Sono 600 i pazienti Covid ricoverati nelle strutture sanitarie della Asst Settelaghi Varese: in totale oltre mille da inizio nuova ondata

0
286
Infermieri e medici impegnati nell'assistenza a paziente Covid

VARESE, 13 novembre 2020-di ELENA MALNATI-

Sono più di mille i pazienti affetti da Covid-19 ricoverati e curati nelle strutture dell’ASST Sette Laghi nell’ultimo mese (dati inviati dall’ufficio stampa dell’azienda sanitaria varesina).

Numeri incredibili che testimoniano la gravitá della situazione per chi ancora non l’avesse percepita.

Più di mille pazienti che sono stati ricoverati negli Ospedali di Varese, di Angera, di Luino, di Tradate e di Cuasso , con personale sotto stress, a volte sotto organico, ma decisamente preparato per la situazione.

Senza contare ovviamente dati relativi a ricoveri di ospedali di competenza della Asst Valle Olona come Busto Arsizio o Gallarate ad esempio.

Rispetto alla prima ondata pandemica che non aveva colpito in maniera cosí importante la nostra provincia, con gli ospedali del territorio in grado di accogliere soprattutto pazienti provenienti da altre provincie lombarde dove gli ospedali erano in sofferenza, ora le cose sono cambiate con tutti i nosocomi varesini e varesotti impegnati ad accogliere pazienti soprattutto del nostro territorio.

Medici al lavoro in Ospedale Fiera Milano

Nel dettaglio – il dato è aggiornato a ieri – sono 1017 pazienti covid assistiti nell’ASST Sette Laghi a partire dal 12 ottobre scorso, quando la ”seconda ondata” ha iniziato a manifestarsi con forza.

Di questi mille e più pazienti, oltre 600 sono quelli attualmente ricoverati.

Insomma un risultato straordinario, frutto di uno sforzo organizzativo enorme che prosegue, con l’obiettivo di continuare a dare assistenza e cura a tutti colori che ne avranno bisogno.

Da segnalare inoltre che l’Ospedale Covid Circolo di Varese insieme a quello di Busto Arsizio sono tra i 7 presidi ospedalieri lombardi che hanno inviato nelle scorse settimane in Ospedale Fiera, personale qualificato composto da medici e infermieri, supportando in tal modo il grande sforzo gestionale e organizzativo della neonata struttura sanitaria milanese dedicata esclusivamente a ricoveri di gravi pazienti Covid.

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui