Lago di Varese balneabile a partire dal 2023: un sogno che diventa realtà

0
460
VARESE, 7 maggio 2021– “Ho partecipato all’incontro dell’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale relativo al Lago di Varese. Ci siamo confrontati con i tecnici sul percorso di riqualificazione che sto seguendo da diversi anni e a cui sono particolarmente legato. I dati sono positivi e in costante miglioramento, grazie al prelievo ipolimnico che ripulisce in maniera efficace le acque e grazie anche alla preziosa attività di Alfa nella riduzione degli scarichi che, come sappiamo, rappresentano la causa principale d’inquinamento. Sono orgoglioso dello stato d’avanzamento di questa progettualità, nata grazie al mio ordine del giorno al Bilancio 2018 attraverso il quale si diede vita all’Aqst e un primo stanziamento di 2,5 milioni di euro. Con successivi rifinanziamenti, nel giro di tre anni, sono onorato di aver ottenuto per il Lago di Varese circa 10 milioni di euro”.

Così Emanuele Monti, consigliere regionale della Lega, a margine della riunione dell’Aqst del Lago di Varese.

“Il sogno – aggiunge Monti – di rendere il Lago balenabile entro il 2023 è a portata di mano, lo confermano i dati”.

 La riunione in videoconferenza presieduta dall’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha visto la partecipazione di Provincia, Comuni, atenei ed enti scientifico-sanitari nonché tutti gli altri enti sottoscrittori coinvolti nell’Aqst. Durante la riunione si è analizzato lo stato di avanzamento delle attività intraprese dalle diverse istituzioni coinvolte nel processo di risanamento del Lago.

L’assessore Cattaneo spiega l’attivitá dell’impianto

“Quello che sembrava impossibile quando abbiamo iniziato questo lavoro – annuncia l’assessore Cattaneo – sta diventando una prospettiva realistica, confermata dai dati. Il monitoraggio che stiamo conducendo con Ats sta dando riscontri positivi e conferma l’assenza di fattori che impediscono la prospettiva di una balneazione a breve. Dobbiamo continuare il lavoro al fine di garantire la balneabilità del lago, ma stiamo andando verso una possibile conferma della balneabilità nel 2023, in linea con gli impegni assunti”.

“Il risanamento del Lago di Varese sta procedendo in linea con il cronoprogramma – spiega l’assessore all’Ambiente e Clima – e sta portando a risultati confortanti. È stato censito oltre il 70% della rete fognaria che afferisce sul lago di Varese. L’impianto di prelievo ipolimnico ha permesso di asportare 2 tonnellate di fosforo, corrispondente al 60% del carico interno, che per il nostro Lago rappresenta un risultato molto positivo. Inoltre, l’impianto non ha prodotto impatti ambientali negativo sul Bardello e sul lago Maggiore. Grazie alla presenza delle boe limnologiche gestite da Arpa possiamo monitorare sistematicamente e in tempo reale la qualità delle acque del Lago”.

“A luglio – conclude l’assessore – vorremmo organizzare, come abbiamo fatto lo scorso anno, un evento pubblico per presentare e condividere con i cittadini l’avanzamento dei lavori di risanamento del Lago. Se le condizioni lo consentiranno, lo faremo in presenza”

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui