Emergency compie 25 anni: i volontari di Varese festeggiano con mostra fotografica

0
969

VARESE, 18 novembre 2019-In occasione del 25° compleanno di EMERGENCY i volontari del Gruppo di Varese hanno scelto di celebrare la ricorrenza organizzando una mostra fotografica, che si inaugurerà a Vedano presso il Circolo Vela, il 23 novembre alle ore 17.
Volontari del Gruppo Emergency di Varese illustreranno l’attività che la Associazione
svolge nel mondo ed in Italia.
EMERGENCY nasce a Milano il 15 maggio 1994 con lo scopo di fornire cure medicochirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà. Da allora, siamo intervenuti in 18 Paesi, assistendo
gratuitamente più di 10 milioni di persone.
Ci occupiamo di feriti di guerra: in Afghanistan, dove la violenza ancora non
accenna a diminuire, nei nostri Centri chirurgici per vittime di guerra di Kabul e di
Lashkar-Gah, nel centro chirurgico e pediatrico di Anabah, nei posti di primo soccorso
e centri sanitari sparsi per tutto il Paese; in Iraq, con il Centro di riabilitazione e
reintegrazione sociale di Sulaimaniya, che registra 50 nuovi ingressi ogni mese, o il
Centro sanitario che abbiamo aperto nel campo profughi di Ashti, dove 1 paziente ogni
3 è un bambino sotto i tre anni.
Ma non trascuriamo quelle emergenze che non fanno notizia: la mortalità
infantile in Repubblica Centrafricana, in Sierra Leone, in Sudan con i nostri Centri
pediatrici a Bangui, Goderich, Mayo, Port Sudan; la mortalità materna in Afghanistan,
dove con il nostro Centro di maternità di Anabah effettuiamo 7.000 parti l’anno; la
carenza di personale sanitario locale, attraverso percorsi riconosciuti di formazione e
specializzazione in tutti i nostri progetti.
Facciamo medicina di eccellenza, in Italia come in Africa, dove nel 2010 a
Khartoum, in Sudan, abbiamo aperto il Salam, il primo Centro di cardiochirurgia
completamente gratuito del continente, e dove presto inaugureremo un Centro di
eccellenza in chirurgia pediatrica a Entebbe, in Uganda, realizzato grazie al progetto di
Renzo Piano.
Non lasciamo indietro nessuno: le vittime del sisma dell’Italia centrale, alle quali
forniamo assistenza psicologica grazie a un ambulatorio mobile; gli abitanti delle
nostre periferie, che aiutiamo a orientarsi all’interno del Sistema Sanitario Nazionale;
chi sbarca sulle nostre coste e ha bisogno di primissima assistenza; chi si ritrova
vittima del caporalato agricolo nelle campagne.
I volontari di Varese vi aspettano. Per maggiori informazioni visita
https://eventi.emergency.it/ o scrivi a: volontari.varese@emergency.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui