Il cammino di Leonardo sulla via dell’ex Ducato di Milano: progetto con 540 km di percorsi

1
628

MILANO, 23 ottobre 2019-L’Associazione Cammino di Sant’Agostino, in sinergia con le istituzioni locali e numerosi Lions Club dei territori coinvolti, in occasione del 500° anniversario leonardesco ha inteso dare vita a un progetto turistico-culturale “emblematico” sul territorio dell’ex Ducato di Milano, denominato “Sentiero di
Leonardo”.

Trattasi di un percorso a piedi di 540 km da percorrersi il 26 giornate di cammino, che collega ad anello – con partenza e arrivo a Milano, tutti i luoghi lombardi, ticinesi e grigionesi connessi a vario titolo alla memoria di Leonardo da Vinci, per celebrarne in modo indelebile la memoria.
L’obiettivo è costituire col Sentiero di Leonardo un forte elemento di attrattiva culturale e turistica “lenta e sostenibile”, in un momento storico in cui la sostenibilità ambientale è più che mai al centro dell’attenzione. Tramite il Sentiero di Leonardo si vuole catalizzare – con le numerose testimonianze
leonardesche dei territori attraversati – l’interesse di un pubblico fruitore che sin d’ora sin d’ora si punta ad avere di tipo sovranazionale (sia europeo che extraeuropeo), considerando che – proprio al fine di rendere il Sentiero di Leonardo un polo attrattivo e di valorizzazione a lungo termine della Lombardia – non a caso il suo percorso transita anche dall’Aeroporto internazionale di Milano Malpensa.
Queste le 26 tappe dei 540 km del percorso: Milano, Gorgonzola, Trezzo sull’Adda, Imbersago, Lecco, Mandello del Lario, Bellano, Colico, Piantedo, Samolaco, Chiavenna, Madesimo, San Bernardino (CH),
Lostallo (CH), Bellinzona (CH), Lugano (CH), Ponte Tresa, Sacro Monte di Varese, Castiglione Olona, Busto Arsizio, Turbigo, Abbiategrasso, Vigevano, Zerbolò, Pavia, Certosa di Pavia, Milano.
I notevoli elementi di interesse delle 26 tappe sono degnamente rappresentati da una guida cartacea, che sarà pubblicata dall’Opificio Monzese delle Pietre Dure il prossimo 4 novembre 2019 a descrivere i due ambiti del percorso di 540 km: il tratto orientale di 240 km da Milano alle Alpi e a San Bernardino, il tratto occidentale e pavese di 300 km, da San Bernardino a Milano. Dal punto di vista dei “grandi emblematici” che caratterizzano il Sentiero, è opportuno almeno riassumere i seguenti:
1. Oltre 50 luoghi storici di diretta memoria leonardesca;
2. 5 siti UNESCO visitati (Milano, Crespi d’Adda, Bellinzona, Sacro Monte di Varese, Castelseprio);
3. Almeno 30 castelli medievali viscontei-sforzeschi;
4. Sette Province lombarde (MI, BG, MB, LC, SO, VA, PV) e due Cantoni svizzeri coinvolti (TI e GR);
5. Il Tema dell’Acqua: 4 Navigli, due grandi fiumi lombardi, il Lago di Como e il Ceresio;
6. Il Tema del Romanico: oltre 40 testimonianze di altissima valenza presenti sul Sentiero;
7. Il Tema delle numerose Ville di Delizia (tra tutte, Villa Melzi a Vaprio che ospitò Leonardo);
8. Il Tema delle Alpi, camminate sino allo spartiacque alpino italo-svizzero, allo Spluga.
Il tutto a valorizzare la figura di Leonardo da Vinci nel lungo periodo in maniera oggettivamente unica e con grande valenza attrattiva, insieme ai tanti aspetti artistici, culturali, paesaggistici e ambientali di Regione Lombardia, rendendola finalmente dotata di uno strumento indelebile, coerente e unitario a testimoniare la presenza per oltre 25 anni sul proprio territorio della grande figura del Genio di Vinci.

image_pdfimage_printStampa articolo

1 commento

  1. Si ma tra dormire e mangiare non deve costare più di 25euro al giorno (vedi cammino di Santiago) se no non sarà mai un richiamo, sopratutto per i giovani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui