Suicidi in Polizia in continua crescita per troppo stress: convegno su piattaforma online

VARESE, 7 luglio 2020-Ogni anno circa sessanta operatori di Polizia decidono di farla finita, nel 2019 sono stati 69 e nell’anno in corso superiamo i 30 suicidi il che a significare che il trend è continua ascesa.

Il Segretario generale del Siulp Paolo Macchi, annunciando il convegno del prossimo 9 luglio ci dice:  “E’ un dramma silenzioso che si consuma in un ambiente laddove è sempre difficile parlarne, laddove lo “sbirro” deve essere forte e rappresentativo del potere per natura e si vergognerebbe di manifestare qualunque forma di disagio che non sempre nasce dall’attività lavorativa ma certamente non è mai calmierato da questa.

Fare il Poliziotto o il Carabiniere-sottolinea Macchi da 25 anni Ispettore di Polizia- contempla una esposizione inevitabile al rischio, ai frequenti traumi, alla tensione e affida a noi il dovere di infondere sicurezza, di trovare soluzioni per i problemi degli altri con la soppressione dei propri che, qualora manifestati, renderebbero vulnerabile la corazza costituita dalla nostra amata uniforme.

Stefania Sacchezin, psicologa

Ma questo continuo nascondere, reprimere, fingere invincibilità, ecco che potrebbe trasformare un problema personale come un lutto, una separazione, una difficoltà economica, in qualcosa di devastante, insormontabile, che taluni decidono di resettare con un colpo in testa.

E proprio appena prima di arrivare a questo colpo si inserisce il nostro corso volto ad individuare segnali di allarme in se stessi e nei colleghi che ci affiancano così da spingerci a parlarne, a cercare una soluzione che non sia il “pam!!!”

Per aiutare a capire, a tradurre il disagio prima fisico poi emotivo il Siulp ha chiesto aiuto a due esperti psicologi, la D.ssa Stefania Sacchezin ed il Dott.Gabriele Catania che non fanno parte della Polizia ma conoscono molto bene i segnali emanati dalle helping profession, i disturbi da stress post traumatico e insegneranno in un corso online a leggerli, a non temere lo psicologo e ad ammettere che anche lo sbirro possa chiedere aiuto.

Il corso gratuito che partirà alle ore 9.00 di giovedì 9 luglio sarà seguito da centinaia di appartenenti alle forze di Polizia e da militari ma sarà aperto a chiunque ne sia interessato e potrà essere seguito su piattaforma Zoom previa registrazione obbligatoria inviando nome e cognome alla mail formazione@siulpvarese.it dalla quale si riceverà un semplice link per poter accedere alla stanza del convegno.

Il Siulp ringrazia il Questore ed i vertici delle specialità (Polstrada, Polfer, Polfrontiera…) che hanno ufficialmente riconosciuto la partecipazione a questo convegno quale giornata di “aggiornamento professionale” prevista per contratto per la Polizia di Stato.

Interverranno nella mattinata anche il segretario regionale del Siulp Alessandro Stefanì ed il Segretario Nazionale Felice Romano su taluni aspetti contrattuali e tecnici legati alla materia.

Sarà un’occasione non comune per confrontarci e poter chiedere lumi e curiosità a un pool di veri esperti e accoglieremmo volentieri anche addetti al soccorso o militari perché il contributo di tutti renderà ancora più interessante l’occasione.




“Non possiamo perdere tempo a operare questi f*****”: sospeso primario nel varesotto per omofobia

VARESE, 7 luglio 2020-“Non è giusto che in questo periodo di emergenza io debba perdere tempo per operare questi f***”. Queste le parole che ha utilizzato un primario dipendente di un ospedale del varesotto, inveendo per l’omosessualità di un paziente sedato durante un intervento chirurgico.

La notizia è stata riportata da TGR Rai Lombardia (min 5:50)

Un collega medico, presente in sala operatoria, ha quindi chiesto stupito al primario se avesse qualcosa contro gli omosessuali. Il primario ha quindi reagito chiedendo al collega di lasciare la sala operatoria e l’intervento è stato concluso con nervosismo e frettolosità.

I testimoni del brutto episodio hanno presentato un esposto che ha portato alla sospensione del primario. La notizia è stata confermata dall’ordine dei medici della provincia di Varese che ha aperto un procedimento disciplinare. L’episodio è accaduto il 25 marzo, in pieno periodo da emergenza Covid.

“Vogliamo ringraziare chi ha effettuato l’esposto e non è rimasto indifferente davanti all’ennesimo intollerabile atto di omofobia” – dichiara Giovanni Boschini, presidente Arcigay Varese. “Al paziente coinvolto va tutta la nostra solidarietà”.

Boschini prosegue: “Proprio in questi giorni è stata depositata una legge contro le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale che ha lo scopo di porre un argine ai sempre più crescenti atti di omofobia nel nostro Paese, che spesso rimangono sommersi e non vengono denunciati. Oltre alle sanzioni sarebbe utile anche avviare un percorso formativo e per questo ci rendiamo disponibili a collaborare con l’azienda ospedaliera per percorsi di educazione alle diversità, affinché a nessun altro paziente possa capitare nuovamente una disavventura simile. Nel frattempo, rimaniamo piacevolmente stupiti dal senso civico delle persone che hanno assistito all’episodio e non hanno esitato a effettuare l’esposto.”




ASST Valle Olona, nuova modalità erogazione ervizi

BUSTO ARSIZIO, 6 luglio 2020 – L’ASST Valle Olona, recependo le disposizioni normative vigenti in tema di emergenza epidemiologica da Covid-19, sta procedendo a una rimodulazione dell’offerta sociosanitaria.

Le risposte ai bisogni sanitari dei cittadini devono avvenire nel massimo rispetto della sicurezza e tutela della sanità pubblica.

Sono così state messe in atto azioni organizzative innovative in merito alla modalità di offerta dei servizi erogati. Nello specifico, sono state implementate modalità di interfaccia e approccio con l’utenza che, laddove possibile, consentono di limitare gli spostamenti dei cittadini, snelliscono l’iter burocratico e superano i vincoli legati ai canonici orari di apertura delle sedi.

Si è cercato inoltre di curare costantemente l’aspetto informativo e comunicativo soprattutto per le attività che rivestono particolare rilevanza (Scelta e revoca, esenzione ticket, Servizi dell’Ufficio di assistenza protesica) con apposita cartellonistica nei punti di maggiore affluenza dei cittadini e specifiche informative sul sito web aziendale.

Afferma il Direttore Sociosanitario ASST Valle Olona, dottor Marino Dell’Acqua: “Accanto all’impegno professionale e organizzativo che tale innovazione implica, altrettanta collaborazione viene richiesta ai cittadini ai quali si chiede di comprendere che la fase 2 dell’emergenza epidemiologica non deve essere percepita come una “fase di disservizio” bensì come una “nuova modalità” di accesso ai servizi”.

In maniera sintetica, si riportano di seguito le indicazioni su come accedere ai Servizi delle aree territoriali.

Scelta/revoca Medico di Medicina Generale/ Pediatra di Libera Scelta

In previsione della cessazione del rapporto convenzionale per pensionamento del MMG/PLS, per la scelta del nuovo medico l’ASST Valle Olona invia al cittadino una specifica lettera per posta ordinaria con le informazioni in merito alla modalità di scelta e revoca e relativa modulistica da compilare.

Le modalità di riconsegna della modulistica sono:

per posta elettronica, con allegata la copia della tessera sanitaria e la copia del documento di identità, all’indirizzo mail dell’area territoriale di appartenenza;

su appuntamento, presso gli Uffici Scelta/revoca (per la richiesta di appuntamento inviare la mail all’indirizzo dell’area territoriale di appartenenza, indicando il proprio recapito telefonico). E’ necessario portare copia della tessera sanitaria e del documento di riconoscimento. In caso di impossibilità ad accedere personalmente allo sportello, occorre compilare la delega, a cui dovrà essere allegato documento di riconoscimento del delegante.

