I Mastini di Varese cedono ai primi della classe del Valdifiemme

0
263

VARESE, 1 novembre 2021-Un 4 a 2 che non rende merito a quanto mostrato sul ghiaccio contro la prima della classe. Una marea di occasioni create dalla formazione giallonera che non sono state sfruttate a dovere e una sconfitta che sa di amaro.

Il Valdifiemme sceglie di concedere un turno di riposo a Peiti e tra i pali gioca Foppa, mentre nel Varese assenti ancora Payra e Cordin.

Pronti via e i gialloneri si fanno subito sentire in avanti, ma il palo respinge la conclusione di Piroso. La partita rimane in equilibrio nei primi minuti, fino al 6° quando è il solito Eastman che segna dalla distanza in superiorità numerica il vantaggio degli ospiti. Il difensore non è nuovo a queste conclusioni. I Mastini giocano come nulla fosse e offrono alcune azioni interessanti, ma Foppa ben si oppone. Nel primo drittel non succede altro di rilevante.

Inizio di secondo drittel col Valdifiemme in avanti alla ricerca del raddoppio, ma la difesa varesina lotta su ogni disco e regge la pressione, costante dei trentini per i primi 5 minuti.

Quando i gialloneri sembrano prendere le misure, arriva il raddoppio ospite, ancora in superiorità numerica: la conclusione dalla distanza di Roupec è parata da Muraro ma il disco scappa via e scivola in porta.

I Mastini alzano il ritmo e si ritrovano a giocare con l’uomo in più per 4 minuti. In questo tempo, Piroso si divora la rete che dimezzerebbe il vantaggio, mettendo alto da due passi a conclusione di una buona azione corale della squadra. Nei due minuti immediatamente successivi la pressione varesina è buona ma la difesa di Cavalese tiene e allontana i pericoli.Al 35’33” ci pensa M. Borghi a caricarsi sulle spalle i Mastini: ingrana la quinta marcia, si porta a spasso i giocatori avversari, slalom speciale e deposita in porta il primo disco varesino, con i tifosi che hanno accompagnato in crescendo l’intera azione, sviluppatasi dalla sinistra verso il centro.

La rete galvanizza i Mastini. Tilaro riceve il puck dalla difesa, si invola verso la gabbia avversaria ma il tentativo si infrange sul portiere avversario. Prima della seconda sirena il Varese beneficia di un altro

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui