domenica, Maggio 26, 2024
HomeVarese e provinciaGli studenti del "Crespi" di Busto Arsizio raccolgono fondi per l'ospedale

Gli studenti del “Crespi” di Busto Arsizio raccolgono fondi per l’ospedale

BUSTO ARSIZIO, 20 maggio 2020–A poco meno di un mese dalla fine dell’anno scolastico 2019-20, gli studenti dell’istituto Crespi di Busto Arsizio hanno abbracciato l’iniziativa di Annuariscolastici.itMade For School, per mantenere in vita il rito collettivo che ha rappresentato, a partire da fine Ottocento ad oggi, gli anni scolastici di tutti gli italiani: quella della foto di classe. Gli studenti italiani mancano dalle loro aule da due mesi, molti di loro seguono classroom digitali, videolezioni, gruppi di studio su Whatsapp e in questo modo la quotidianitàtrova un suo nuovo equilibrio grazie al digitale: modificandosi, adattandosi, evolvendosi.

La foto di classe èun rito romantico, un amarcord a cui tutti ci abbandoniamo quando ritroviamo le nostre foto di classe nei cassetti, librerie, a fare da segnalibro in un volume che non apriamo da tempo. Made For School Annuariscolastici.it hannofornito agli studenti 2019/20 una possibilitàveloce, smart, di qualitàe in totale sicurezza di avere la loro foto di classe. 

Il rito evolve ma non molla: se prima si trattava di un momento di “posa”, oggi ogni ragazzo è protagonista del ricordo che vuole lasciare nel tempoai suoi compagni.

Si seleziona la propria foto da inserire si decidono insieme le foto più significative dell’anno scattate insieme.

ClassBook e gli YearBook digitali sono già stati richiesti da 180.000 studenti di 88 istituti e altre 3.921 classi singolein tutta Italia.

La voglia di foto di classe è tanta: nei primi 15 giorni di maggio sono oltre 500.000 gli accessi da tutta Italia alla piattaformadigitale.

In Lombardia hanno già aderito circa un migliaio di classi singole e 25 scuole, fra cui gli Istituti:

  • Lussana, Mascheroni, Paleocapa Esperia di Bergamo;
  • Pascal, Fermi, Golgi, Marzoli Manerbio, Salò, Breno e Palazzolo Sull’Oglionella Provincia di Brescia;
  • Giovio di Como;
  • Virgilio diMantova;
  • Berchet, Liceo Linguistico Manzoni, Virgilio, Marconi, Tito Livio, Natta di Milano;
  • E. Da Rotterdam, Levi, Quasimodo, De Nicola di Sesto San Giovanni, San Donato Milanese e Magenta in provincia di Milano;
  • P. Hensemberger, Majorana, Frisi a Monza e Desio, in provincia;
  • Copernico e Omodeo a Pavia e Mortara, in provincia;
  • Crespi a Busto Arsizio(VA).

Per un totale di più di 29.360 studenti coinvolti e fondi già raccolti per gli ospedali di Como e di Busto Arsizio (VA).

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular