira); Vuthaj, Gonzales. A disp. Spadini, Pugliese, Spina, Capone, Amoabeng. All. Marchionni.
CITTÀ DI VARESE (3-4-1-2): Priori; Mapelli, Monticone, Parpinel; Premoli, Cantatore (1’ st Tosi), D’Orazio, Foschiani (51′ st Aiolfi); Mamah; Minaj (1’ st Pastore), Di Renzo (27’ st Piraccini). A disp. Pedretti, Petrella, Battistella, Baggio A., Baggio L. All. Rossi.
ARBITRO: Vingo Sezione di Pisa.
ASSISTENTI: Pulcinelli Sezione di Siena e Iuliano Sezione di Siena.
AMMONITI: Bortoletti, Benassi, Di Masi (N), Cantatore, Pastore (V).



I Mastini Varese cadono in casa contro i campioni in carica del Caldaro

MILANO, 3 ottobre 2021- Non era facile affrontare la sfida di oggi, ma il risultato di 6 a 3 per gli ospiti non racconta l’esatto andamento del match. L’emozione di ritrovare il proprio pubblico, accorso in buon numero a Milano, l’avversario di certa caratura che si è presentato sul ghiaccio con i gradi dei campioni in carica.

Una formazione, quella del Caldaro, solida e ostica da affrontare. Una miscellanea di sensazioni che da tempo non si vivevano. Eppure i gialloneri hanno messo sul ghiaccio tutto quello che avevano dentro per poter regalare una gioia alla gente che ha a cuore questi colori e il simbolo del Mastino. Le sensazioni erano buone alla luce di un primo tempo giocato molto bene e chiuso in vantaggio e ad una seconda frazione dominata nel gioco e nello spazio.

Inizia bene la formazione giallonera e i Lucci sono costretti a stazionare nel loro terzo di difesa. Dopo una buona parata di Morandell è M. Mazzacane a mancare di un niente l’appuntamento col vantaggio, mentre dall’altro lato della pista, qualche minuto dopo, Basraoui compie un buon intervento sulla conclusione dalla distanza. Il vantaggio dei Mastini si materializza dopo 9 minuti: Caletti lavora il disco in posizione defilata, serve M. Borghi che a sua volta propone per Piroso, abile a scaricare in rete da pochi metri.

Il pareggio ospite giunge al minuto 13: Erschbamer si ritrova il disco in posizione avanzata e batte con una splendida conclusione l’incolpevole goalie giallonero. I Mastini sfiorano ancora il vantaggio, il quale arriva con l’uomo in meno al 19°, grazie alla caparbietà di M. Borghi che sradica il disco dal bastone del difensore, si presenta davanti a Morandell e insacca nell’angolo alla sua sinistra.

Il secondo drittel vede i Mastini dominare per almeno un quarto d’ora senza però mai riuscire a trovare la via della rete, grazie ad un Morandell che rispinge ottimamente almeno quattro conclusioni. Cordin e M. Borghi sfiorano il palo sinistro della gabbia. Il primo tiro del Caldaro arriva al 35’33” in superiorità numerica: la conclusione da lontano incontra la deviazione vincente di R. Felderer che beffa Basraoui che può solo deviare il puck sul palo prima di raccoglierlo oltre la linea di porta. Dopo aver provato a contestare la rete per una presunta irregolarità nel tocco dell’attaccante avversario, i Mastini provano a spingere, ma senza fortuna.

I ragazzi di coach Barrasso iniziano bene anche il terzo drittel ma si trovano costretti a rimontare la rete siglata su rigore (molto dubbio) da De Donà. A questo punto si scatena una bagarre che gli arbitri faticano a gestire. I gialloneri regalano anche un paio di superiorità numeriche che vanno a favore del Caldaro, bravo a massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Belle le azioni ospiti che hanno comunque portato la formazione altoatesina ad arrotondare il punteggio dopo che i Mastini avevano raggiunto il pareggio con M. Mazzacane servito da P. Borghi.

Mastini Varese  –  Caldaro SV Kaltern    36 (2:1   0:1   1:4)

  8’59” (MV) Piroso (M. Borghi, Caletti), 13’31” (C) Erschbamer, 19’01” (MV) M. Borghi (Caletti) SH1, 35’33” (C) R. Felderer (PP1), 42’32” (C) De Dona (rigore), 45’18” (MV) M. Mazzacane, 50’14” (C) De Donà (Virtala) PP1, 51’52” (C) Virtala (R. Felderer, De Donà) PP2, 56’44”, (C) Cappuccio (R. Felderer)

MASTINI VARESE: 80 Basraoui (Muraro), 3 Schina, 9 A. Bertin, 22 E. Mazzacane, 5 Della Torre, 37 Belloni, 44 De Biasio,79 Payra, 15 Caletti, 16 Vanetti, 23 M. Borghi, 27 M. Mazzacane, 29 Cordin, 31 Allevato, 32 P. Borghi, 55 Piroso, 74 Tilaro. Coach: Tom Barrasso

CALDARO SV KALTERN: 30 Morandell (1 A. Andergassen), 4 Massar, 7 Scelfo, 8 Schoepfer, 15 Gruber, 18 Uffelmann, 28 Vinatzer, 5 Fink, 6 De Donà, 12 Oberrauch, 14 B Andergassen, 20 Anderland, 21 R. Felderer, 26 Cappuccio, 33 Erschbamer, 47 T.S. Virtala, 75 Gius. Coach: Jonathan Troy Barnes




Tre Valli Varesine del Centenario: al via anche il campione Alejandro Valverde

VARESE, 2 ottobre 2021-Ci sarà Alejandro Valverde al via della centesima edizione della Tre Valli Varesine in programma martedì 5 ottobre. Il campione del Movistar Team ha già gareggiato nella competizione organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Binda quando vestiva la maglia di Campione del Mondo e sulle strade del Varesotto ritroverà i suoi principali antagonisti al recente Giro di Sicilia: il vincitore della gara nell’isola Vincenzo Nibali (Trek Segafredo) e l’atleta di casa Alessandro Covi (UAE Team Emirates). Il campo di partenti della classica varesina di categoria ProSeries, valida come seconda prova del Trittico Regione Lombardia, è di primo piano con 15 formazioni di categoria WorldTour e un totale di 24 squadre in gara. Al via oltre al già annunciato due volte vincitore del Tour de France Tadej Pogagar (UAE Team Emirates), ci sarà l’australiano Matthews (Team Bike Exchange), Lutsenko (Astana), Nizzolo (Team Quebeka Nexthash), Uran (EF Education Nippo), Pinot e Gaudu (Groupama FDJ) Ganna e Geoghegan Hart (Ineod Grenadiers). La competizione scatterà da Busto Arsizio alle ore 12 di martedì 5 ottobre e si disputerà 196 chilometri con un circuito finale da ripetere per dieci volte e il classico arrivo in via Sacco, nel centro di Varese. La corsa sarà trasmessa in diretta televisiva su RaiSport, dalle ore 15 alle 17.15, e su RaiDue dalle 16.15 alle 17.15.

Questi i principali iscritti:

Ag2r Citroen Team (Calmejane, Cosnefroy, Vendrame)

Astana – Premier Tech (Vlasov, Aranburu, Lutsenko)

Bora – Hansgrohe (Benedetti, Konrad, Fabbro, Buchmann)

Cofidis (Martin, Geshke)

EF Education – Nippo (Uran, Powless, Carthy)

Groupama – FDJ (Pinot, Gaudu)

Intermarché – Wanty – Gobert Materiaux (Rota, Bakelants)

Israel Start – Up Nation (Woods, Martin D., Hermans)

Lotto Soudal (Wellens, Kron, Oldani)

Movistar Team (Valverde, Cataldo, Villella, Rojas)

Team Bike Exchange (Stannard,Matthews, Kangert)

Team Ineos Grenadiers (Ganna, Geoghegan Hart)

Team Qhubeka Nexthash ( Puppio, Nizzolo,Clarke, Bennet)

 




Gran Fondo Tre Valli Varesine: percorso modificato causa frana e sedi elezioni amministrative

VARESE, 1 ottobre 2021-Nuovo percorso per la quinta edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo in programma domenica 3 ottobre. Gli organizzatori della Società Ciclistica Alfredo Binda sono stati costretti a ridisegnare i tracciati: “La strada che porta in località Alpe Tedesco è stata chiusa al traffico per una frana – affermano gli organizzatori – questo ci ha indotto a passare al tracciato alternativo che avevamo previsto.

Nello stesso tempo abbiamo tenuto in considerazione le necessità di alcune Amministrazioni Comunali che domenica prossima avranno la consultazione elettorale”. I nuovi tracciati misurano 82 chilometri, per quanto riguarda la mediofondo, e 112 chilometri per la gran fondo. Invariata la sede di partenza e arrivo, presso via Sacco, nel centro di Varese, dove la partenza sarà data con un distanziamento di 4 minuti tra le varie categorie.

Tutte le notizie su www.granfondotrevallivaresine.it




Rinvio dell’inaugurazione di Eolo CdF Climb: il percorso è già operativo con varie segnaletiche

VARESE, 1 ottobre 2021 – Vi segnaliamo che l’evento pubblico di presentazione di Eolo CdF Climb con il taglio del nastro è rimandato a data da destinarsi a seguito delle previsioni meteo avverse previste per lunedì 4 ottobre.

Nel frattempo, il percorso Eolo CdF Climb, è già pienamente operativo e disponibile per chi desidera affrontare l’ascesa in bicicletta verso il Campo dei Fiori.
Il tracciato dallo Stadio Ossola al Piazzale Belvedere è stato attrezzato con la nuova segnaletica permanente verticale e orizzontale che Eolo ha realizzato e installato lungo tutto il percorso per allertare gli automobilisti della possibile presenza di ciclisti, tutelando così la sicurezza degli appassionati delle due ruote.
Un cartello ogni 1.000 metri, con le informazioni essenziali (distanza, altitudine e pendenza), una striscia blu continua sul lato della carreggiata, oltre ai totem posizionati alla partenza e all’arrivo completi di mappa, sono già disponibili per tutti gli appassionati che desiderano sperimentare questo percorso immerso nel verde.




Saronno, aperte le iscrizioni per la ‘StraMatteotti’

SARONNO, 1 ottobre 2021- Il Comitato “Fenice” per il Matteotti apre ufficialmente le preiscrizioni per la tanto attesa StraMatteotti che avrà inizio domenica 10 ottobre ore 10.00 dal Centro Sportivo Matteotti di Via Sampietro.
L’obiettivo della preiscrizione consiste nel prenotare anticipatamente i 250 pettorali disponibili per la gara e di assicurarsi il posto per poter partecipare alla manifestazione.
Il percorso è di circa 4,5 km e apre la partecipazione a tutti i cittadini con anche la possibilità di portare con sè animali di compagnia, ma soprattutto è previsto un ulteriore percorso agevolato senza strade sterrate di minore lunghezza per le persone con disabilità motoria.
L’evento si concluderà con l’arrivo presso l’Oratorio San Giuseppe di Via Torricelli con la premiazione di tutti i partecipanti e riconoscimenti particolari al concorrente più anziano e più giovane, al gruppo più numeroso e al primo animale domestico arrivato.
Per la preiscrizione e informazioni inerenti all’iniziativa ci potrete trovare nel mese di Ottobre nei seguenti punti del Quartiere:
– Scuola San Giovanni Bosco: Venerdì , Mercoledì 6 e Venerdì 8 all’uscita dei ragazzi dal plesso (ore 16:20);
– Parco di Via Amendola: Sabato 2, Domenica 3 e Sabato 9 dalle ore 10 alle ore 12.
Nel caso vogliate segnalare la vostra partecipazione telematicamente di seguito le possibili procedure:
– Via messaggio/whatsapp +39 346 104 3860
– Via mail a vittorio.calzari@libero.it