Area territoriale di Busto Arsizio sceltarevocabusto@asst-valleolona.it

 

Area territoriale di Gallarate sceltarevoca.gallarate@asst-valleolona.it

 

Area territoriale di Somma Lombardo sceltarevoca.somma@asst-valleolona.it
Area territoriale di Saronno sceltarevoca.saronno@asst-valleolona.it

 

 

Oltre alle modalità sopra indicate, per agevolare il cittadino, si stanno predisponendo delle postazioni dedicate con totem dove poter prendere e riconsegnare la modulistica compilata. Tali postazioni saranno a breve dislocate nei Comuni e presso le portinerie dei Presidi ospedalieri dell’ASST Valle Olona.

Un’ulteriore modalità per effettuare la Scelta e revoca del Medico di Medicina generale o il Pediatra di libera scelta è quella online, consultando il sito di regione Lombardia, al link https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/cambio-medico. Per utilizzare tale modalità occorre essere in possesso di Identità Digitale  (SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale) per accedere ai servizi della Pubblica amministrazione o delle credenziali di accesso ai servizi sanitari (OTP) https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/come-puoi-accedere

Esenzioni dal ticket sanitario

Per agevolare i cittadini si ricorda che, come previsto dalla DGR n. XI/2672 del 16/12/2019 (punto 6.12. esenzioni) tutte le autocertificazioni per il rinnovo delle esenzioni con scadenza al 31 marzo 2020 saranno prorogate al 30 settembre 2020.

Per le istanze di esenzione ticket, inviare mail per richiesta di appuntamento, indicando il recapito telefonico, all’indirizzo mail dell’area territoriale di appartenenza come di seguito indicate.

Area territoriale di Busto Arsizio sceltarevocabusto@asst-valleolona.it

 

Area territoriale di Gallarate esenzioni.gallarate@asst-valleolona.it
Area territoriale di Somma Lombardo sceltarevoca.somma@asst-valleolona.it
Area territoriale di Saronno sceltarevoca.saronno@asst-valleolona.it

 

 

Servizi Ufficio di assistenza protesica

Per le istanze di competenza dell’Ufficio di assistenza protesica, inviare mail per richiesta di appuntamento, indicando il recapito telefonico, all’indirizzo mail dell’area territoriale di appartenenza:

Area territoriale di Busto Arsizio     protesicamaggiore.busto@asst-valleolona.it

protesicaminore.busto@asst-valleolona.it

 

Area territoriale di Gallarate protesica.gallarate@asst-valleolona.it,

 

Area territoriale di Somma Lombardo protesica.somma@asst-valleolona.it

 

Area territoriale di Saronno protesica.saronno@asst-valleolona.it,

 

 

 




Varese cittá sempre piú rock’n’roll suggellato da mozione approvata in Consiglio Comunale

VARESE, 4 luglio 2020-di GIANNI BERALDO-

Varese città sempre più rock’n’roll. Fatto ora suggellato ufficialmente anche dall’amministrazione comunale che in Consiglio Comunale ha approvato una mozione -che vedeva come primo firmatario il giovane consigliere del Pd Alessandro Pepe-che richiedendo espressamente che il genere musicale Rock’n’Roll divenga Patrimonio dell’Umanità.

Se la mozione è a firma Pepe, l’idea parte da lontano.

Dalla passione di Pino Tuscano e Fiorenzo Croci, musicisti e ”malati” di musica e gesta (nemmeno tanto metaforiche) di Elvis, Buddy Holly, Chuck Berry, Bill Haley, Jerry Lee Lewis e molti altri che hanno fatto la storia del rock e rockabilly.

Movimento e musica tramutatesi pure in un bel libro scritto da Croci intitolato ”Movimento d’anca”, divenuto pure il brand di una sorta di associazione grazie alla quale Tuscano (politico del pd, musicista e organizzatore di concerti) e altri appassionati sono riusciti nell’impresa di far attecchire negli ultimi anni alla sonnolenta Varese, la passione per il rocknroll con diverse manifestazioni e concerti degni di attenzione.

Varese quindi sempre più gemellata con Cleveland e Memphis dove tutto è nato.

Ma non basta. Anzi, ora arriva il bello.

Pino Tuscano

«Forse non ci si rende conto della portata relativa all’approvazione di questa mozione, che si inserisce nel solco musicale e culturale della città in modo importante», dice Tuscano durante la presentazione alla stampa insieme a Croci e Pepe, svoltasi nel bel giardinetto del bar Globe a Varese.

Tuscano, personaggio noto per la sua passione per il rock’n’roll (attualmente ricopre il ruolo di Presidente dei Dopolavori Ferroviari Lombardia), si infervora quando si tocca il tasto rocknroll ma anche della musica più in generale ricordando che questa iniziativa serve anche a ricordare quanta gente in Italia (ma non solo) vive di e per la musica: dagli artisti, ai promoter, dagli addetti ai palchi ai tecnici, agenzie di stampa alle varie maestranze, insomma un microcosmo ora in grave difficoltà causa coronavirus.

Forse, questa bella iniziativa suggellata pure dal consiglio comunale, potrebbe servire ad aiutare i numerosi addetti ai lavori in ambito musicale,  visto che la proposta di far divenire la musica Rock”n’ Roll patrimonio dell’Umanità a breve verrà presentata pure al ministro della Cultura Dario Franceschini, in modo tale che l’eco della proposta possa propagarsi a livello mondiale in modo più efficace.

Da ricordare che questa idea era già arrivata in Senato grazie alle ambasciate del senatore varesino Gianluigi Paragone (musicista rockettaro ora nel gruppo misto e prima in M5S) e dell’immarcescibile ex ministro Roberto ”Bobo” Maroni, che di musica se ne intende visto i suoi retaggi anche come musicista e grande divulgatore della musica rock, soul e blues.

Fiorenzo Croci

E chi se ne intende del genere é ovviamente Croci « Il sogno sarebbe quello di realizzare un grande festival rock’n’roll a Varese sullo stile di quello che ogni anno si svolge a Senigallia richiamando migliaia di persone da tutta Europa, ma sono conscio che rimarrà tale per una mera questione economica: senza investitori che credano nel progetto, non si va da nessuna parte. Però dobbiamo almeno sfruttare il festival di Senigallia come amplificatore a livello mondiale della nostra proposta: il rock’n’roll deve diventare patrimonio dell’umanità’».

Un plauso al consigliere Pepe che a questa originale proposta ci ha sempre creduto «In questo momento storico così difficile l’idea era quella di tenere alta l’attenzione sulla musica dal vivo perché molti musicisti sono in grande difficoltà, In consiglio comunale abbiamo votato a favore di questa mozione anche perché l’iniziativa è volta a creare eventi culturali accompagnati da buona musica, tutto utile a tenere alta l’attenzione nei confronti della nostra città».

Tra gli eventi in programma a partire dal prossimo mese di settebre, alcune presentazioni di libri a tema con corollario musicale.

Alessandro Pepe

‘È passato molto tempo dall’ultima volta che ho fatto rock and roll.È passato molto tempo da quando ho fatto la passeggiata.

Ooh fammi riprenderlo, fammelo riavere.

Fammelo riprendere piccola da dove vengo”.

Questo il testo di ”Rock and Roll (Fais-Do-Do)” di Carl Perkins, Jerry Lee Lewis, Roy Orbison & Johnny Cash, sperando sia di buon auspicio perché Varese diventi una delle cittá simbolo del rock’n’roll.

direttore@varese7press.it




Presentato nuovo Masterplan Aeroporto Malpensa 2030: ”Ne guadagnerá tutto il varesotto”

SOMMA LOMBARDO, 3 luglio 2020-“Malpensa è un gioiello per il nostro territorio e per tutto il nord Italia. Questo masterplan non può che arricchire ulteriormente questo valore dando maggiori possibilità di sviluppo sul lato industriale e sul lato cargo con la previsione del raddoppio dei volumi di trasporto. Malpensa si conferma il più importante aeroporto cargo italiano, capace di fronteggiare una domanda in continua crescita. Con questo piano si andranno a risolvere molte problematiche relative all’accessibilità dello scalo e alla viabilità ordinaria dei paesi che si trovano nei pressi dell’hub creando ulteriori opportunità di sviluppo delle aree limitrofe.”

Lo ha dichiarato la Vicepresidente del Consiglio Regionale Francesca Brianza a margine dell’incontro organizzato da SEA per discutere del nuovo masterplan dell’aeroporto di Malpensa che si è svolto oggi, venerdì 3 luglio, presso il Malpensa Center del Terminal 1. All’incontro hanno partecipato i anche i Consiglieri regionali eletti in provincia di Varese Marco Colombo e Giacomo Basaglia Cosentino.

“Con i suoi 40 mila occupati, sia diretti sia relativi all’indotto – commenta Brianza – l’aeroporto di Malpensa rappresenta il primo datore di lavoro del varesotto, una vera e propria “miniera d’oro” che dobbiamo tutelare con ogni mezzo a disposizione e seguire con la massima attenzione specialmente in questa fase delicatissima di ripartenza dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria durante la quale, a Malpensa, arrivavano il 70% delle merci trasportate in aereo in Italia.”

“Il Masterplan – prosegue – è necessario anche per la previsione di crescita dei passeggeri: nel 2035, infatti, si stima di arrivare a 41 milioni di utenti rispetto ai 25 milioni pre-COVID. Vi è comunque una grande attenzione riguardo alla sostenibilità ambientale della Malpensa attuale e del futuro – precisa Brianza – considerata un prerequisito per la crescita dello scalo aeroportuale. Inoltre, con l’ammodernamento delle flotte delle compagnie aeree, si vedrà diminuire notevolmente l’inquinamento acustico”.

“Grazie anche al suo aeroporto – prosegue – la provincia di Varese rimane una delle aree più sviluppate e baricentriche a livello regionale, nazionale ed internazionale. In particolare – conclude Brianza – con la Lugano-Malpensa già operativa e la possibilità di creare il nuovo tratto Gallarate-Terminal 2, sarà ancora più facile collegare Varese, l’alto varesotto e la vicina Svizzera con lo scalo internazionale, con prospettive importanti di crescita sia del traffico cargo sia di quello passeggeri con notevoli benefici per quanto riguardo lo sviluppo economico e turistico del territorio”.

Presente all’incontro anche il consigliere regionale di Lombardia Ideale e membro della commissione consiliare trasporti Giacomo Cosentino.

“Il masterplan per lo sviluppo di Malpensa, che ci è stato presentato oggi da Sea, guarda al futuro e risponde alla richieste del mercato – dichiara Cosentino. Dobbiamo fare il possibile per agevolare tutti gli investimenti per riqualificare e rilanciare il nostro Aereoporto. Quando parlo di investimenti mi riferisco anche alle infrastrutture per arrivare a Malpensa e, per questo motivo, dobbiamo insistere con gli enti competenti – ANAS in primis – per migliorare la viabilità.”

“Personalmente – prosegue – ho colto l’occasione per sottoporre a Sea alcune segnalazioni che mi sono arrivate dai passeggeri e che riguardano la richiesta di migliorare anche la manutenzione di alcuni spazi dell’Aereoporto – come ad esempio i servizi igienici e gli ascensori – e il ritardo nella consegna dei bagagli. Devo dire che c’è collaborazione e un confronto costruttivo, si ha la consapevolezza che parliamo di un importante biglietto da visita internazionale”.




Mototerapia Take Away al Museo del Tessile: due giorni con il pilota Vanni Odera

BUSTO ARSIZIO, 3 luglio 2020-La Mototerapia Take Away di Vanni Oddera torna a Busto Arsizio per regalare ancora due giorni di intense emozioni ai Ragazzi con disabilità e ai Pazienti Oncologici che ancora non hanno potuto rincontrare i propri Educatori e Amici.

Nella suggestiva cornice del Museo della Tradizione e del Tessile di Busto Arsizio, sabato 4 e domenica 5 luglio verranno effettuate le sessioni di Mototerapia per circa 100 ragazzi della Città in collaborazione con le Associazioni Territoriali.

Grazie all’intraprendenza della Presidente di Mai Paura Onlus, Dottoressa Emanuela Bossi, quest’anno sono state sperimentate soluzioni innovative per rispondere alle esigenze reali delle persone per cui è stata costituita la Onlus, come le dirette Facebook di Mai Paura online e la Mototerapia Take Away Delivery Edition.

Nel proseguire con questa iniziativa positiva per i nostri ragazzi, il Team di Mai Paura ha deciso di riportare Vanni Oddera e la sua Crew in un altro luogo Simbolo della Città di Busto Arsizio come il Museo della Tradizione del Tessile.

L’appuntamento non pubblico e a porte chiuse si terrà nel weekend dalle ore 9.00 alle ore 17.00 con appuntamenti cadenzati e distanziati nel tempo e saranno sottoposte ad un rigido protocollo di sicurezza che prevede anche il rilevamento della temperatura corporea.

Ai Ragazzi e Ragazze verranno offerte ben quattro esperienze emozionali terapeutiche diverse, suddivise tra Quad, Biciclette, Surf virtuale, Mini moto e le immancabili Moto sia elettriche che a scoppio con l’accompagnamento musicale firmato Virgin Radio con la partecipazione straordinaria del Dj Andrea Rock.

Durante le due giornate verranno effettuate delle riprese video anche con drone che avranno così l’impegno di portare su un circuito nazionale le bellezze della Location.

Durante le due giornate in collaborazione con le Attività del Territorio verrà offerto il pranzo ai Ragazzi nella fascia oraria 12.30/14.30 che verrà organizzato nel quadrilatero del cortile interno del Museo.

Andrea Rock

L’occasione sarà resa ancora piu speciale e straordinaria dal servizio ai tavoli svolto dai volti più rappresentativi della Città di Busto Arsizio, dai Volontari che si sono impegnati in questa avventura e dai rappresentanti dell’Amministrazione Comunale; alla giornata d’apertura presenzieranno il Vice Sindaco Manuela Maffioli e l’Assessore all’inclusione Osvaldo Attolini.

La Presidente Emanuela Bossi ha dichiarato: “Anche questa volta pensiamo di regalare emozioni ai Ragazzi delle Associazioni ma saremo noi a viverle e sempre più intensamente. Ringrazio personalmente chi ha permesso che queste due giornate fossero così intense, il Sindaco Emanuele Antonelli che ci ha concesso la location e tutte le Attività che ci hanno letteralmente travolti dalla generosità. Grazie a tutti.”

“I miei complimenti alla dottoressa Bossi e a tutto il suo staff per l’entusiasmo e la generosità che sempre dimostrano e il mio grazie per questa ennesima, importante, emozionante occasione di inclusione sociale – afferma il sindaco Emanuele Antonelli -. Saranno due giornate terapeutiche per tutti, non solo per le ragazze e I ragazzi che vivranno l’esperienza in prima persona”.

Le sessioni, per i due giorni, si svolgeranno anche in caso di maltempo.

Il progetto sarà, come tutti gli eventi Mai Paura, completamente gratuito.

 




Nuovi orari uffici Polizia Locale Varese

VARESE, 3 luglio 2020-Nuovi orari per il Comando di Polizia locale di Varese. Le modifiche cominceranno dalla mattina di lunedì prossimo, 6 luglio, e resteranno in vigore per tutto luglio e tutto agosto.

Ufficio Infortunistica stradale

da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00

Apertura al pubblico: solo previo appuntamento telefonico 0332.809.222 – 228 o email: infortunistica.sicurezza@comune.varese.it

Ufficio Concessioni viabilistiche
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Apertura al pubblico: sportello presso il Comando in Via Sempione, 20

Ufficio Procedure sanzionatorie
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Apertura al pubblico: sportello presso il Comando in Via Sempione, 20

Polizia commerciale e amministrativa
da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Apertura al pubblico: solo previo appuntamento telefonico 0332.809.236 o email: polizia.commerciale@comune.varese.it

Segreteria comando
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Apertura al pubblico: sportello presso il Comando in Via Sempione, 20




Gallarate-Luino la corsa inaugurale del nuovo treno Donizetti di Trenord:

MILANO, 3 luglio 2020 – Partirà domenica 5 luglio da Milano Porta Garibaldi alle ore 8.05 in direzione Luino la corsa inaugurale del nuovo treno Donizetti di Trenord, il primo di 41 convogli veloci a media capacità destinati alla Lombardia, che da domenica circolerà sulla linea MilanoGallarate-Luino.

Il treno durante la mattinata sosterà nella stazione di Luino, dove curiosi e appassionati potranno scoprirne il design innovativo e il confort e dove alle ore 11 è previsto un saluto delle istituzioni; alle 13.44 riprenderà la corsa verso Gallarate, entrando in servizio. Per l’occasione, per tutta la giornata sarà possibile viaggiare gratuitamente sulle corse effettuate dal Donizetti e sui treni della linea Gallarate-Luino, grazie a un biglietto speciale distribuito a bordo del convoglio o agli accessi alle carrozze.

Il programma della giornata

Donizetti fischierà la partenza della sua prima corsa alle ore 8.05 dalla stazione di Milano Porta Garibaldi. Il convoglio prevede fermate a Rho Fiera Milano, Legnano, Gallarate, Besnate, Mornago Cimbro, Ternate Varano Borghi, Travedona Biandronno, Besozzo, Sangiano, Laveno Mombello, Caldè, Porto Valtravaglia, e arrivo a destinazione a Luino alle ore 9.43.

Lì il convoglio sarà aperto alle visite presso il binario 1 della stazione. Gli accessi al treno saranno gestiti nel rispetto dei vincoli di distanziamento.

Il treno ripartirà da Luino alle 13.44 verso Gallarate; nel pomeriggio effettuerà le seguenti corse:

25383 (Luino 13.44 – Gallarate 14.41)

25382 (Gallarate 15.16 – Luino 16.16)

25391 (Luino 17.44 – Gallarate 18.41)

25390 (Gallarate 19.16 – Luino 20.16)

I passeggeri potranno “testare” l’esperienza di viaggio offerta da Donizetti grazie a biglietti speciali – distribuiti sul treno – validi per un viaggiare gratuitamente a bordo del nuovo treno e di tutte le corse della linea Gallarate-Luino. Ogni biglietto sarà valido per un adulto e per eventuali ragazzi accompagnati di età inferiore ai 14 anni.

Il nuovo treno Donizetti

Treno Made in Italy prodotto nello stabilimento di Alstom a Savigliano, Donizetti presenta colori di tonalità brillanti verde e blu su sfondo bianco.

Convoglio monopiano a media capacità – oltre 250 i posti a sedere complessivi per la composizione a 4 carrozze – Donizetti è strutturato in un ambiente unico, senza porte né settori divisori. Ampi corridoi e porte con pedane a raso rendono le carrozze totalmente accessibili ai viaggiatori con mobilità ridotta.

Il confort del viaggio è garantito da livelli di rumore e vibrazione ridotti al minimo; le temperature nelle carrozze si autoregolano grazie a un impianto di condizionamento potenziato. L’illuminazione è ottimizzata grazie a grandi finestrini, che consentono un maggior ingresso di luce naturale.

A disposizione dei passeggeri sono sedute ampie, dotate di prese elettriche e USB per la ricarica dei dispositivi mobili. Il treno offre un servizio di informazione e intrattenimento audio video – grazie a numerosi display LCD – ed è predisposto per la rete Wi-Fi. La sicurezza dei passeggeri è garantita da un sistema di telecamere digitali di videosorveglianza.

Le carrozze sono dotate di aree polifunzionali per il deposito di passeggini e biciclette con possibilità di ricarica per le bici elettriche.

Oltre a consentire un viaggio confortevole, Donizetti è un treno sostenibile: è riciclabile per il 97%, e consuma il 30% di energia in meno rispetto alla precedente generazione di convogli. I sistemi di condizionamento dell’aria e di ventilazione sono regolati in funzione del numero dei passeggeri a bordo. La chiusura delle porte è programmata in modo da evitare la dispersione termica. L’illuminazione a LED del convoglio si regola automaticamente sulla base della luce esterna.

I 176 nuovi treni per la Lombardia

Donizetti è il primo di 41 convogli a media capacità acquistati per Trenord da FNM e Ferrovienord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi garantito da Regione Lombardia, e si aggiunge a 3 ad alta capacità Caravaggio, già in circolazione.

Complessivamente sono 176 i nuovi convogli – a 41 Donizetti si aggiungeranno 105 Caravaggio e 30 convogli diesel Colleoni – che entreranno in servizio nei prossimi tre anni, consentendo progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio ferroviario lombardo.

 

 




Torna la Fiera del Cardinale a Castiglione Olona

CASTIGLIONE OLONA, 3 luglio 2020-Riprende a partire da domenica 5 luglio 2020 a Castiglione Olona l’appuntamento con la tradizionale “Fiera del Cardinale”, il mercatino dell’usato e dell’antiquariato che dal 1978 si svolge dalle 9.00 alle 18.30 ogni prima domenica del mese attorno alla centralissima Piazza Garibaldi, attraverso le vie del centro storico e all’interno delle corti quattrocentesche.

La ripresa del mercatino ha generato grande entusiasmo tra gli espositori che per questo primo “nuovo” appuntamento saranno circa una quarantina, pronti a stuzzicare gli appassionati di artigianato, antiquariato, libri antichi, oggetti vintage e appassionati di musica con il ritorno, a grande richiesta, dell’angolo dedicato esclusivamente al vinile all’interno della “Corte del Doro” di Via Roma.

Per gli amanti dell’enogatronomia, il Piazzale Don Barili, di fronte alla sede del Comune, ospiterà banchi con prodotti tipici della Valtellina, della Sardegna, vini dell’astigiano, miele, confetture, formaggi e particolari varietà di gelato artigianale.

Chi vorrà immergersi nell’arte, o semplicemente farsi incuriosire dalla storia che caratterizza e rende unica Castiglione Olona, troverà i famosi monumenti del centro storico aperti e visitabili (Palazzo Branda Castiglioni e [MAP] Museo Arte Plastica dalle ore 10.30-12.30 e 15.00-18.00, il Museo della Collegiata con orario continuato 10.00-18.00) mentre i locali del Pio Luogo, in Piazza Garibaldi, ospiteranno le fedeli riproduzioni in miniatura dei più famosi edifici del paese e della valle Olona realizzati dal castiglionese Mario Albrigi.

Ricordiamo a chi volesse venire alla “Fiera del Cardinale” e visitare il centro storico di attenersi alle indicazioni generali ampliamente diffuse da parte di tutti i mezzi di comunicazione per contrastare e contenere il diffondersi del Coronavirus.




Varese, variazione di bilancio di 340mila euro a favore dei Servizi Sociali

VARESE, 3 luglio 2020-Una variazione di bilancio da oltre 340mila euro per i Servizi sociali. È quanto approvato ieri sera dal Consiglio comunale di Palazzo Estense: la cifra è composta da oltre 236mila euro di fondi regionali e da 110mila che arrivano da “Varese aiuta”, il progetto di mutuo soccorso presentato dal Comune di Varese e a cui possono collaborare privati cittadini, enti e associazioni.

La diversa natura dei fondi comporta anche una differenziazione nel loro utilizzo: se i primi sono infatti vincolati a sostenere famiglie con minori e famiglie particolarmente colpite dalla pandemia da coronavirus, i secondi saranno utilizzati, come anticipato nella presentazione di “Varese aiuta”, per l’assistenza alimentare e nel pagamento degli affitti, nonché per il sostegno alle disabilità e ad altre forme di grave disagio manifestatesi negli ultimi mesi.