Rho, riapre lo sportello “Qui ora e per tutti” promosso dall’associazione di volontariato “Fare diversamente”

0
609

RHO, 3 dicembre 2020-A partire dal 5 dicembre sarà ri-attivato in modalità telefonica, il servizio di orientamento al volontariato promosso dall’Associazione di Promozione Sociale “Fare Diversamente”.
Un progetto reso possibile anche grazie alla stretta collaborazione con #OltreiPerimetri, con il Consiglio della Solidarietà Sociale e del Volontariato del Comune di Rho, e il sostegno del Bilancio Partecipativo “Dirò la mia 2018”.
Obiettivo del servizio “Qui e Ora” è quello di offrire ai cittadini di Rho informazioni, consigli e contatti mirati per far sì che gli stessi entrino in comunicazione consapevole con le Associazioni del territorio, diventando cittadini attivi, partecipi e informati.
Ispirato da principi di solidarietà, condivisione e giustizia, lo Sportello vuole essere un punto di riferimento per i cittadini del Rhodense, per condividere informazioni sulle opportunità di volontariato locali attive nel campo sociale, sportivo, culturale, educativo, ambientale e della salute, favorendo l’inclusione, la partecipazione, l’incontro e l’apertura.
Lo Sportello telefonico “Qui e Ora” è un servizio gratuito attivo dal lunedì al sabato, dalle 17.00 alle 19.00
– chiamando il numero 320 39 42 144
– scrivendo all’indirizzo email: coordinamento@farediversamente.it
“Quest’anno, così fortemente caratterizzato dall’epidemia da Covid-19, ha fatto emergere ancora di più l’importanza del volontariato e della generosità di chi offre agli altri il proprio tempo – commenta l’Assessore ai Servizi socio-assistenziali, Nicola Violante -. Ritengo quindi pregevole il riavvio dello sportello di orientamento al volontario “Qui e Ora”, che si pone l’obiettivo di offrire una guida a chi vuole dedicare il suo tempo libero per favorire lo scambio, l’arricchimento reciproco e
l’inclusività all’interno della nostra comunità. Questa iniziativa rientra nel più ampio progetto “Solo per tutti” che è risultato tra i vincitori del Bilancio Partecipativo Dirò la mia 2018, a testimonianza dell’apprezzamento dei cittadini per queste azioni”.
Cos’è “Fare Diversamente APS”?
È un’associazione rhodense da anni impegnata in attività di promozione delle realtà socioculturali locali attraverso il sito farediversamente.it che crea sinergie tra chi già vi opera e chi desidera
diventarne parte attiva. La modalità di azione è quella dell’incubatore sociale: “Guardiamo le PERSONE come RISORSE che crescono insieme al proprio territorio, cerchiamo idee e raccogliamo bisogni dai cittadini, costruendo insieme proposte innovative, utili e preziose per la comunità.”
Cos’è Solo per tutti?
È un progetto vincitore del Bilancio Partecipativo Dirò la mia 2018 del Comune di Rho che
unisce persone di diversa età e provenienza (sociale, culturale e relazionale) creando spazi di inclusione e di cittadinanza attiva tramite strumenti artistico-espressivi, attività creative,
formative, terapeutiche e gruppi di auto-mutuo aiuto, favorendo la vitalità e le possibilità
offerte da spazi già attivi sul territorio.
I RISULTATI DEL PROGETTO
“Solo per tutti” ha permesso, grazie alla stretta collaborazione con #Oltreiperimetri e col Comune di Rho, di attivare:
• Due gruppi di auto-mutuo aiuto per genitori di minori con sindrome dello spettro autistico
“Insieme per un sorriso” a cui partecipano 22 famiglie
• Un laboratorio di comunità “Leggi che ti passa”, formato da 15 lettori ad alta voce, che ha
regalato e continuerà a regalare letture in diversi contesti sociali e che sta attualmente offrendo il servizio di letture a distanza “Che storia!” fondamentale in questo momento di maggiore isolamento dovuto al COVID, supportando anziani, famiglie con bambini, e centri residenziali per persone con disabilità
• Una compagnia teatrale formata da 15 persone “Compagnia Schiacciapensieri” che coinvolge volontari e persone con fragilità sociale
• Un servizio di orientamento al volontariato “Qui e Ora” gestito da 10 volontari
Il progetto ha offerto numerose altre opportunità gratuite di socialità e scambio:
• Un laboratorio intergenerazionale di esplorazione fotografica che ha coinvolto 10 pensionati e 8 studenti dell’ITC E. Mattei di Rho
• 30 incontri di musicoterapia a cui hanno partecipato 42 bambini e 30 genitori
• 12 laboratori genitori-figli a cui hanno preso parte 15 famiglie
• Uno spettacolo teatrale con oltre 200 partecipanti
Abbiamo inoltre offerto voucher per la “cura del sé” e per opportunità culturali e rigenerative a 20 famiglie in condizioni di difficoltà economica.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui