1

Gran Fondo e Tre Valli Varesine: tutte le modifiche della viabilitá nei giorni di gare

VARESE, 30 settembre 2021- Sulle vie della città di Varese tornano i grandi appuntamenti dedicati al ciclismo: appuntamento il 2 ottobre con la Cronometro Individuale, domenica 3 con la Gran Fondo e martedì 5 con la 100esima edizione della Tre Valli Varesine.

Ecco le indicazioni per la viabilità nei giorni delle corse.

Sabato 2 ottobre – Cronometro individuale

La Cronometro individuale sarà dalle 14.00 alle 18.00 di sabato 2 ottobre. Per quanto riguarda la chiusura delle strade, dalle 14.00 di venerdì 1 ottobre alle 24.00 di sabato 2 sarà chiuso largo Martiri della Libertà. Sabato 2 ottobre invece dalle 12.00 alle 20.00 saranno chiuse le vie Albani nel tratto tra largo Martiri della Libertà a via Ferraris, via Ferraris tra viale Valganna e via Butti, via Butti, viale Valganna, viadotto Valganna SS 712, via Appiani, via Galdino da Varese.

Domenica 3 ottobre – Gran Fondo

Domenica 3 ottobre torna come ogni anno la manifestazione ciclistica Gran Fondo Tre Valli Varesine. Per consentire lo svolgersi della manifestazione e per ridurre i disagi alla mobilitá, all’interno del perimetro delle zone interessate dalla manifestazione alcune strade verranno chiuse al traffico.

Via Sacco dalla mezzanotte di sabato 2 ottobre alle 14.30 di domenica 3 ottobre. Dalle 03.00 alle 14.30 saranno chiuse via Bernascone nel tratto tra via Manzoni e largo Sogno; largo Sogno, via Marcobi, piazza Montegrappa, via Staurenghi, via San Francesco d’Assisi, via Lonati, Piazza della Motta, viale Sant’Antonio.

Dalle 8.30 di domenica fino al passaggio della vettura di fine corsa saranno chiuse in uscita dal territorio comunale via Veratti, piazza Beccaria, viale Aguggiari, viale Ippodromo, viale Valganna.

Mentre dalle 11.00 alle 14.30 di domenica saranno chiuse in entrata via Vigevano, via del Molino, via Valle Luna, largo della Pesa, via Giordani, via Piemonte, via Sanvito, mentre le vie d’Adda e B.Marcello saranno chiuse, escluso i residenti, fino all’incrocio con via Sanvito. Chiusura temporanea dalle 03.00 alle 14.30 di domenica per le vie Robbioni e Staurenghi, mentre per il tempo necessario al passaggio della gara saranno chiuse via ìle Valganna, via dei Mille, via Butti e via Ferraris.

Martedì 5 ottobre: Tre Valli Varesine

Il 5 ottobre si correrà la centesima edizione della Tre Valli Varesine, una delle classiche del ciclismo professionistico, organizzato dalla Società Ciclistica Alfredo Binda.

L’ingresso nel territorio di Varese sarà, per la gara femminile, tra le 10.25 e le 10.35, mentre per quella maschile tra le 12.3 e le 12.50.

La gara ciclistica interesserà diverse strade del territorio comunale con alcune limitazioni viabilistiche. Il divieto di transito sarà attuato 30 minuti prima dell’ingresso della gara in città e per tutta la durata della manifestazione fino al passaggio del veicolo di fine corsa.


Tre Valli Varesine Women

Per la gara Tre Valli Varesine Women l’ingresso nel territorio comunale di Varese sarà tra le 10.25 e le 10.40 in provenienza da Buguggiate percorrendo la SP1 Lungolago di Capolago, secondo il percorso che prevede di passare luno la SP1 Lungolago di Capolago, rotatoria SP1, SP1 Lungolago della Schireanna, rotatorie SP1, via Vigevano, via Macchi, via Dezza, via Maestri del lavoro, piazza Bossi, via Daverio, la rotatoria di via Daverio, via Daverio, via Trentini, largo Ferrarin, via Ghiringhelli, piazzale Libertà, via XXV Aprile, via Sanvito, via Sacco.

L’inizio del circuito con il primo giro è previsto tra le 10.30 e le 10.45. Il circuito, da percorrere quattro volte, prevede il passaggio in via Sacco, via Marcobi, piazza Montegrappa, via Marcobi, via Veratti, piazza Beccaria, viale Aguggiari nel tratto compreso tra piazza Beccaria e via Montello, via Montello nel tratto compreso tra viale Aguggiari via Marzorati, via Guercino, via Marzorati, largo Mons. Pigionatti, via Crispi, via Castoldi, via Sanvito, via Piemonte, via Giordani, largo della Pesa, via Valle Luna, via del Molino, via Vigevano, via Macchi, via Dezza, via Maestri del lavoro, piazza Bossi, via Daverio, via Trentini, largo Ferrarin, via Ghiringhelli, piazza Libertà, via XXV Aprile, via Sanvito, via Sacco.

Al termine del quarto giro arrivo in via Sacco per termine gara, previstotra le 11.35 e le 12.00.

Corsa 100esima Tre Valli Varesine

Per la corsa 100esima Tre Valli Varesine l’ingresso a Varese è previsto tra le 12.55 e le 13.10, percorrendo la SP1 lungolago di Capolago secondo il percorso che prosegue sul lungolago della Schiranna, poi la rotatoria SP1, via Vigevano, via Macchi, via Dezza, via Maestri del lavoro, piazza Bossi, via Daverio, la rotatoria di via Daverio, via Trentini, largo Ferrarin, via Ghiringhelli, piazzale Libertà, via XXV Aprile, via Sanvito, via Sacco.

Circuito cittadino, da percorrere otto volte – GIRO CORTO

Tre Valli Varesine


Tra le 13.05 e le 13.15 l’inizio del circuito con il primo giro (giro corto) da percorrere otto volte. Il giro passerà per via Sacco, via Marcobi, piazza Montegrappa (rotatoria), via Marcobi, via Veratti, piazza Beccaria, viale Aguggiari nel tratto compreso tra piazza Beccaria e via Montello, via Montello nel tratto compreso tra viale Aguggiari e via Montello, via Montello, via Marzorati, Largo Mons. Pigionatti, via Crispi, via Castoldi, via Sanvito, via Piemonte, via Giordani, largo della Pesa, via valle Luna, via del Molino, via Vigevano, via Macchi, via Dezza, via Maestri del lavoro, piazza Bossi, via Daverio, rotatoria di via Daverio, via Daverio, via Trentini, largo Ferrarin, via Ghiringhelli, piazza Libertà, via XXV Aprile.

Circuito cittadino, nono giro – GIRO CORTO

Tra le 15.20 e le 16.00 l’inizio del nono giro (giro lungo) da via Sacco, via Marcobi, piazza Montegrappa (rotatoria), via Marcobi, via Veratti, piazza Beccaria, viale Aguggiari, via Montello, via Marzorati, largo Mons, Pigionatti, via Crispi, via Castoldi, via Sanvito, via Piemonte, via Giordani, largo Della Peaa, via Valle Luna, via Del Molino, via Vigevano, SP1 Lungolago di Calcinate, rotatoria SP1/via Ettore Ponti, ingresso nel territorio comunale di Casciago, rientro nel territorio di Varese percorrendo via Caracciolo, via Sanvito, via Sacco, e ripetizione del nono giro.

Al termine del decimo giro arrivo in via Sacco per termine gara, prevista tra le 16.20 e le 17.20.

Tutti provvedimenti entreranno in vigore con la posa della segnaletica stradale verticale per informare i cittadini prima dell’orario previsto.




Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo: si parte sabato con la prova a cronometro

VARESE, 30 settembre 2021- Il fine settimana ciclistico nella città giardino sarà caratterizzato dallo svolgimento della quinta edizione delle Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo. La manifestazione organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Binda si svolgerà su due giornate e coinvolgerà Varese e il territorio dell’alto Varesotto.

Sabato 2 ottobre è prevista una prova a cronometro individuale, con al via circa 200 atleti, e domenica 3 ottobre la classica Gran Fondo e Medio Fondo, che avrà un numero di partecipanti che dovrebbe arrivare a 1900 unità,v alida come prova di qualificazione per il Campionato del Mondo dell’Unione Ciclistica Internazionale Gran Fondo del 2022 ed è inoltre inserita nel novero delle prove del Circuito Coppa Piemonte Love for Cycling 2021. Tutti i percorsi sono fruibili sul sito dedicato all’evento www.granfondotrevallivaresine.it. Le tre competizioni si svolgeranno su percorsi interamente chiusi al traffico, presidiati dalle Forze dell’Ordine e da circa 300 volontari della società organizzatrice.

Punti focali per la manifestazione saranno il Varese Race Village, area espositiva predisposta presso i Giardini Estensi a Varese (via Sacco) nelle vicinanze del rettilineo di partenza e arrivo e Piazza Martiri della Libertà, nelle vicinanze dell’Ippodromo di Varese, che sabato 2 ottobre sarà teatro della partenza e dell’arrivo delle gare contro il tempo.

SABATO 2 OTTOBRE

Varese Race Village – Giardini Estensi dalle ore 9 alle ore 18

Iscrizioni sul posto, ritiro pettorali e consegna pacco gara Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo

Ore 9 – 12.30 Ritiro pettorali Cronometro Individuale

Varese Piazza Martiri della Libertà – località Ippodromo

Area partenze e arrivi Cronometro Individuale

dalle ore 9 alle 12.30 pre controllo tecnico bici

Partenza dalle ore 15 alle 17.30

Premiazioni Cronometro Individuale s seguire presso Race Village

DOMENICA  3 OTTOBRE

Varese Race Village – Giardini Estensi dalle ore 7 alle 8,15. Ritiro pettorali e consegna pacco gara dalle 7.00 Apertura area depositi zaini

dalle 8.00 Apertura e incolonnamento griglie

ore 9.00 – 10.00 Partenza Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo
Partenze per categoria di età nel seguente ordine:
FRIEND
UOMINI: 19 – 34; 35 – 39; 40 – 44; 45 – 49; 50 – 54; 55 – 59;
DONNE: 19 – 34; 35 – 39; 40 – 44; 45 – 49; 50 – 54; 55 – 59; 60 – 64; 65 +;
UOMINI: 60 – 64; 65 – 69; 70 – 74; 75 +;
Categorie con un limitato numero di partecipanti saranno accorpate

dalle 11.30 Arrivo Gran Fondo Tre Valli Varesine Eolo. Apertura Bike Park e ritiro zaini

dalle 13.30Premiazioni Medio Fondo e Gran Fondo Eolo

Tutte le notizie della manifestazione sul sito: www.granfondotrevallivaresine.it




Esordio vincente per la Openjobmetis Varese in campionato contro Brescia

VARESE, 27 settembre 2021-Inizia con una vittoria la stagione in LBA della Pallacanestro Openjobmetis Varese che, ancora priva di Trey Kell, si impone con il risultato di 75 a 72 su Brescia. Partita estremamente equilibrata quella andata in scena alla Enerxenia Arena decisa da un primo quarto quasi perfetto da parte dei biancorossi che poi hanno subìto il ritorno di una Germani agguerrita e mai doma guidata dal trio Gabriel-Della Valle-Cobbins. A togliere le castagne dal fuoco sono stati in particolare Gentile e Beane, decisivi per i primi due punti dell’anno. La Openjobmetis tornerà in campo tra una settimana sul parquet dei campioni d’Italia della Virtus Bologna. Palla a due alle ore 18:30.

Jones inaugura il match con una penetrazione efficace e carica Varese che si porta sul momentaneo +6 (10-4) sulle ali dell’entusiasmo di un palazzetto finalmente pieno (con le limitazioni del 35%). Coach Magro ferma il gioco, ma la Openjobmetis allarga con De Nicolao ed Egbunu (15-4), e poi dilaga con Beane ed Amato per il +19 (27-8). Al 10’ il gap è ancora largo: 27-12.
Brescia inizia meglio la seconda frazione accorciando sul -10 (27-17); Egbunu sblocca i suoi dalla lunetta, ma la Germani trova la bomba del -8 (28-20) che costringe coach Vertemati al timeout. Al rientro in campo, Gentile riporta i biancorossi sul +11, ma gli ospiti non mollano la presa e recuperano ancora per il -7, rimanendo in scia anche al nuovo break dei padroni di casa costruito da Egbunu e Jones. Al 20’ Moss sigla il gioco da 3 punti che vale il 38-37.

Wilson inaugura il terzo quarto con una rapida tripla, ma Brescia impatta (45-45) e poi mette la freccia. La Openjobmetis risponde con Jones, Sorokas e, soprattutto, Beane che, con 11 punti consecutivi, riporta i suoi in avanti sul +8 (59-51). Brescia è abile a rispondere con Gabriel e Mitrou-Long che accorciano con i “cesti” del -1 del 30’: 59-58.
L’inizio dell’ultimo periodo dei biancorossi è confortante (65-60), ma la Germani non molla e rimane attaccata ai padroni di casa con Della Valle. A spezzare l’equilibrio di un match combattuto sono Gentile e Beane che piazzano il break decisivo annullato subito dopo da una Germani agguerrita presa per mano dal “solito” Della Valle. A meno di 2’’ dalla fine, con il risultato di 75 a 72, Gabriel ha il pallone per impattare, ma il tiro si infrange sul ferro.(articolo e foto da pallacanestrovarese.it)

PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE – GERMANI BASKET BRESCIA: 75-72 

Pallacanestro Openjobmetis Varese: Gentile 18, Amato 3, Beane 17, Sorokas 3, De Nicolao 3, Wilson 3, Librizzi ne, Egbunu 12, Virginio ne, Ferrero, Jones 16, Caruso ne. Coach: Adriano Vertemati.

Germani Basket Brescia: Gabriel 11, Moore 1, Mitrou-Long 9, Petrucelli 4, Della Valle 18, Eboua 3, Parrillo ne, Cobbins 14, Burns 6, Laquintana, Rodella ne, Moss 6. Coach: Alessandro Magro.

Arbitri: Giovannetti – Paglialunga – Pepponi.

Parziali: 27-12; 11-25; 21-21; 16-14. Progressivi: 27-12; 38-37; 59-58; 75-72.

Note – T3: 7/26 Varese, 6/21 Brescia; T2: 21/36 Varese, 21/46 Brescia; TL: 12/20 Varese, 12/18 Brescia. Rimbalzi: 44 Varese (Egbunu 13), 31 Brescia (Cobbins 6); Assist: 16 Varese (Gentile 7), 17 Brescia (Mitrou-Long 9).




Il Varese vince contro il Fossano nel debutto casalingo al Franco ossola

VARESE, 27 settembre 2021 Vittoria di cuore per il Città di Varese che si dimostra più forte delle otto assenze: il Fossano dà guerra fino al triplice fischio, ma si deve arrendere 3-2 ai biancorossi che inaugurano il “Franco Ossola” con una gran vittoria. Avvio di partita splendido con due gol in pochi minuti (Monticone e Mamah): il Fossano la riapre con Coulibaly e l’immediata risposta di Foschiani sembra ipotecare la vittoria. Nella ripresa bisogna fare i conti con lo spirito battagliero dei piemontesi (splendido gol di Della Valle), ma il Varese tiene botta si porta a casa i tre punti che lo mantengono in vetta al campionato.

FISCHIO D’INIZIO – Formazione scontata per mister Rossi che prosegue con il 3-4-1-2 lanciando (causa infortunio di Trombini) Priori dal primo minuto tra i pali; Mapelli, Monticone e Parpinel confermatissimi in difesa con Premoli esterno di destra e Foschiani spostato a sinistra. Cantatore fa il suo esordio dal primo minuto al fianco di D’Orazio, così come Pastore che agisce in supporto di Minaj e Mamah. 3-4-3 per il Fossano di Viassi con Merlano in porta, Bellocchio, Scotto e Giraudo in difesa, Adorni e Ogbeifo larghi con Della Valle e Fogliarino in mezzo. Coulibaly (che però svaria su tutto il campo) e De Riggi esterni a supporto del pericolo numero uno Menabò. Fonte varesesport.com)

IL TABELLINO
CITTÀ DI VARESE – FOSSANO 3-2 (3-1)
CITTÀ DI VARESE: PRIORI, MAPELLI, MONTICONE, PARPINEL, PREMOLI, CANTATORE (22′ ST PIRACCINI), D’ORAZIO, FOSCHIANI, PASTORE (42′ ST L. BAGGIO), MAMAH (30′ ST EBAGUA), MINAJ (37′ ST AIOLFI). A DISPOSIZIONE: PEDRETTI, PETRELLA, BATTISTELLA, A. BAGGIO. ALLENATORE: ROSSI
FOSSANO: MERLANO, BELLOCCHIO (38′ ST NEGRO), SCOTTO, GIRAUDO, ADORNI, FOGLIARINO (29′ ST ROSANO), DELLA VALLE, UTIEJIN OGBEIFO, COULIBALY, MENABÒ, DE RIGGI (10′ ST SCARAFIA). A DISPOSIZIONE: CHIAVASSA, MOREO, MEDDA, QUARANTA, BRERO, TURCIS. ALLENATORE: VIASSI
ARBITRO: MATTEO MOZZO DI PADOVA (SIMONE CONFORTI DI SALERNO – STEFANO PETARLIN DI VICENZA)
MARCATORI: PT: 7′ MONTICONE (V), 13′ MAMAH (V), 27′ COULIBALY (F), 30′ FOSCHIANI (V); 9′ ST DELLA VALLE (F)
NOTE: NUVOLOSO, CAMPO IN DISCRETE CONDIZIONI. AMMONITI: MENABÒ (F), BELLOCCHIO (F), PARPINEL (V). ANGOLI: 5-7. RECUPERI: 2’+5′




Coppa Agostoni, la salita del Lissolo nella Hall of Fame di Ciclismo

LISSONE, 27 settembre 2021 – Il Lissolo entra nella Hall of Fame del Ciclismo. Ieri, nel giorno della gara in linea dei Campionati del mondo di ciclismo su strada 2021, sono state inaugurate le targhe di inizio salita (su entrambi i versanti) e cima sul Lissolo, la salita simbolo della Coppa Ugo Agostoni – Giro delle Brianze – Gran Premio Banco BPM.

 Dal 1987 Il Lissolo ha sostituito il Ghisallo come cuore pulsante della gara organizzata da 75 anni dallo Sport Club Mobili Lissone. Frequentata ogni anno da migliaia di ciclisti che percorrono la Brianza in sella alle loro bici, non solo da corsa, una volta l’anno questa salita ospita i corridori professionisti dell’UCI Europe Tour e dell’UCI World Tour: avviene nel giorno della Coppa Agostoni, che nel 2021 si disputerà lunedì 11 ottobre.

 Tra le azioni memorabili sul Lissolo, quelle di Maurizio Fondriest nel 1990, di Gianni Bugno nel 1995 e di Laurent Jalabert nel 2002, tutti poi risultati vincitori sul traguardo di Lissone, arricchendo un palmarès eccezionale che ha visto tra i protagonisti anche Merckx, De Wlaeminck, Francesco Moser e Saronni. A proposito di campioni, l’inaugurazione è avvenuta nel giorno in cui, 80 anni fa, scompariva il grande Ugo Agostoni, al quale la corsa è dedicata.

 La salita del Lissolo è breve e impegnativa, perché caratterizzata da improvvisi cambi di pendenza, con strappi molto ripidi alternati a tratti in falsopiano e anche in discesa. Pendenza media dell’8,7% con punte massime del 15,0% nel tratto dopo il Monastero di Bernaga. Fa parte del Circuito del Lissolo, di 24 chilometri, con le asperità di Sirtori, Colle Brianza e appunto Lissolo, un saliscendi secco per un dislivello complessivo di 1836 metri che i ciclisti in gara percorreranno ben quattro volte.

 Le targhe sul Lissolo sono state create dallo SC Mobili Lissone in collaborazione con il Comune di La Valletta Brianza. È una delle iniziative che anticipano la Coppa Agostoni, tra le quali c’è la pedalata di gruppo “Aspettando la Coppa Agostoni”, organizzata con il patrocinio del Comune di Lissone. Il percorso è cittadino: 5 chilometri da percorrere in sicurezza in città con qualsiasi genere di bicicletta. Appuntamento a Lissone alle ore 9.00 di domenica 3 ottobre.

  DICHIARAZIONI

 “Questa iniziativa indicherà ai ciclisti una salita importante non solo per il ciclismo, ma anche per il nostro territorio”, commenta Marco Panzeri, Sindaco del Comune di La Valletta Brianza. “Per noi è un onore, perché vediamo valorizzato il territorio di La Valletta Brianza e in particolare del Lissolo, che è uno dei nuclei storici del nostro Comune”.

 “Da 24 anni il Lissolo è il simbolo della Coppa Agostoni”, dice Silvano Lissoni, presidente dello SC Mobili Lissone. “È una salita corta ma difficile, che fa selezione. Nel Campionato Italiano professionisti vinto da Bruno Leali nel 1987 è stato percorso 10 volte: massacrante. Noi ci limitiamo a quattro volte, ciononostante l’Agostoni è la gara più dura del Trittico”.

 “Lo Sport Club Mobili Lissone è una società benemerita che ha dato tanto e continua a dare tanto a Lissone, non solo nell’organizzare la Coppa Agostoni, ma anche nel seguire tanti piccoli atleti”, dichiara Renzo Perego, Assessore allo Sport del Comune di Lissone. “Le targhe sul Lissolo sono un’iniziativa che ci è piaciuta molto, al punto che vogliamo copiare l’idea e dedicare all’Agostoni una targa in corrispondenza del traguardo”.

 “Ho percorso tante volte il Lissolo, da dilettante e amatore, ed è una salita magica”, dichiara Enrico Biganzoli, vice presidente dello SC Mobili Lissone. “Ci sono molte salite importanti per il ciclismo, in Italia, e quasi tutte hanno un cartello di benvenuto. Abbiamo pensato che anche il Lissolo lo meritasse. Grazie alla collaborazione delle Amministrazioni Comunali di La Valletta e Lissone siamo riusciti in tempi brevi a realizzare il progetto. Il Lissolo è la salita di punta della Coppa Agostoni e il teatro di tanti attacchi dei campioni, ma anche il luogo in cui molti amatori danno sfogo alla loro passione. Queste targhe sono un omaggio anche a loro”. (foto di Alessandro Esposito)

 




Mondiale ciclismo, Julian Alaphilippe concede il bis. Il campione francese sará al via anche alla Tre Valli Varesine

VARESE, 26 settembre 2021- Julian Alaphilippe concede il bis. Dopo la vittoria dello scorso anno a Imola il francese si è ripetuto vincendo la prova in linea dei Mondiali di ciclsimo 2021 nelle Fiandre (Belgio). Il podio si completa con l’argento dell’olandese Van Baarle, ed il bronzo del danese Valgren. Grande sconfitto il belga Wout Van Aert, dato grande favorito alla vigilia e che non ha saputo concretizzare il grande lavoro svolto da Remco Evenepoel. La fuga decisiva di Alaphilippe è partita a 17 chilometri dall’arrivo di Louvain. Il francese ha messo a segno il colpo decisivo sul penultimo passaggio sul muro di Sant’Antonio.

ll campione francese sará al via anche alla centesima edizione della Tre Vali Varesine, corsa che si svolgerá martedí 5 ottobre alla quale il neo Campione del Mondo tiene particolarmente considerato la sua costante presenza negli ultimi anni alla classica organizzata dalla societá ciclistica Binda.

redazione@varese7press.it




I Mastini Varese vincono in trasferta ad Appiano: vittoria importante per il morale

VARESE, 26 settembre 2021- Alla seconda partita arriva una vittoria importante, frutto di una partita ben giocata dai Mastini. La formazione varesina vince in trasferta contro Appiano per 5 a 2. Una sfida sempre ben condotta dai Mastini, bravi a trovare il vantaggio e ad incrementarlo. La partita è interessante e il merito va anche all’Appiano che ha la dote di non demordere e rimanere in scia al Varese.

Parte forte la formazione giallonera, brava a trovare il vantaggio dopo soli 35” con M. Borghi che chiude in rete un’azione iniziata da Caletti e proseguita da Piroso.

L’Appiano replica l’inizio partita della scorsa settimana, chiudendosi in difesa. Infatti, bisogna attendere oltre il minuto 10 per vedere il primo tiro scoccato dai padroni di casa che però non preoccupa Basraoui. Al 12’28” è ancora M. Borghi che può fare esultare la formazione ospite: De Biasio imposta, Caletti rifinisce e “Marci” trasforma. I Pirati provano a cambiare ritmo e i frutti arrivano con la marcatura di Mair a circa 200” dalla prima sirena, ma il finale è ancora di marca giallonera con il portiere di casa chiamato a respingere gli attacchi di Cordin e dei fratelli Mazzacane.

Nei primi minuti del secondo drittel l’Appiano prova a incidere con maggior piglio, ma ciò non basta. La difesa varesina copre adeguatamente e la squadra riparte di gran lena, chiudendo nuovamente i Pirati nel proprio terzo difensivo. Il tris è siglato da Piroso poco prima della mezzora, mentre poco dopo è Caletti a tagliare in due la difesa di casa e infilare il disco alle spalle di Paller con una bella giocata. I gialloblu alzano il baricentro alla ricerca della rete che terrebbe viva la partita ed è Von Payr che, in superiorità numerica, sigla la seconda marcatura per la formazione di casa. I gialloneri non si scompongono e continuano a macinare gioco, spingono ancora senza però trovare la rete prima della seconda sirena.

Il gol dei Mastini arriva a inizio del terzo tempo, grazie ad una conclusione vincente di Vanetti ben servito da Tilaro. Successivamente, i ragazzi di coach Barrasso superano indenni una inferiorità numerica e Basraoui para bene un paio di conclusioni insidiose altoatesine. I gialloneri provano sul finale ad arrotondare il bottino, prima con Piroso, poi con Borghi, ma il goalie Paller fa ottima figura.

L’appuntamento con i Mastini è fissato per domenica sera, quando in Lombardia arriveranno i campioni in carica del Caldaro.

Appiano Eppan Pirates – Mastini Varese    25 (1:2  1:2  0:1)

0’35” (MV) M. Borghi (Piroso, Caletti), 12’28” (MV) M. Borghi (Caletti, De Biasio), 16’17” (A) Mair (Engl), 26’08” (MV) Piroso (M. Borghi, De Biasio), 33’21” (MV) Caletti (Schina, E. Mazzacane), 36’39” (A) Von Payr (Critelli) PP1, 43’03” (MV) Vanetti (Tilaro, Cordin)

APPIANO EPPAN PIRATES: 30 Paller (29 Gaiser), 9 Lancsar, 19 Unterrainer, 26 Vigl, 59 Holzner, 71 Hofer, 95 Matonti, 6 Spoegler, 11 Oberrauch, 12 Mair, 14 Rottenstainer, 20 Engl, 31 Critelli, 55 Von Payr, 85 Morandell, 89 Calovi, 91 Tombolato, 94 Arnost. Coach: Johan Akerman

MASTINI VARESE: 80 Basraoui (Muraro), 3 Schina, 9 A. Bertin, 22 E. Mazzacane, 5 Della Torre, 44 De Biasio,79 Payra, 8 Fornasetti, 15 Caletti, 16 Vanetti, 23 M. Borghi, 27 M. Mazzacane, 29 Cordin, 31 Allevato, 34 T. Salvai, 53 F. Salvai, 55 Piroso, 74 Tilaro. Coach: Tom Barrasso

 




Calcio a 5, la Virtus Cermenate Las Palmas parte da protagonista

CERMENATE, 26 settembre 2021-Con l’arrivo di Marco Sbriglio, grande conoscenza di mister Luca Checola, ed Enrico Bonzano (ex Pavia) la rosa della Virtus Cermenate C5 (Las Palmas c5 Cermenate) è quasi praticamente definita e si compone dei portieri Bruno Camisola ed Eugenio Buruian, di Davide Fazio (ultimo), Mattia Fazio, Michael Vella, Luca Camisola (laterali), Davide Scopelliti e Luca Checola, nel doppio ruolo di allenatore-giocatore e appunto Marco Sbriglio ed Enrico Bonzano, entrambi laterali.

Un gruppo che potrebbe rafforzarsi ulteriormente con l’arrivo dell’ultimo acquisto che potrebbe realizzarsi al fotofinish ma che al momento nessuno vuole svelare.

“Sono molto contento della squadra allestita, – si è limitato a commentare il mister Luca Checola – sono tutti ragazzi forti per la categoria e molto motivati. Senza dimenticarci di

Luca Checola

Fabio Comino e Alessandro Pilia, jolly fondamentali, mio fratello Giovanni, dirigente essenziale e Marco Ghezzi, ottimo preparatore atletico e vice importantissimo. Ringrazio la società, e nello specifico Mattia Iovine e Alessandro Sorze, per il lavoro svolto in questi mesi che ha permesso di allestire una rosa di assoluto valore. Stiamo lavorando bene, siamo un gruppo nuovo e dobbiamo crescere ancora tanto, siamo solo all’inizio ma la strada intrapresa è quella giusta. Dobbiamo essere pronti per l’inizio del campionato perché affronteremo un girone difficile e molto impegnativo. Oggi non ci diamo obiettivi ma certamente vogliamo fare bene e creare un progetto importante e durato nel tempo”.

Le prime amichevoli stanno dando segnali incoraggianti ma anche indicazioni precise su dove bisogna intervenire e migliorare; in questo caso però Checola non si nasconde. “Siamo una squadra nuova e dobbiamo avere pazienza e pensare solo ad allenarsi tanto e bene, far diventare un insieme di giocatori un gruppo, un grande gruppo che abbia un unico obiettivo e che rimanga unito sempre, nei momenti positivi e soprattutto quando ci saranno le difficoltà”.

La Virtus, a causa della ‘nuova casa’ di Trezzano, è stata inserita nel girone B, con trasferte lunghe e difficili e prevedere come andrà a finire è impossibile. “Penso sarà un campionato molto equilibrato – ammette Checola – ci sono tante ottime squadre, come ad esempio il Travagliato, il Trezzano, il San Carlo, il Castellanza, Polpenazze, solo per fare i primi nomi. Noi cercheremo di giocarcela alla pari con tutti, rispettando tutte le squadre ma convinti della nostra forza. Adesso però pensiamo solo ad allenarci, nelle prossime settimane penseremo ai nostri avversari”.

 




Ciclismo, Cavorso e Gianotti incontrano il Ministro per la Transizione Ecologica Cingolani

MILANO, 23 settembre 2021- Quest’oggi il delegato alla sicurezza dell’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani Marco Cavorso ha incontrato il Ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolani. In occasione della presentazione di All4Bike, la pedalata di 750 km che la quattro volte Guinness World Record Paola Gianotti affronterà da Roma a Milano per sottolineare quanto la bici sia un mezzo sostenibile e sensibilizzare alla sicurezza stradale, indispensabile per il suo utilizzo sempre più frequente.

Il via della “corsa a tappe” è previsto per domani, l’arrivo è fissato per lunedì 27 settembre in tempo per l’inaugurazione di Youth4Climate, l’evento al quale parteciperanno oltre quattrocento giovani da tutto il mondo in vista della Cop26 sul clima di Glasgow, a cui il ministero ha invitato l’associazione Io rispetto il ciclista che sta tappezzando l’Italia di cartelli che invitano al rispetto del ciclista, come quelli che verranno inaugurati lungo tutta la costa tirrenica, a La Spezia, Viareggio, Civitavecchia, Langhirano, Casalpusterlengo e Rozzano, nel corso dell’ultima impresa della ultracyclist piemontese.

«Più bici nelle strade, più giovani sulle bici: con questa iniziativa vogliamo promuovere la bici come strumento che fa bene alla salute dei singoli cittadini e del pianeta. La sostenibilità ambientale deve passare anche dalle due ruote» ha affermato il ministro Cingolani, appassionato ciclista praticante. «La filiera della bicicletta italiana è un orgoglio in tutto il mondo: è lo standard a livello internazionale di più alta qualità. Bisogna riportare la bici nelle scuole e far capire quanto è bello pedalare: fa bene a ognuno di noi e all’ambiente. Ed è un grande esempio di civiltà, una grande lezione sportiva e una grande avventura personale».

«La bicicletta è il futuro – ha osservato Gianotti. – Io credo che ognuno di noi abbia il dovere di fare tutto il possibile per tutelare il pianeta. Molto spesso le persone pensano che i grandi cambiamenti debbano arrivare dall’alto: io sono convinta che siamo noi, con le nostre piccole azioni quotidiane, a poter far qualcosa di concreto. L’utilizzo della bici è oggi assolutamente necessario, soprattutto nelle grandi città, per evitare di continuare a inquinare inutilmente durante i piccoli spostamenti quotidiani».

Dello stesso parere Cavorso, presidente di Io rispetto il ciclista e delegato alla sicurezza di ACCPI: «Ringrazio il Mite per averci coinvolto in questa bellissima iniziativa, anche a nome di tutti i ciclisti e le cicliste professioniste. Youth4Climate: Driving Ambition offre ai giovani di tutto il mondo l’opportunità di confrontarsi e formulare proposte concrete sui temi del cambiamento climatico. Da quando ho perso mio figlio Tommy per colpa della violenza stradale mi sono sempre rivolto alle nuove generazioni, convinto che siano solo loro a poterci far cambiare mentalità e a rendere le strade del nostro Paese un luogo più sicuro e piacevole. Rivolgerci a 400 giovani tra i 15 e i 29 anni che hanno dimostrato di avere capacità di pensiero strategico, leadership e motivazione è un’occasione preziosa. Il futuro è nelle loro mani e sono fiducioso che scommettendo sulla bici il loro e il nostro domani sarà radioso».

Youth4Climate: Driving Ambition si terrà a Milano dal 28 al 30 settembre 2021 presso il MICo Milano Convention Centre. Le prime due giornate saranno dedicate ai gruppi di lavoro tematici, mentre il terzo giorno si terrà un dibattito tra i giovani e i ministri partecipanti alla Pre-COP26. Le proposte che saranno avanzate dai giovani saranno messe a disposizione dei successivi negoziati internazionali relativi all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, ai dibattiti in seno all’ECOSOC e all’UNFCCC.




Francesca Piccinini nominata vice presidente UBYA

BUSTO ARSIZIO, 22 settembre 2021-Non un incontro celebrativo, ma ancora una volta un’occasione per presentare un progetto rivolto al futuro: Francesca Piccinini rimane legata al suo mondo, quello della pallavolo, con un ruolo diverso, ma decisamente stimolante. Durante la conferenza stampa moderata da Giorgio Ferrario che si è svolta oggi in casa UYBA alla e-work arena, il presidente biancorosso Giuseppe Pirola ha introdotto il “New Chapter” della stella più grande del volley italiano: Francesca Piccinini sarà vice presidente di UYBA Volley, un ruolo non solo simbolico e istituzionale, ma anche operativo.

Francesca seguirà da vicino i progetti sportivi della società, con un riferimento specifico al settore giovanile, ma anche al supporto tecnico dello staff di serie A. Non solo: Piccinini sarà supervisore di un del “tour UYBA” nelle società sportive in tutta Italia, sarà ambassador della società e presenza fondamentale nelle attività di marketing. Durante l’evento sono intervenuti anche Paolo Ferrario, AD di e-work spa, main sponsor della squadra, Adriano Pucci Mossotti e in collagamento telefonico il presidente Fipav Giuseppe Manfredi, che ha annunciato in diretta il conferimento per merito sportivi del patentino di allenatrice a Francesca.

In riferimento al nuovo organigramma societario, il pres. Giuseppe Pirola ha annunciato che, oltre all’inserimento di Piccinini come vice-presidente insieme al già operativo Mario Chen, c’è un’altra novità riguardante la cantera: il ruolo di responsabile del settore giovanile sarà ricoperto da Silvano Bazzigaluppi che avrà anche  il compito di sviluppare anche i rapporti con le società UYBA&Friends (presente in sala anche la neo-affiliata Gold VAP Piacenza).