Medici specializzandi, in arrivo la premialità prevista dalla legge regionale

0
492
De Castillo con il consigliere regionale Monti

MILANO, 9 febbraio 2021 – “Continua l’interlocuzione fra Regione Lombardia e i medici specializzandi. Ho incontrato, insieme ai tecnici della DG Welfare, il Presidente dell’associazione Medici Specializzandi della Lombardia, Gabriele Del Castillo, per fare il punto della situazione sulla premialità prevista dalla legge regionale approvata lo scorso anno. Dopo ritardi, causati dall’impegnativa assurda e strumentale del Governo, a maggio gli studenti vedranno riconosciuto il bonus in detrazione al pagamento della seconda rata”.

Lo annuncia Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia, a margine dell’incontro fra i tecnici della DG Welfare e i rappresentanti degli specializzandi.

“Ho seguito con grande interesse il percorso di interlocuzione con i medici specializzandi che era scaturito nell’approvazione di un progetto di legge, tramite il quale Regione Lombardia riconosceva una premialità economica a tutti gli studenti specializzandi impegnati in prima linea contro il Covid-19. L’incontro di oggi con la dottoressa Palmieri, referente della Dg Welfare per il personale, e Gabriele Del Castillo, Presidente di MeSLo, è stato molto importante ed è stata l’occasione per verificare lo status della premialità prevista dal progetto di legge, di cui ero stato relatore, dopo che il Governo aveva impugnato parte di esso” spiega Emanuele Monti.

“Grazie all’interlocuzione positiva degli uffici della DG Welfare con i Ministeri dell’Economia, dell’Università e della Salute e a fronte della lettera inviata dal Presidente Fontana al Ministro Boccia, segnalando l’accordo per la riscrittura della legge, si è trovato il modo per sbloccare la situazione, ratificato ufficialmente dal Consiglio dei Ministri di oggi” argomenta Monti.

“Parte così un iter regionale, con semaforo verde anche del Governo, che vedrà la correzione della legge regionale.  Regione Lombardia, che si sta già muovendo per l’accordo quadro con le Università, riuscirà finalmente a deliberare l’assegnazione delle risorse previste in legge. Si parla di 2.000 specializzandi il Lombardia che riceveranno queste risorse tramite la detrazione dalla seconda rata della retta di maggio” aggiunge il Presidente della Commissione Sanità.

“Sono quindi soddisfatto – conclude – della grande collaborazione tra Regione Lombardia e MeSLo. La prossima partita, su cui stiamo già lavorando, sarà sulle vaccinazioni contro il Covid-19. Il Governo sembra ignorare le nostre richieste ma è necessario riflettere sull’impiego dei 7.000 vaccinatori che rischiano di rimanere fermi in panchina per colpa di Conte e Arcuri”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui