Verbania ospiterà gli Europei di Canottaggio a Sedile Fisso

VERBANIA, 8 ottobre 2020-Per la prima volta sabato 10 ottobre 2020 Verbania, nel tratto lungolago di Pallanza, ospiterà gli Europei di Canottaggio a Sedile Fisso. L’appuntamento, a cura di Canottieri Verbanese e Canottieri Pallanza in collaborazione con la Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso, si svolge per il decimo anno in Italia dopo le precedenti esperienze di Bogliasco-Genova (2007 e 2008), Savona (2013), Savona-Reno di Leggiuno (2014-2015), Reno di Leggiuno (2016), Eupilio (2017) e Corgeno di Vergiate (2018-2019).

La rassegna continentale è dedicata alle specialità della Jole a 4 di punta e del Gozzo Nazionale. Partecipano, nonostante le problematiche causate dal Covid-19 e dal relativo lockdown , con interruzione dell’attività sportiva in numerosi paesi europei, equipaggi in arrivo dalla Gran Bretagna (Cornovaglia) e, per la prima volta, dall’Olanda. La Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso schiera 3 equipaggi federali maschili e altrettanti femminili in una competizione che prevederà gli allenamenti nella giornata di venerdì (in serata welcome dinner) e le gare nel pomeriggio di sabato. Per tutti quanti, doppia gara sia nella specialità dei Gozzi sia nella specialità della Jole a 4 di punta sulla distanza di mille metri.

I canottieri della rappresentativa nazionale FICSF, convocati dal tecnico federale Roberto Moscatelli dopo le altre due esperienze internazionali stagionali in Galles e Cornovaglia, provengono da Liguria, Lombardia, Toscana, Abruzzo e Puglia. Tre equipaggi femminili: FICSF 1 (Camilla Musetti-Pallanza, Veronica Germano-Urania, Barbara Barocci-Porto Ceresio, Sonia Porcelli-Germignaga, tim. Giulia Codemi-Taras), FICSF 2 (Viviana Graci-Urania, Greta Banfi-Germignaga, Matilde Brunati-Cerro, Giusy De Sanctis-Termoli, tim. Cesare Papini-Pallanza), FICSF 3 (Ilaria Bavazzano-Urania, Daniela Illini-Porto Ceresio, Angelica Brescia-Palio di Taranto, Carlotta Foroni-Germignaga, tim. Elisa D’Agostino-Aldo Meda Cima). Tre equipaggi maschili: FICSF 1 (Edoardo Sottocornola-Verbanese, Lorenzo Barocci-Porto Ceresio, Dario Nicolini-Urania, Dario Botta-Aldo Meda Cima, tim. Maria Vittoria Gatto-LNI Taranto), FICSF 2 (Emanuele Ardizzoia-Verbanese, Roberto Pusinelli-Porto Ceresio, Francesco Lozza-Urania, Stefano Volontè-Aldo Meda Cima, tim. Emanuele Colombo-Sport Club Renese), FICSF 3 (Maverick Di Giovanni-Verbanese, Fabio De Vito-Porto Ceresio, Ernesto Buoncuore-LNI Molfetta, Alessandro Petralia-LNI Chiavari e Lavagna, tim. Alessio Ferrante-Dario Schenone Foce).

Gli equipaggi saranno chiamati ad affrontare una doppia gara sia a bordo della Jole sia del Gozzo  sempre sui 1000 metri. Il programma degli Europei prevede sabato la prova di Jole femminile alle 14, Gozzo maschile alle 14:30, Gozzo Femminile alle 15:30 e Jole maschile alle 16. A seguire la cerimonia di premiazione.

Domenica 11 ottobre Verbania-Pallanza raddoppia con lo svolgimento della Coppa Italia per le rappresentative provinciali.

“Continua la tradizione della nostra città nell’ospitare importanti eventi in ambito sportivo, grazie anche alla naturale predisposizione della nostra città adagiata sul lago Maggiore – afferma la sindaco Silvia Marchionini – Sarà un piacere veder gareggiare giovani vogatori italiani ed europei in una disciplina che promuove forti valori umani, che migliora la personalità di chi la pratica, a partire dal rispetto dell’ambiente naturale nel quale si gareggia, che esprime forti valori come quello dell’inclusione e della socializzazione e che richiede un forte spirito di sacrifico e abnegazione”. Sport e Turismo a braccetto negli Europei di Canottaggio a Sedile Fisso. “Sarà anche un momento importante e visibilità per il nostro territorio già fortemente turistico (Verbania è il secondo capoluogo d’Italia più visitato dagli stranieri in rapporto alla popolazione residente, solo dopo Venezia n.d.r.), e sicuramente sarà ricordata da chi vi gareggerà e ci visiterà per la prima volta, per la spettacolarità del campo di gara e per  bellezze paesaggistiche che circondano il nostro splendido Lago Maggiore, a partire dalle montagne del Parco Nazionale della Val Grande alle spalle, le isole Borromee, il giardino botanico di Villa Taranto, villa San Remigio ed altre bellezze che non mancheranno di incantare i nostro ospiti. Un grande grazie alla Federazione Italiana di Canottaggio Sedile Fisso e alle società sportive del territorio per aver scelto Verbania come sede di questo importante evento sportivo”.

“Il mio più grande ringraziamento va al Comitato e alle società del territorio, al Comune di Verbania per aver fortemente creduto in un evento che rafforza la nostra tradizione remiera attraverso il contatto con altre realtà europee – afferma Marco Mugnani, presidente della Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso – La nostra attività di promozione è stata, come sempre, capillare: mi fa piacere sottolineare la novità della partecipazione olandese”.

“Abbiamo con piacere raccolto questa sfida nonostante un anno così difficile perché lo sport sa indicare sempre la strada giusta nei momenti di difficoltà: dedicheremo massima attenzione agli aspetti della sicurezza” commenta Dario Sottocornola, presidente della Canottieri Verbanese. “Gli Europei sono un momento importante per la valorizzazione dell’attività societaria ma anche per evidenziare alla nostra città la bellezza del nostro sport” aggiunge Mauro Petoletti, presidente della Canottieri Pallanza e consigliere federale della FICSF.




Gran Fondo: Gioia Chiodi sul sul podio del Colnago Cycling Festival. In evidenza anche De Marchi e Pantieri

LOANO (Savona), 7 ottobre 2020 – Nella città che ha dato i natali a Maria Rosa Nicoletta Raimondi, mamma di Giuseppe Garibaldi conosciuto con l’appellativo di Eroe dei Due Mondi per le imprese compiute in Europa e America Meridionale, Sabrina De Marchi conquista il quarto posto della classifica assoluta femminile della Granfondo On Energy, terza prova del Trofeo Loabikers, e il successo nella categoria Donne A.

“Ho pedalato in gruppo sino all’inizio della salita del Colle Scravaion che ho affrontato con il mio passo, senza forzare per evitare di pagare poi lo sforzo – sottolinea Sabrina De Marchi – sono rimasta insieme alla Morano, terza classificata) e ho perso qualche metro soltanto nel finale. Un quarto posto che mi soddisfa, tenuto conto che ho gareggiato molto poco rispetto alle scorse stagioni”.

L’ottavo posto di Mara Manfredi e il decimo di Sabra Boldrini completano la positiva partecipazione della formazione amatoriale femminile alla granfondo ligure.

A Desenzano del Garda, si è svolto il Colnago Cycling Festival, che ha visto Barbara Zambotti conquistare l’ottavo posto nel percorso lungo, terzo posto nella categoria Donne B.

Nel percorso medio è la marchigiana Gioia Chiodi a salire sul terzo gradino del podio e conquistare il successo nella categoria Donne B. Un’altro importante risultato per la Chiodi che nonostante i pochi eventi in programma dimostra di aver lavorato bene e di aver raggiunto uno stato di forma ottimale. Alle sue spalle ha chiuso Alexia Pantieri.




Pallacanestro Varese: tutti negativi al tampone il resto della squadra e dirigenti

VARESE, 5 ottobre 2020-A seguito dei tamponi eseguiti nella mattinata di oggi, Pallacanestro Varese comunica che l’esito degli esami è risultato negativo per tutti i componenti del Gruppo Squadra, che comprende anche Giancarlo Ferrero e Vincenzo Cavazzana. I biancorossi, pertanto, riprenderanno l’attività nella giornata di domani ad eccezione di Ferrero e Cavazzana che continueranno a rimanere in isolamento in attesa di un secondo tampone che, come da protocollo, sarà effettuato fra 48 ore.




Volley Femminile: Prima vittoria per la UBYA Busto Arsizio contro Despar Trentino

BUSTO ARSIZIO, 4 ottobre 2020-Un avvio di primo set da dimenticare, ma poi tutto liscio (o quasi) per la Unet e-work Busto Arsizio che vince per 3-0 sulla Delta Despar Trentino e conquista i suoi primi 3 punti in classifica. Gennari e compagne, fatta eccezione come detto per i primissimi minuti di gioco, hanno sempre comandato le operazioni e hanno trovato con Escamilla (dentro per Gray) ed Herrera Blanco (per Olivotto) la migliore quadratura.

Nota negativa della serata un nuovo infortunio (questa volta alla caviglia, da valutare meglio nei prossimi giorni), alla palleggiatrice Jordyn Poulter, che proprio oggi rientrava in campo dopo il problema agli addominali che l’aveva costretta allo stop in supercoppa e nelle prime due giornate di campionato.

La regista UYBA ha abbondato il taraflex a inizio del terzo parziale, ben sostituita da Asia Bonelli che ha condotto la squadra alla conquista del match, nonostante i tentativi di rientro di Trento.

Per le farfalle Mingardi la top scorer ed MVP con 19 punti (43% offensivo), per le ospiti l’ex Piani la più positiva con 20. Ora per la Unet e-work ci sono 10 giorni per lavorare al prossimo appuntamento, in programma mercoledì 14 ottobre a Brescia (domenica 11 la UYBA osserverà il suo turno di riposo).

Sala stampa: 

Fenoglio: “Questa sera non riesco ad essere contento: l’infortunio di Jordyn Poulter è una tegola troppo grande: ha lavorato tanto per rientrare in campo dopo due mesi di problemi agli addominali e non si meritava questo. La vittoria non era scontata ma c’è da essere onesti: pur rispettando sempre gli avversari, Trento è una squadra costruita con ottime giocatrici di A2, è partita bene, ma i diversi valori in campo si dovevano vedere e si sono visti. Abbiamo imposto il nostro gioco, ma come ho detto non posso essere contento stasera. Bene gli innesti di Herrera Blanco, che aveva fatto bene anche in settimana, e di Escamilla, che ho messo in campo per Gray che non era partita bene”.

Mingardi: “Sono molto felice, ci siamo meritate questi tre punti che erano importantissimi per muovere la classifica. Non so dire perchè siamo partite molto contratte, ma poi abbiamo dominato e abbiamo dimostrato di essere una squadra importante che ha solo bisogno di crescere. Ora avremo una piccola pausa e poi ripartiremo da Brescia: lì ci dovremo ripetere. Mi spiace per Jordyn, è una giocatrice importante e abbiamo bisogno di trovare continuità con lei, brava però Asia Bonelli che ormai è abituata a entrare in emergenza”.

Il tabellino

Unet e-work Busto Arsizio – Delta Despar Trentino 3-0 (25-23, 25-17, 25-21)

Unet e-work Busto Arsizio: Poulter 3, Olivotto 4, Gennari 10, Bonelli, Gray, Leonardi (L), Mingardi 19, Piccinini, Cucco ne, Stevanovic 6, Escamilla 5, Bulovic ne, Herrera Blanco 6. All. Fenoglio, 2° Marco Musso. Battute errate: 5, vincenti 2, muri: 9.

Delta Despar Trentino: Piani 20, Marcone ne, Trevisan, Moro, Fondriest 4, Cumino, Ricci ne, D’Odorico 7, Pizzolato ne, Furlan 6, Melli 11, Bisio. All. Bertini, 2° Avi. Battute errate: 11, vincenti 4, muri: 5.

Arbitri: Tanasi-Verrascina

Spettatori: 420

 




Amaro debutto per i Mastini Varese contro Bressanone

MILANO, 4 ottobre 2020- I Mastini non riescono a mordere alla loro prima apparizione stagionale e il Bressanone passa col severo punteggio di 7 a 3. Forse un po’ troppo per quanto visto sul ghiaccio, ma questa è una sconfitta che va accettata e analizzata alla luce dei pochi allenamenti che i gialloneri hanno nelle gambe.

La formazione di casa si presenta con le assenze del portiere Tura, Odoni e Drolet, ma schiera comunque un roster profondo e completo, con Andrea Vanetti capitano.

Inizio equilibrato da parte delle due squadre. La prima conclusione è del Bressanone ma Bertin si fa trovare pronto, mentre dalla parte opposta è M. Mazzacane a sfiorare il vantaggio se non fosse per Kosta che devia molto bene la conclusione. Il Brixen passa con una conclusione dalla distanza deviata quasi involontariamente sotto misura: è proprio questa deviazione che inganna Bertin.

Il raddoppio ospite arriva poco dopo in superiorità numerica: il tiro dalla distanza non è trattenuto dal goalie giallonero, che concede il tap-in vincente agli ospiti. Varese appare in leggera difficoltà ma ci prova Privitera a insidiare la gabbia avversaria. Quando i gialloneri pare possano incidere, un contropiede di Sottsas termina con il puck che si infila a fil di traversa. Il time-out chiamato da coach Devèze è provvidenziale: i Mastini prima tremano ancora in inferiorità numerica, ma in seguito riordinano le idee e trovano la rete con M. Borghi che spara sotto l’incrocio alla destra di Kosta.

Il secondo tempo riparte con i Falcons che trovano immediatamente la quarta rete con Purdeller in superiorità numerica. Poi è ancora lo stesso giocatore che timbra in altre due occasioni sfruttando delle incertezze difensive del Varese. I gialloneri non sfruttano un paio di powerplay ma alla fine trovano la marcatura con una splendida iniziativa personale di Schina imbeccato da Piroso.

Nel terzo periodo di gioco i gialloneri provano a giocare con maggiore sicurezza e spingono maggiormente sull’acceleratore ma trovano un ottimo Kosta a difesa della gabbia altoatesina, il quale nulla può sulla splendida azione Piroso – Vanetti con quest’ultimo che scarica di prima intenzione un magnifico assist del compagno. Il Brixen controlla il risultato mentre i Mastini provano a spingere per ridurre lo svantaggio, senza però riuscirci.

Sicuramente il risultato è figlio di una diversa condizione delle due squadre, con Bressanone che ha dimostrato di avere più allenamenti nelle gambe e grande solidità difensiva. Per i Mastini c’è tutto il tempo per crescere e questo risultato non deve certo abbattere il morale.

Sabato l’impegno per i Mastini sarà una trasferta subito impegnativa. Appuntamento a Caldaro, contro la formazione dei lucci che ieri ha dimostrato di fare sul serio, vincendo all’esordio con ampio punteggio.




Hockey svizzero: L’Ambrì Piotta ha staccato il biglietto per gli ottavi di finale della Coppa Svizzera

VARESE, 5 ottobre 2020L’Ambrì Piotta ha staccato il biglietto per gli ottavi di finale della Coppa Svizzera battendo per 5-2 i GCK Lions. Pur senza strafare, i biancoblù hanno sempre tenuto in mano le redini della partita, conquistando così con merito il primo successo stagionale dopo le due sconfitte senza reti all’esordio in campionato.

A lanciare la vittoria dei ticinesi, ancora privi di Julius Nättinen, è stato Stanislas Horansky, autore di una doppietta nel periodo iniziale, segnando dapprima su suggerimento di Fora al 9’18” e poi su assist di Flynn a 15″ dalla sirena. Dopo aver superato indenni due penalità, i leventinesi hanno colpito ancora nella seconda frazione con Marco Müller, mentre Benjamin Conz ha parato un rigore concesso per un fallo di Flynn al 39’59”. Nel terzo conclusivo Fabian Berri ha ridotto lo scarto su ispirazione di Pius Suter dopo appena 24″, ma Dario Rohrbach (52’36”) e Matt D’Agostini (53’32”) hanno definitivamente chiuso la sfida nonostante il gol nel finale dell’attaccante dei Chicago Blackhawks.(RSI.CH)




Due casi Covid nella Pallacanestro Varese: positivi il giocatore Ferrero e vice allenatore Cavazzana

VARESE, 2 ottobre 2020-A seguito dei test effettuati dalla Pallacanestro Varese, il giocatore Giancarlo Ferrero e l’assistente allenatore Vincenzo Cavazzana sono risultati positivi al Covid-19. Il club biancorosso ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore ed informato immediatamente le autorità competenti. Sia Ferrero che Cavazzana, attualmente asintomatici, sono in isolamento come da protocollo.




Giocatore del Varese positivo al Covid-19: probabile rinvio della partita. Annullati anche gli allenamenti

VARESE, 2 ottobre 2020-Un giocatore di calcio del Città di Varese (serie D)è risultato positivo al tampone  Covid 19.

Il giocatore, di cui non si diffonde il nome nel rispetto delle norme sulla privacy in tema di dati sensibili, era risultato negativo al controllo a mezzo test sierologico effettuato con il resto della squadra in previsione dell’inizio del campionato.

Successivamente aveva avvertito alcuni sintomi ed era stato quindi messo a riposo e sottoposto a tampone.

Il tampone ha quindi certificato la positività al virus.

La società Città di Varese ha quindi provveduto ad inoltrare formale richiesta di rinvio della gara prevista per domenica 4 ottobre.

Contestualmente è stata sospesa integralmente ogni attività di allenamento per tutto il gruppo che verrà ora sottoposto ai relativi accertamenti.




VIDEO: Le Ambasciatrici del Giro d’Italia con diverse campionesse al traguardo di tappa

VARESE, 30 settembre 2020-




Elezioni presidente Fidal: parte il tour elettorale di Stefano Mei

VARESE, 30 settembre 2020-L’atletica italiana è nel pieno della campagna elettorale e Stefano Mei, candidato alla presidenza alla guida del gruppo “Orgoglio del Riscatto”, sta lavorando per cambiare profondamente quella che resta la Regina degli sport. Stabilito ormai che l’Assemblea Nazionale elettiva si svolgerà nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2021, in ossequio allo Statuto della Fidal pur in un periodo completamente stravolto dalla pandemia che ha portato al rinvio delle Olimpiadi al prossimo anno, dopo mesi e mesi di contatti e di lavoro mediatico, il campione e dirigente spezzino ha in programma un mese di ottobre molto intenso, nel quale sarà in giro per l’Italia per incontrare tutte le realtà del mondo dell’atletica leggera: dirigenti, società, amatori, giovani per raccogliere testimonianze e impressioni e proporre le sue idee utili per un completo ricambio, non solo negli uomini ma anche e soprattutto nei principi alla base dell’attività.

Il programma di incontri è in definizione proprio in queste ore, presto sulla sua pagina Facebook e su quella del gruppo verrà pubblicato il calendario città per città. Sarà un’occasione da cogliere al volo, per ridare smalto a quella che è la disciplina di base di tutto lo sport, ognuno può dare il suo contributo di idee e proposte. L’assemblea è dietro l’angolo, può essere un momento storico, non bisogna farsi trovare impreparati.