Intra, al via i lavori per il pontile di attracco per imbarcazioni da diporto anche a propulsione elettrica,

0
485
Rendering di come sarà il lavoro finito

INTRA, 22 febbraio 2021-Con la consegna del cantiere alla ditta vincitrice dell’appalto, partiranno nei prossimi giorni (lunedì 1 marzo) i lavori per la realizzazione di una nuova struttura di attracco al servizio delle unità da diporto in navigazione, anche con propulsione elettrica, sulle acque del Lago Maggiore, per sosta temporanea presso il “Porto Vecchio” di Intra del Comune di Verbania.
La soluzione, dal costo di 94 mila euro, recepisce e sviluppa le richieste volute dall’Amministrazione Comunale in merito alla necessità di un dotare il sito di una nuova infrastruttura deputata all’approdo e alla sosta temporanea di imbarcazioni, permettendo questo in maniera accessibile, sicura, sostenibile e a basso impatto ambientale.
Questo intervento – dichiara il sindaco Silvia Marchionini – si inserisce in un quadro più complessivo di interventi a Intra che prevede anche la riqualificazione di piazza Ranzoni e del lungolago di Intra (con progetti che presenteremo nei prossimi mesi) e i lavori sugli attraversamenti pedonali di C.so Mameli partiti settimana scorsa”.
Il nuovo pontile – sottolinea l’assessore all’ambiente Giorgio Comoli – fa parte del progetto più complessivo (denominato Mobster) sulla mobilità elettrica da noi presentato e che vede, oltre al nuovo pontile l’acquisto di una barca elettrica da utilizzare presso la Riserva Naturale di Fondotoce e sulla foce del Toce (che sarà consegnata nei prossimi mesi), nonché l’installazione in città di dieci punti di ricarica per auto e bici elettriche, già avviate in questi giorni”.
Il porto offre oggi – conclude l’assessore ai lavori pubblici Nicolò Scalfi – complessivamente circa 90 posti per imbarcazioni e natanti, di cui 30 presso un pontile galleggiante, ed i rimanenti in adiacenza allo scivolo interno del molo; per il nuovo ormeggio si prevede la realizzazione di un nuovo pontile galleggiante posto parallelamente alla banchina di accesso a terra, prevedendo una passerella di accesso della lunghezza di circa 10 m e larghezza m 2,30, con doppio corrimano laterale, collegato al pontile galleggiante formato da un elemento modulare della lunghezza complessiva di circa 12 m e larghezza m 2,30. Inoltre verrà predisposta l’installazione di una stazione di ricarica elettrica rapida consistente in pozzetto a terra di consegna alimentazione elettrica e cavidotto sino al pontile galleggiante”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui