Varese cittá sempre piú rock’n’roll suggellato da mozione approvata in Consiglio Comunale

0
1432
Pepe, Tuscano e Croci

VARESE, 4 luglio 2020-di GIANNI BERALDO-

Varese città sempre più rock’n’roll. Fatto ora suggellato ufficialmente anche dall’amministrazione comunale che in Consiglio Comunale ha approvato una mozione -che vedeva come primo firmatario il giovane consigliere del Pd Alessandro Pepe-che richiedendo espressamente che il genere musicale Rock’n’Roll divenga Patrimonio dell’Umanità.

Se la mozione è a firma Pepe, l’idea parte da lontano.

Dalla passione di Pino Tuscano e Fiorenzo Croci, musicisti e ”malati” di musica e gesta (nemmeno tanto metaforiche) di Elvis, Buddy Holly, Chuck Berry, Bill Haley, Jerry Lee Lewis e molti altri che hanno fatto la storia del rock e rockabilly.

Movimento e musica tramutatesi pure in un bel libro scritto da Croci intitolato ”Movimento d’anca”, divenuto pure il brand di una sorta di associazione grazie alla quale Tuscano (politico del pd, musicista e organizzatore di concerti) e altri appassionati sono riusciti nell’impresa di far attecchire negli ultimi anni alla sonnolenta Varese, la passione per il rocknroll con diverse manifestazioni e concerti degni di attenzione.

Varese quindi sempre più gemellata con Cleveland e Memphis dove tutto è nato.

Ma non basta. Anzi, ora arriva il bello.

Pino Tuscano

«Forse non ci si rende conto della portata relativa all’approvazione di questa mozione, che si inserisce nel solco musicale e culturale della città in modo importante», dice Tuscano durante la presentazione alla stampa insieme a Croci e Pepe, svoltasi nel bel giardinetto del bar Globe a Varese.

Tuscano, personaggio noto per la sua passione per il rock’n’roll (attualmente ricopre il ruolo di Presidente dei Dopolavori Ferroviari Lombardia), si infervora quando si tocca il tasto rocknroll ma anche della musica più in generale ricordando che questa iniziativa serve anche a ricordare quanta gente in Italia (ma non solo) vive di e per la musica: dagli artisti, ai promoter, dagli addetti ai palchi ai tecnici, agenzie di stampa alle varie maestranze, insomma un microcosmo ora in grave difficoltà causa coronavirus.

Forse, questa bella iniziativa suggellata pure dal consiglio comunale, potrebbe servire ad aiutare i numerosi addetti ai lavori in ambito musicale,  visto che la proposta di far divenire la musica Rock”n’ Roll patrimonio dell’Umanità a breve verrà presentata pure al ministro della Cultura Dario Franceschini, in modo tale che l’eco della proposta possa propagarsi a livello mondiale in modo più efficace.

Da ricordare che questa idea era già arrivata in Senato grazie alle ambasciate del senatore varesino Gianluigi Paragone (musicista rockettaro ora nel gruppo misto e prima in M5S) e dell’immarcescibile ex ministro Roberto ”Bobo” Maroni, che di musica se ne intende visto i suoi retaggi anche come musicista e grande divulgatore della musica rock, soul e blues.

Fiorenzo Croci

E chi se ne intende del genere é ovviamente Croci « Il sogno sarebbe quello di realizzare un grande festival rock’n’roll a Varese sullo stile di quello che ogni anno si svolge a Senigallia richiamando migliaia di persone da tutta Europa, ma sono conscio che rimarrà tale per una mera questione economica: senza investitori che credano nel progetto, non si va da nessuna parte. Però dobbiamo almeno sfruttare il festival di Senigallia come amplificatore a livello mondiale della nostra proposta: il rock’n’roll deve diventare patrimonio dell’umanità’».

Un plauso al consigliere Pepe che a questa originale proposta ci ha sempre creduto «In questo momento storico così difficile l’idea era quella di tenere alta l’attenzione sulla musica dal vivo perché molti musicisti sono in grande difficoltà, In consiglio comunale abbiamo votato a favore di questa mozione anche perché l’iniziativa è volta a creare eventi culturali accompagnati da buona musica, tutto utile a tenere alta l’attenzione nei confronti della nostra città».

Tra gli eventi in programma a partire dal prossimo mese di settebre, alcune presentazioni di libri a tema con corollario musicale.

Alessandro Pepe

‘È passato molto tempo dall’ultima volta che ho fatto rock and roll.È passato molto tempo da quando ho fatto la passeggiata.

Ooh fammi riprenderlo, fammelo riavere.

Fammelo riprendere piccola da dove vengo”.

Questo il testo di ”Rock and Roll (Fais-Do-Do)” di Carl Perkins, Jerry Lee Lewis, Roy Orbison & Johnny Cash, sperando sia di buon auspicio perché Varese diventi una delle cittá simbolo del rock’n’roll.

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui