Corruzione nel carcere di Busto Arsizio, interviene il sindacato SPP: “Bisogna introdurre norme severissime”

0
764

BUSTO ARSIZIO, 14 dicembre 2020-In merito alla vicenda riguardante atti di corruzione avvenuto nel carcere di Busto Arsizio che vede coinvolte 7 persone, interviene Aldo Di Giacomo segretario generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria: “ L’episodio di Busto Arsizio non è sicuramente un episodio
isolato, è di pochi mesi fa la notizia dell’arresto di un Direttore di un carcere calabrese
che avrebbe favorito dei detenuti. Bisognerebbe introdurre norme severissime per
contrastare un fenomeno che è sicuramente allarmante e che mette nuovamente a
nudo tutta la fragilità del sistema carcerario. Su questo avvenimento riscontriamo
molta attenzione e sensibilità da parte del Capo del D.A.P. e dal suo vice TARTAGLIA”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui