Coronavirus, nessun problema per donazioni Avis nel varesotto

0
654

VARESE, 25 febbraio 2020-Avis provinciale Varese esorta tutti i donatori di sangue della provincia di Varese a continuare la loro attività di donazione di sangue. «Al momento – precisa Vincenzo Saturni, direttore sanitario di Avis provinciale Varese–  non ci sono restrizioni alla donazione per il nostro territorio e l’attività donazionale non solo non è da sospendere, ma potrà essere necessario potenziarla nei prossimi giorni per sopperire alle sospensioni a scopo precauzionale disposte nelle zone cosiddette “rosse”, ovvero nei Comuni maggiormente interessati dal focolaio dei virus».

Allo stato attuale, per il nostro territorio, chiunque abbia una donazione già programmata, o venga contattato nei prossimi giorni dalla propria Avis per fissarla, può presentarsi senza indugio alcuno all’appuntamento per effettuarla.

I donatori dovranno comportarsi come di consueto per quanto riguarda il criterio di autoesclusione nel caso in cui accusino una sintomatologia di tipo influenzale o nel caso siano entrati in contatto diretto con soggetti confermati o con sintomatologia sospetta.

Si esorta inoltre a dare tempestiva informazione post-donazione, nei 14 giorni successivi alla donazione, in caso di comparsa di sintomi compatibili con COVID-19 o diagnosi accertata.

«Ancora una volta – conclude il presidente di Avis provinciale Varese, Gianpiero Badanai –  si fa appello alla generosità e disponibilità dei donatori, oggi più che mai chiamati a rispettare i loro appuntamenti per la donazione per dare il loro contributo nell’attuale situazione di emergenza».

Per ogni informazione si ricorda di far riferimento alle fonti ufficiali, ovvero ai seguenti siti:

Ministero della Salute Pubblica http://www.salute.gov.it/portale/home.html

Avis Nazionale https://www.avis.it/

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui