Il virus a Varese non ferma la Lega: Maroni incontra rappresentanti del centrodestra nella sede del Carroccio

0
463
Angioy (in primo piano) immortala l'incontro avvenuto questa mattina

VARESE, 31 ottobre 2020- di GIANNI BERALDO-

Nemmeno il Covid ferma la Lega di Varese. D’altronde lo spirito tenace e combattivo dei suoi rappresentanti ha sempre contraddistinto il partito fondato da Umberto Bossi a metá degli anni Ottanta.

Ad accompagnare il senatur fin dai primi tempi troviamo Roberto Maroni, lo stesso che nel giro di qualche decennio ha poi ricoperto ruoli importantissimi nella politica nazionale.

Il ”Bobo” appunto. Pur distante dai riflettori (per scelta) l’ex Governatore della Lombardia non ha mai abbandonato la politica attiva, spesso dedicandosi al suo territorio e alla sua Varese. Attualmente ricopre il ruolo di consigliere comunale nel capoluogo di provincia, ma pronto a lanciare una nuova importante sfida essendo il candidato sindaco per la coalizione di centrodestra nelle prossime elezioni amministrative previste nel 2021.

Dopo aver dichiarato la sua disponibilitá, Maroni non ha perso tempo sapendo quanto é irta e non priva di difficoltá la strada che potrebbe riportare la Lega e tutta la coalizione ai vertici della politica cittadina dopo 5 anni ad appannaggio del centrosinistra con la sorpresa Davide Galimberti, sindaco del Pd con non aveva nessuna esperienza pregressa a livello politico.

Roberto Maroni

Di colpi di scena e di sorprese questa volta la Lega non ne vuole proprio sapere: il sindaco deve essere un loro rappresentante annullando quel fastidioso (a detta loro) status quo di questi ultimi anni.

Dopo i primi colloqui informali avvenuti nelle scorse settimane, questa mattina alle 11 nella sede della Lega Maroni ha convocato i vari rappresentanti del centrodestra varesino come Salvatore Giordano di Fratelli d’Italia, il consigliere regionale Giacomo Cosentino e quello comunale Stefano Clerici di Lombardia Ideale, Domenico Battaglia e  Simone Longhini (capogruppo in Consiglio comunale) per Forza Italia e l‘assessore regionale Raffaele Cattaneo in rappresentanza dll’Udc.

«E’stato un primo interessante incontro conoscitivo con il candidato sindaco-ci dice Cristiano Angioy commissario cittadino della Lega-. Incontro utile per snocciolare e intavolare argomenti e discussioni».

Angioy sottolinea che ovviamente sono ancora incontri semi ufficiali «in realtá vi saranno i ”soliti” riti interni dove ognuno dei coordinatori cittadini andrá a parlare con i suoi. Poi, covid permettendo, vi sará l’ufficializzazione della candidatura Maroni che verrá dichiarata con tutti i rappresentanti della coalizione».

Comunque vada sará una campagna elettorale molto interessante e vivace tra due personaggi (l’altro chiaramente é Galimberti che ha giá ufficializzato la sua ricandidatura) che in fondo si temono ma nel contempo si stimano.

Speriamo nel frattempo cambi pure lo scenario pandemico che vede Varese triste protagonista nazionale come numero di contagi.

Dati in continua ascesa con un trend che, se confermato anche nei prossimi giorni, porterá quasi certamente ad una sorta di lockdown locale.

direttore@varese7press.it

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui