Varese, nei locali confiscati alla mafia prende vita uno spazio dedicato a bambini e ragazzi

0
280

VARESE, 12 dicembre 2021-Inaugurata oggi la Casa del Giocattolo Solidale nella nuova sede in via Merini 45 a Varese, grazie al bando attivato dal Comune di Varese, che ha deciso di destinare lo spazio confiscato alla criminalità organizzata a realtà del territorio impegnate in attività sociali.
 
In via Merini nasce dunque uno spazio ludico, sociale e inclusivo dove i bambini della nostra città potranno giocare liberamente, studiare, sperimentare e divertirsi. Un’iniziativa a cura dell’omonima associazione che si occupa di donare giocattoli, materiale scolastico e articoli per l’infanzia a bambini e ragazzi di famiglie che si trovano in difficoltà.
 
“In situazioni di disagio economico e sociale sono indispensabili beni di prima necessità, ma al tempo stesso è necessario garantire diritti fondamentali, come il diritto al gioco per i minori – dichiara l’assessore ai Servizi Sociali Roberto Molinari – Un’iniziativa dunque con una ricaduta positiva per molte famiglie della nostra città”.

“Poter disporre di uno spazio, gratuito e accessibile, interamente dedicato al gioco è il modo migliore per essere vicini ai bambini e alle famiglie che si trovano in contesti di disagio o difficoltà – dichiara Ivan Papaleo dell’Associazione La Casa del Giocattolo Solidale – Oltre allo spazio, la nostra associazione si occupa di mettere anche giocattoli e materiali scolastici a disposizione di chi non ha la possibilità economica di acquistare in modo autonomo”.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui