Firmato il “Patto locale per la lettura della Città di Varese”

0
270

VARESE, 24 settembre 2021-Firmato il “Patto locale per la lettura della Città di Varese”, uno strumento che si prefigge di creare una sinergia tra il Comune di Varese e i protagonisti della filiera del libro presenti sul territorio. Un accordo dalla durata triennale, rinnovabile, che coinvolge diverse realtà della città dedicate alla promozione della lettura.

Diversi i soggetti che questa mattina si sono trovati nella Biblioteca Civica di Varese per sottoscrivere il Patto Locale per la Lettura: APS Drao Arteatro,Teatro dei Burattini di Varese, Asilo Infantile di Giubiano “L. Malnati, E. e S. Macchi,P. Nidoli” Associazione ComicArte, Varese Associazione Coopuf Iniziative Culturali, Centro di Ricerca in “Mass media e società: storia e critica dell’opinione pubblica” dell’Università degli studi dell’Insubria, Comitato Guido Morselli, il genio segreto, Cooperativa Sociale NATURart , Edizioni Il Vento Antico, Fondazione Scuola Materna A. M. e G. B. Dall’Aglio, Il Millepiedi Onlus , I.P.S.S.C.T.S. “L. Einaudi” , Istituto Comprensivo Varese 4 “Anna Frank”, Istituto Superiore Statale “A. Manzoni”, Libreria Libraccio Piazza XX Settembre, Libreria “Potere ai Bambini” , Liceo Classico Statale “E. Cairoli” ,Progetto Zattera A.p.s. Società, Cooperativa Sociale Totem Onlus, Ufficio Scolastico Provinciale.

A compendio del patto, la ricerca attivata grazie al coordinamento della Biblioteca Civica di Varese, con l’intento di raccontar qual è la scintilla che può far germogliare il piacere di leggere. E’ stato chiesto infatti ai varesini quali sono le abitudini di lettura, le scelte e motivazioni che portano a coltivare il piacere di leggere e anche come vorrebbero fosse la loro biblioteca ideale, come spazio dove il pensiero e l’immaginazione possano crescere.  La ricerca “Diventare lettori: percorsi per imparare ad amare le storie degli altri”, realizzata nell’ambito del progetto “The Readers, gli ambasciatori della lettura”, promosso dalla Biblioteca del Comune di Varese e finanziato da CEPELL e dal Ministero della Cultura all’interno del Bando “Città che legge”, è basata su venticinque interviste rivolte a “lettori forti” della biblioteca di Varese, selezionati e campionati.

Ne è emerso che lettori si diventa: si impara a scegliere i libri giusti, a capire quale libro sia adatto a un particolare momento della vita, chi ci può dare i consigli migliori, quale supporto sia preferibile per le nostre esigenze, soprattutto quali forme di benessere si possano sperimentare e condividere. Raccogliere e comunicare questi percorsi, mutevoli e talvolta irrazionali, di cui hanno poca consapevolezza anche gli stessi lettori, può costituire una risorsa utile alla promozione della lettura e a favorire la sempre più preziosa connessione con le storie degli altri.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui