La Lega dei Ticinesi soddisfatta del risultato referendario contro lavoratori stranieri

0
304
Lega dei Ticinesi soddisfatta del risultato (foto da Mattinonline.ch)

BELLINZONA, 28 settembre 2020- Nonostante la sconfitta su scala nazionale soprattutto sul punto referendario che riguardava la limitazione di lavoratori stranieri provenienti da altri Paesi stranieri (frontalieri e non), la Lega dei Ticinesi si dice soddisfatta considerato che il SI’ ha comunque vinto nel Canton Ticino (unico Cantone in tutta la Svizzera), segnale importante evidenziato pure da un comunicato emesso oggi dalla stessa Lega dei Ticinesi che riportiamo:

La Lega dei Ticinesi prende atto con soddisfazione dell’esito della votazione in Ticino sull’iniziativa per la limitazione.

Per l’ennesima volta, la maggioranza dei ticinesi, sostenendo l’iniziativa, ha rifiutato la devastante libera circolazione delle persone senza limiti voluta dalla partitocrazia, che ha avuto effetti deleteri sul mercato del lavoro, sulla sicurezza, sull’ambiente, sulla viabilità, sulle assicurazioni sociali.

Anche in quest’occasione, Lega e Udc si sono dimostrate le uniche forze politiche schierate dalla parte della maggioranza dei ticinesi su un tema fondamentale per il futuro del Cantone e della Nazione quale sono i rapporti tra Svizzera ed UE.

E per l’ennesima volta la partitocrazia euroturbo PLR-PPD-PS-Verdi – che per settimane si è prodotta, assieme ai media “mainstream” e alle lobby padronali e sindacali, in un’allarmante operazione di diffusione di “fake news” terroristiche e di lavaggio del cervello ai cittadini a sostegno della libera circolazione – è stata sconfessata dall’elettorato.

Si spera pertanto che i cittadini anche alle elezioni sosterranno quelle forze politiche che difendono gli interessi del Ticino e dei ticinesi. A maggior ragione sui temi fondamentali per il futuro del Cantone e della nazione quali sono i rapporti con L’UE. Se invece si continua a premiare elettoralmente chi fa proprio il contrario – a partire dagli esagitati climatici – poi serve a poco lamentarsi.

Lega dei Ticinesi

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui