Alfieri e Astuti hanno incontrato medici e infermieri ospedale di Circolo e Del Ponte

0
706

VARESE, 12 novembre 2019-Una giornata, ieri lunedì 11, all’insegna dell’incontro con medici e infermieri, quella che il Senatore Alessandro Alfieri ed il Consigliere Regionale in Commissione Sanità della Lombardia Samuele Astuti, entrambi del PD, hanno voluto trascorrere presso gli ospedali varesini, invitati da CittadinanzAttiva gruppo Noi Per l’Ospedale, rappresentati da Daniele Bonsembiante, Giorgio Arca e Nayma Cardoso.

“E’ molto utile la collaborazione con CittadinanAttiva nel rapportarsi con i nostri ospedali, per raccogliere le principali istanze dei cittadini e dei pazienti e per potersi confrontare con gli operatori sanitari sulle principali criticità”, sono state le parole di Alessandro Alfieri.

Alla mattina giro all’Ospedale di Circolo la prima tappa è stata al Pronto Soccorso, dove i due politici, accompagnati dal dott. Andrea Larghi della Direzione Medica, hanno potuto constatare le croniche criticità ed incontrare il prof. Ageno. Seconda tappa ai locali dedicati al progetto Dama, oggi diventati assolutamente insufficienti per ospitare le tante attività sanitarie rivolte alle persone con disabilità. Il dr. Larghi ha fatto presente che è in corso una rivalutazione per allargare gli ambienti.

Dopodichè il gruppo si è spostato in Cardiologia dove li aspettava il prof. De Ponti, per poi proseguire verso la Cardiologia Vascolare e altri reparti.

Al pomeriggio l’attenzione si è spostata all’Ospedale Del Ponte, con la dott.ssa Anna Iadini della Direzione Medica. Il sopralluogo, al quale ha partecipato anche Emanuela Crivellaro de Il Ponte del Sorriso, è partito dalla Cardiologia Pediatrica, rimasta confinata negli angusti spazi del vecchio padiglione ed è continuato in tutti i vari piani, per concludersi nella Neuropsichiatria Infantile.

Si è potuto così verificare come la terza fase sia  indispensabile per garantire il completamento della struttura e di tutti i servizi di cui il polo materno infantile necessita.

“E’ importante una relazione stretta e costante con le associazioni del territorio che si occupano dei nostri ospedali. Il loro lavoro è encomiabile e se non ci fossero non avremmo tutta una serie di servizi indispensabili”, ha dichiarato Samuele Astuti.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui