Funerali del piccolo Daniele: tanta gente ha voluto salutare per l’ultima volta il bambino ucciso a Morazzone

0
480
Uno striscione esposto durante i funerali (foto milano.corriere.it)

GAZZADA SCHIANNO, 7 gennaio 2022-(ANSA)-Il  campo di calcio dell’oratorio San Luigi a Gazzada Schianno  trasformato in chiesa all’aperto, i palloncini azzurri e blu: in centinaia hanno portato omaggio a Daniele Paitoni, il bimbo di 7 anni ucciso dal padre Davide, 40 anni, nella sua abitazione di Morazzone il pomeriggio di Capodanno.

“Ciao Daniele sarebbero tante le cose da dirti, il nostro cuore si é spezzato, ci siamo detti che non poteva essere”, le parole di Lorenzo e Francesca, famigliari del piccolo. “Ci piaceva sentire come prendevi in giro nonno Davide e come giocavi con la nonna Mariangela“, poi hanno aggiunto, “come dimenticare le giornate in bicicletta con i tuoi amici e l’allegria, un’allegria che nessuno potrà mai portare via”.

“Piccolo Dani, ti ho visto nascere, piangere, nei tuoi occhi si vedeva la gioia di vivere”. Sono le parole della migliore amica di Silvia Gaggini, pronunciate all’inizio della cerimonia funebre del figlio Daniele. Tra lacrime e canti di parrocchia, nel campo di calcio

Un momento della cerimonia a Gazzada (foto lastampa.it)

gremito di persone, sono arrivate le parole di chi ha conosciuto e voluto bene alla piccola vittima. “Ogni figlio deve essere amato e protetto – ha proseguito l’amica della mamma – é triste perdere lo sguardo di un bambino, specie se a cancellare quel sorriso, quella gioia, é stato chi avrebbe dovuto proteggerlo”. Tra i messaggi, anche quello delle maestre del piccolo Daniele, travolte dalla commozione. “Caro Daniele l’ultimo saluto ce lo siamo dati il 22 dicembre, dicendoci che ci saremmo visti il 10 gennaio”, ha detto una delle insegnanti delle elementari frequentate da Daniele, “fin dal tuo primo ingresso a scuola hai sorriso con gli occhi, hai fatto breccia nel cuore di tutti”.

“Daniele era dolcezza, vivacità, era puro amore”. Sono le parole dello zio di Daniele Paitoni, il bimbo di 7 anni ucciso dal padre nella sua casa di Morazzone , il primo gennaio, al termine della celebrazione del funerale del piccolo, celebrato questo pomeriggio nella parrocchia di Schianno. Le sue parole sono il ringraziamento della famiglia del piccolo, mamma Silvia, nonna Mariangela e nonno Davide, alla comunità. “In questi giorni bui sono stati tanti i messaggi affettuosi e calorosi, infinite le telefonate, le visite”, ha proseguito davanti alla bara bianca. “Inoltre vogliamo ringraziare per il lavoro svolto le forze dell’ordine, in particolar modo i carabinieri di Azzate che, vicini e commossi hanno lavorato al caso con impegno e calore”. Poi ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alle operazioni di soccorso e che sono sempre rimasta vicini alla famiglia. “Un grazie va a te, piccolo grande Daniele, per averci accompagnati in questo strano e a volte crudele viaggio, che é la vita”, ha concluso. Poco dopo applausi e palloncini liberati in aria.

Il silenzio dei presenti ha accompagnato gli innumerevoli messaggi letti per la piccola vittima da parenti e amici (ANSA)

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui