Protezione Civile al fianco di Trenord per fornire aiuto in caso di gravi calamitá

0
272

MILANO, 29 giugno 2021-La Protezione civile della Regione Lombardia offrirà supporto a Trenord in caso di episodi critici significativi dovuti a guasti, incidenti o interruzioni della circolazione per eventi meteo particolarmente intensi.

Trenord, da parte sua, metterà a disposizione del sistema di  Protezione Civile regionale  mezzi di trasporto, ambienti, staff e offrirà supporto anche per attività di previsione e prevenzione, come esercitazioni o comunicazioni di pubblica utilità.

Questo l’obiettivo della convenzione illustrata in conferenza stampa dagli assessori regionali Claudia Maria Terzi (Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile), Pietro Foroni (Protezione civile e Urbanistica) e l’amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri.

La sinergia tra le due realtà si realizzerà anche con attività di formazione ed esercitazioni congiunte in ambito ferroviario e sul territorio.

ASSESSORE TERZI: ALTRO PASSO VERSO EFFICIENTAMENTO DEL SERVIZIO – “L’accordo odierno – ha detto Claudia Maria Terzi – rientra a pieno titolo nelle azioni messe in campo per l’efficientamento del servizio. Strutturare una sinergia fra Trenord e Protezione civile significa mettere in atto tutte le premesse per una gestione il più

Claudia Terzi

possibile rapida ed efficiente delle emergenze, che, come noto, non sono necessariamente imputabili all’azienda che esercisce il servizio: possono dipendere da problemi all’infrastruttura ferroviaria, da calamità naturali, dalle più svariate cause di forza maggiore. E’ però sempre fondamentale intervenire tempestivamente per prestare assistenza ai cittadini. L’intesa andrà a migliorare e ottimizzare questo aspetto decisivo”.

Per garantire l’efficacia e la tempestività degli interventi, sarà progressivamente implementata la condivisione di informazioni e di notizie di allerta relativa a rischi naturali che possano pregiudicare il regolare svolgimento del servizio tra le rispettive Sale Operative.

ASSESSORE FORONI: SVILUPPARE MODELLI CONDIVISI DI INTERVENTO – “Con questa convenzione – ha aggiunto Foroni – ampliamo il perimetro della collaborazione istituzionale con i gestori dell’infrastruttura ferroviaria, consentendo così una misura

Pietro Foroni

integrata delle attività di Protezione civile sulla maggior parte della rete ferroviaria regionale. L’accordo mira a sviluppare modelli condivisi di intervento per la gestione delle emergenze, favorendo l’interazione con gli altri gestori di infrastrutture critiche attraverso l’attivazione delle organizzazioni di volontariato territoriali e un maggior supporto nelle attività di coordinamento operativo. Tra gli ulteriori interventi predisposti, grande attenzione viene riservata alla formazione degli operatori di Regione e Trenord per migliorare l’intervento in caso di necessità e la realizzazione di esercitazioni congiunte per verificare le procedure d’azione. Questa operazione conferma la nostra volontà di rafforzare la collaborazione nel campo della Protezione civile con il Gruppo Ferrovie, allo scopo di garantire il miglioramento e la prevenzione delle situazioni a rischio idrogeologico e delle infrastrutture critiche”.

MARCO PIURI: PROTEZIONE CIVILE È SINONIMO DI QUALITÀ –  “La Protezione Civile – ha concluso Piuri – è per tutti sinonimo di qualità, dedizione e vicinanza. La Protezione Civile c’è sempre quando si presenta un bisogno. I suoi uomini, le decine di professionisti e le centinaia di volontari sono un vanto per la Lombardia e il Paese. E

Marco Piuri

siamo convinti che, anche in ferrovia, nei casi di gravi emergenze, la loro presenza al nostro fianco sarà garanzia di assoluta qualità e attenzione verso i nostri viaggiatori. Inizia adesso il grande lavoro di reciproca collaborazione: condivideremo informazioni, programmeremo interventi e ci prepareremo ad affrontare insieme e tempestivamente eventuali criticità sulla rete ferroviaria o emergenze dovute ad eventi inattesi o calamitosi. Insieme abbiamo uomini e mezzi per affrontarli

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui