Risse in centro a Varese: individuati i responsabili quasi tutti minorenni

0
343
VARESE, 29 novembre 2021-Nell’ambito delle attività di contrasto agli episodi dl violenza commessi nel pieno centro cittadino, la Polizia di Stato di Varese, grazie all’attività d’indagine svolta dalla locale Squadra Mobile, ha individuato i responsabili, quasi tutti minorenni.
Sono 10 i provvedimenti “Daspo Willy” emessi dal Questore di Varese al fine di prevenire la reiterazione dei gravi fatti commessi.
In particolare, sono state avviate puntuali attività d’indagine volte ad individuare gli autori di due distinti episodi di rissa che avevano generato allarme sociale.
Nel primo episodio, lo scorso mese di febbraio, un consistente gruppo di giovani si erano scontrati apertamente, nel corso del pomeriggio, in prossimità di un noto pubblico esercizio, solitamente frequentato da un’utenza dl giovani ragazzi. Nelle vie del centro, affollate da avventori e cittadini, i giovani si erano sfidati e fronteggiati per futili motivi, anche per mezzo dell’utilizzo di oggetti atti ad offendere, utilizzati impropriamente al fine di arrecare lesioni. Il gruppo si è poi spostato  nell’area teatro della rissa, hanno agito come un vero e proprio branco. Le volanti, prontamente intervenute, allertate dalle numerose segnalazioni giunte al 112 da parte dei cittadini allarmati dai disordini, avevano riscontrato che alcuni ragazzi riportavano evidenti segni di lesioni, ma tutti rifiutavano le cure dei sanitari.

Un secondo episodio poi, occorso nel mese di agosto, si era verificato in un noto locale

Agenti di Polizia in Piazza Repubblica

della movida varesina, nel corso delle prime ore della notte. Nell’occasione vi era stato il pestaggio di un giovane avventore, a seguito di un diverbio per futili motivi, ad opera di coetanei. Nella stessa circostanza la vittima aveva riportato la frattura delle ossa nasali ed un trauma cranico.

Le indagini della Squadra Mobile, in entrambe le circostanze hanno consentito di individuare i responsabili delle risse, deferiti alla competente autorità giudiziaria. Il dato che più ha allarmato gli investigatori della questura è stato quello relativo alla giovane età dei soggetti coinvolti, quasi tutti minorenni. Giovani che per ragioni del tutto insignificanti, hanno originato episodi gravi dl violenza, che hanno messo in pericolo la propria incolumità e quella di ignari cittadini che si trovavano accidentalmente nei pressi dei luoghi teatro delle risse, determinando un’inequivocabile condizione di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Al fine di prevenire la reiterazione dei gravi fatti, il Questore, per mezzo della Divisione Anticrimine, ha analizzato ogni singola situazione, giungendo ad emettere e notificare nel complesso 10 Daspo Willy, otto dei quali diretti a soggetti minorenni ed 1 foglio di via obbligatorio.
Ai giovani sarà precluso accedere e frequentare tutti gli esercizi pubblici e locali di pubblico intrattenimento ubicati nel centro di Varese per un intero anno: ristoranti, pasticcerie, gelaterie, bar ed esercizi similari, sale da ballo, sale da gioco e locali notturni.
I minorenni, accompagnati dai loro genitori, sono stati richiamati a comprendere la gravità delle loro azioni nel tentativo di dissuaderli dal commettere in futuro analoghe condotte, consapevoli che la violazione del Daspo comporta pene severe, ovvero la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui