Varese come Bilbao: un parco sensoriale nel cuore della cittá dedicato agli anziani

1
1077

VARESE, 8 aprile 2020- di GIANNI BERALDO- 

Un percorso sensoriale, con strutture utili a sviluppare aspetti ludici, cognitivi e sensoriali: insomma un nuovo luogo di svago, ma pure di movimenti ginnici, immersi nella natura. Questo il progetto dal costo di 50mila approvato oggi dalla Giunta, un parco riservato soprattutto agli anziani ma ovviamente aperto a tutti.

Parco che nascerá in un’area ora piuttosto degradata qual’é quella adiacente al minigolf, propaggine dei Giardini Estensi poco conosciuta che comunque é parte integrante dei Giardini Estensi seppur poco conosciuta.

Una bella idea che potrebbe fare rinascree tutta la parte sud dei Giardini esaltando alcune caratteristiche anche a livello botanico, oltre a dare nuova linfa allo stesso minigolf (ora gestito dalla Pro Loco) storica struttura di gioco e svago molto cara ai varesini.

L’idea di questo parco sensoriale é nata da Rosario Ravizza, patron del marchio Openjobemetis che sponsorizzerá parte del progetto (mentre il resto sará ad appannaggio dell’amministrazione comunale), prendendo spunto da un parco simile presente a Bilbao, il parco Amezola, che ogni anno attira migliaia di turisti da tutta Europa.

IL PARCO AMEZOLA DI BILBAO

Lo stesso Ravizza nel presentare l’idea ha identificato un progettista di Borgomanero di sua fiducia, bravo nell’intepretare al meglio questo tipo di spazi ludici e sensoriali.

«Siamo  soddisfatti di questa bella idea e del progetto che nascerá riqualificando un’area divenuta parcheggio abusivo ma che invece é un altro bellissimo angolo del parco poco conosciutto». Dice il vicesindaco Daniele Zanzi che sottolinea che, parlando d sensi, sará un parco particolare anche sotto il profilo degli odori, dei profumi di fiori e altro ancora ritrovabile in natura e che tanto benessere regala (a volte inconsapevolente) all’uomo, nello specifico a persone anziane che hanno bisogno di sentirsi rigenerate non solo fisicamente ma pure nello spirito.

Alberi ai Giardini Estensi di Varese

«Ora attendiamo che ci venga presentato il progetto nella sua completezza poi verranno determinati tempo e modi per inizio lavori».

Zanzi infine aggiunge che «oggi abbiamo tanto bisogno di parlare d’altro come questo bel progetto, cosí la gente potrá focalizzare l’attenzione su qualcosa di piacevole e rilassante». Accontonando per un attimo paure e angoscie per il futuro, aggiungiamo noi.

direttore@varese7press.it

 

 

 

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui