Successo per l’incontro pubblico al Circolo di Capolago con i candidati sindaco: ”Ora speriamo mantengano le promesse”

0
288

VARESE, 13 settembre 2021- di GIANNI BERALDO-

Quattro domande a giro, un’ora e mezza in totale, sette candidati sindaco.

Questo il variegato ‘menu’ politico che presentava questa sera l’incontro pubblico organizzato dagli amici del Circolo di Capolago, sotto la supervisione della presidente Elisa Carcano.

Un incontro molto ben fatto, con grande partecipazione di pubblico che ha occupato tutti i tavoli a disposizione dell’area all’ingresso, mentre l’altra sala era riservata ai protagonisti del dibattito e per i giornalisti.

Incontro trasmesso in diretta anche sui vari canali social.

Insomma un successo. Tutto questo determinato chiaramente dai temi trattati dai singoli candidati: Davide Galimberti per la coalizione di centrosinistra, Matteo Bianchi per il centrodestra, Carlo Alberto Coletto per Azione, Giuseppe Pitarresi per Sinistra Alternativa, l’unica candidato donna Caterina Cazzato per Noi Civici, Daniele Zanzi per Varese 2.0 e Francesco Tomasella che rappresenta la destra pura con Varese Libera.

In poco tempo sono stati discussi con passione temi importanti per la cittá cosí come le sue aree periferiche, il tutto ben coordinato dal giornalista Matteo Inzaghi.

Caterina Cazzato, unica candidato sindaco donna a Varese

Qualche accalorato intervento su passaggi specifici come cura dell’ambiente e il contraltare degrado cittadino, cosí come si é discusso sui cantieri ancora in essere presenti in cittá.

L’ultima domanda riguardava proprio le richieste dei cittadini residente a Capolago, da anni in attesa di parcheggi e di tutte quelle condizioni primarie che possano vivere bene in una dei rioni periferici più belli ma spesso non preso in considerazione.

Sui parcheggi Zanzi ha una sua idea di recupero di un’area dismessa che potrebbe rientrare in un progetto più ampio anche di tipo ambientale, oltre a valorizzare opere d’arte presenti a Capolago e poco conosciute se non dai residenti.

Coletto invece punta il dito sulla banda larga e connessioni veloci, pensando a Capolago capofila di un progetto pilota estendibile poi su Varese città, attingendo fondi proprio dal Pnnr (Piano Nazionale di ripresa e resilienza). Di banda larga ne parla pure Bianchi con l’obiettivo di portarla a breve anche in questo rione.

Se Galimberti ha affrontato tutti i temi sul tavolo snocciolando dati, cifre e progetti realizzati e realizzabili anche per Capolago, Pitarresi non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione per rimarcare come <<Vi sono dei candidati appoggiati da 7/8 liste, questo meccanismo lo definirei come una sorta di estorsione di voti, Chi vuole diventare sindaco e consigliere comunale deve guadagnarselo senza aiuti di questo tipo>>.

Residenti che lamentano pure il fatto di non esser stati ancora raggiunti dalla fibra per collegamenti veloci e oggi essenziali per tutte le operazioni online. Oltre al problema sicurezza del cimitero con continui vandalismi e furti.

I candidati ovviamente si sono spesi in promesse utili a garantire la soluzione di questi e altri problemi. Poi si vedrá.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui