Salvini a Varese tra un caffè, una visita al mercato cittadino e qualche battuta sul Milan

0
232
Bianchi con Salvini oggi in Piazza Montegrappa

VARESE, 14 ottobre 2021- di GIANNI BERALDO-

Il ritorno odierno di Matteo Salvini a Varese non sappiamo se sia stato più di aiuto al candidato della Lega Matteo Bianchi (al ballottaggio con Davide Galimberti) oppure paradossalmente destabilizzante.

La cosa certa che oggi il leader della Lega è apparso un tantino stanco e forse preoccupato non solo per il futuro politico di Varese. ma anche forse oseremmo (ipotizzare soprattutto) quanto potrebbe accadere a livello nazionale dopo i prossimi risultati delle urne elettorali.

Ad una nostra domanda sul tema e sul fatto che eventuali risultati negativi potrebbero

Un caffè in Piazza Repubblica

riflettersi negativamente sulla Lega a centrodestra risponde «Non credo proprio, poi abbiamo già vinto al primo turno in molte città e altre le conquisteremo dopo il ballottaggio come accadrà a Varese, quindi non vedo perchè dovrei preoccuparmi. Non mi interessa usare il voto di Varese per Roma. Lo ripeto sottovoce e senza enfatizzare la Lega oggi rispetto alle precedenti amministrative ha 70 sindaci in piú».

Poi spazio anche all’incontro avvenuto ieri con il Premier Mario Draghi «Sono stato un’ora con il Presidente Draghi non a parlare di fascisti o di marziani ma di tamponi rapidi e gratuiti cosí da evitare che anche a Varese vi sinao dei lavoratori costretti a rimanere a casa senza stipendio. A parlare di sicurezza visto che il Ministro dell’Interno non fa nulla e quelle scene viste in queste settimane sono indegne per un Paese civile, a parlare di flat tax con rottamazione della cartelle esattoriali, di parlare del blocco deicosti sulle materie prime. Ecco io ieri ho avuto l’onore di parlare per un’ora con il Presidente del Consiglio di questo».

A suo vantaggio il fatto che Salvini non evita mai le domande dei giornalisti (oggi il punto stampa era in Piazza Montegrappa verso le 15.30) così come da buon politico sornione, da ‘uomo di piazza’ non si sottrae mai alle sollecitazioni e inviti della gente che incontra, con gli immancabili selfie a immortalare il tutto per futura memoria.

Quello di oggi è il solito Salvini. Quello che abbiamo già visto e sentito altre due volte a Varese nelle ultime tre settimane, città dove tra l’altro concluderà la campagna elettorale del centrodestra con un comizio previsto domani, venerdì 15 ottobre, alle 18.30 in Piazza del Podestà alla presenza tra  gli altri pure della senatrice Daniela Santachè di Fratelli d’Italia.

A colloquio con un ambulante al mercato cittadino

Insomma Salvini a Varese ha fatto il pieno di…presenze, non sappiamo a livello di voti con una situazione che gli ultimi sondaggi vedono leggermente in vantaggio Galimberti con circa 2,5 punti percentuale.

Giunto in Piazza Montegrappa dopo avere incontrato la stampa, Il Senatore e Segretario nazionale della Lega ha passeggiato con Bianchi e il Presidente della regione Attilio Fontana, sotto i portici di via Manzoni raggiungendo Piazza Repubblica oggi invasa dalle bancarelle degli ambulanti per il mercato cittadino.

Qui una breve sosta al bar di ingresso piazza sorseggiando un caffè insieme al candidato sindaco, offerto dal proprietario anch’egli con simpatie di centrodestra avendo partecipando come candidato consigliere per una loista civica che appoggiava Bianchi.

Poi soste in alcune bancarelle raccogliendo proposte e consigli dagli stessi ambulanti, alcuni di etnie nordafricana, che si appellavano a Salvini per cambiare qualcosa. Durante la breve passeggiata il leader leghista trova pure il tempo di scherzare sullo stato del Milan con diversi titolari assenti per infortuni o covid.

poi si torna a parlare di politica e di sicurezza.

«Oggi umilmente sono qui a portare il mio contributo per una causa bella perchè e una

In Piazza repubblica vicino alla ex caserma Garibaldi

piazza che lavora è una piazza illuminata, viva e sicura. Una pizza abbandonata non serve a nessuno. Sono contento che qui a Varese si parli di progetti e non come in altre città dove si parla del passato, degli anni Trenta, degli alieni ecc..qui parliamo di sviluppo e di futuro. Varese ha vissuto cinque anni di stop adesso è ora di ripartire»», dice Salvini agli astanti di Piazza Repubblica.

Un percorso non casuale quello scelto dai referenti locali della Lega, con finale nemmeno tanto a sorpresa con la sosta conclusiva e mini comizio proprio davanti all’ex caserma Garibaldi, tar i pallini dell’amministrazione Galimberti ma pure nel mirino della campagna elettorale di Bianchi con idee quasi stravaganti su come rivedere tutto il progetto snaturandolo dal contesto culturale azzardando una grande sede dove accorpare tutti gli uffici comunali della città, liberando in tal modo lo storico Palazzo Estense oggi sede del Comune.

direttore@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui